Enea Monticelli, Consigliere comunale di Lumino
Cugnasco-Gerra/LUMINO
14.03.2020 - 14:230

Quando i pensieri sono altrove, ha senso andare a votare?

Caterina Calzascia, Consigliere comunale di Cugnasco-Gerra e Enea Monticelli, Consigliere comunale di Lumino

Quando i pensieri sono altrove, ha senso andare votare?

Sono ormai settimane che le ore della nostra giornata sono scandite dalle notizie che riguardano l’epidemia del coronavirus. Dai quotidiani, ai telegiornali, alle conferenze stampa del Consiglio di Stato, ai social: tutti parlano di questo virus che sta immobilizzando buona parte del mondo fino a casa nostra. Contemporaneamente, soprattutto sui social, pullulano i messaggi politici, i santini e gli slogan elettorali in vista delle elezioni comunali del prossimo 5 aprile. Un controsenso per alcuni, una necessità per altri. Ma noi ci chiediamo: quando si hanno per la testa pensieri e preoccupazioni di una certa portata, ha ancora senso andare a votare?

Non spetta di certo a noi spiegare che cosa sia questo virus e quali ripercussioni abbia sulla nostra società ma è chiaro a tutti che questa problematica sta scombussolando i nostri equilibri e mette a dura prova la natura sociale che ci contraddistingue. E solo con un’attenta analisi da fare sicuramente a tempo debito, ovvero quando il periodo critico sarà passato e si ritornerà alla normale quotidianità, potrà sicuramente farci migliorare e imparare qualcosa da questo fatto. La storia ci parla e ci dice che situazioni simili sono già successe e sono state affrontate. Malgrado ciò, la paura dell’ignoto e il non sapere quanto tutto questo durerà, preoccupa molto.

Da giovani quali siamo però, non possiamo certo vedere il bicchiere mezzo vuoto, anche se il malessere e le preoccupazioni sono percepibili al tatto. È per questo che da diretti interessati e attivi in politica ci siamo chiesti se la gente ha veramente la lucidità per potersi chinare a fondo e informarsi riguardo alle imminenti elezioni comunali, visto anche l’annullamento di vari eventi elettorali dove ogni candidato avrebbe potuto presentarsi e farsi conoscere agli elettori. E la nostra risposta alla domanda iniziale è affermativa.

Capiamo benissimo la delicatezza della situazione ma siamo anche giovani e non abbiamo il lusso di poter per pensare a breve termine. Pensando responsabilmente al nostro futuro, vogliamo e dobbiamo essere fiduciosi che la situazione si stabilisca al più presto (prendendo tutte le precauzioni del caso) e faremo inoltre il possibile che questo periodo particolare non abbia un’influenza negativa sulla partecipazione alle urne il prossimo 5 aprile. Per non ritrovarsi dopo le elezioni con dei rappresentanti del popolo scelti da pochi, è fondamentale che ognuno faccia un ulteriore sforzo e vada a votare. Ora più che mai devono prevalere responsabilità individuale e buon senso per non farci piegare da questo virus, per fare una scelta consapevole il prossimo 5 aprile e per andare avanti con la vita di tutti i giorni.

Caterina Calzascia, Consigliera comunale di Cugnasco-Gerra
Enea Monticelli, Consigliere comunale di Lumino

Caterina Calzascia, Consigliere comunale di Cugnasco-Gerra
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-05 12:36:04 | 91.208.130.89