PROGRAMMA DI LUNEDÌ 16 LUGLIO
16.07.2012 - 07:000
Aggiornamento : 25.10.2014 - 12:29

Il verde che conquista Piazza Riforma, e un viaggio tra rock e cantautorato

lu 16.07 – 31.08
Tutto il giorno
Piazza Riforma, Lugano

Surfin’ Grass
Lugano Urban Art Festival | Arte
Il verde in città con Saul Savarino

Il concetto base dell'intervento è il portare la stasi in città. Le città vengono vissute come luoghi di attraversamento o di utilizzo e il fermarsi è un fenomeno del vissuto che sempre meno trova spazio nella fitta e trafficata trama urbana. Saul Savarino propone una soluzione a questa tendenza portando delle porzioni di prato all’interno della nostra città. "Fette" di erba che sono a disposizione di tutti i cittadini per sostare, per ammirare, per concentrarsi o fare un pic-nic. È dunque in quest’ottica che nasce Surfin’ Grass, un progetto artistico che prevede l'installazione di una serie di isole verdi e mobili. Queste zolle verdi sono infatti munite di rotelle, le quali permettono ai cittadini-fruitori di Surfin' Grass, di spostare e interagire con esse all’interno dello spazio urbano, creando il proprio spazio pubblico. Secondo Saul Savarino, è infatti molto importante che i cittadini siano i principali attori nella fruizione dell’intervento artistico.
Grazie alla collaborazione di Pro Natura, ci si è avvicinati all'utilizzo di terra proveniente da cantieri edili, aprendo con ciò ad una sotto trama, cara a tutti, che è la cementificazione e la perdita di aree a crescita spontanea.

lu 16.07
Tutto il giorno
Ex-Municipio, Castagnola

Corpo, Voce e Canto Armonico con Roberto Cerri e Patrizia Barbuiani
Lugano International Festival | Masterclass&Workshop
Z>ACT! Markus Zohner, Accademia per la Creazione Teatrale

Questo corso è adatto a tutte le persone interessate al lavoro corporale, al risveglio della voce, al canto e alla ricerca del canto armonico. I partecipanti non necessitano alcuna base di canto e neppure conoscenze musicali. Il corpo è il nostro strumento musicale, la cassa di risonanza attraverso la quale la nostra voce si  manifesta. Accordarlo in sintonia con il nostro universo interiore in rapporto con il mondo che ci circonda richiede un lavoro di sensibilizzazione, di affinamento, di approfondimento per permettere di ampliare gli spazi interni, di liberare le energie, di potenziare l'apparato vocale al fine di ritrovare la gioia di dar corpo senza inibizioni alla propria voce. Prendersi il tempo di saper ascoltare e ascoltarsi, poiché attraverso il senso dell'udito e attraverso un ascolto interno più profondo si può percepire meglio il suono e trovare nuovi spazi di emissione.  La voce, emanazione e prolungamento del nostro respiro riflette nei suoni le nostre più profonde emozioni.
Radicata nel corpo, attraverso le vibrazioni sonore si svela quale strumento delicato di lettura dell'equilibrio armonioso fra corpo, psiche e spirito. Attraverso esercizi di gruppo, a due e singoli sulla respirazione, sugli spazi, sulle percezioni, giochi di insieme per sviluppare suoni e movimento alternati a momenti di rilassamento, ricerca del tono muscolare, ascolto, si riscoprirà la propria voce originaria per liberarla e renderla più viva, più attenta, più versatile.

lu 16.07
Ore: 18:30
Ex Macello, Lugano

Kinshasa Symphony
Lugano International Festival | Cinema - Classica
di Claus Wischmann e Martin Baer, Germania 2010, 95’, VO F, Lingala. st. f

Premiato in numerosi festival in tutto il mondo e presentato alla 60esima Berlinale, Kinshasa Symphony è un film che percorre la storia di un'immensa orchestra sinfonica nata nella città capitale del Repubblica Democratica del Congo.
In quindici anni l'orchestra è sopravvissuta a due colpi di stato e una guerra civile. Il film diventa così il ritratto del Congo contemporaneo e delle passioni che vivono i suoi abitanti.

lu 16.07
Ore: 20:30
Teatro Foce, Lugano

Wieland Kuijken
Lugano International Festival | Classica

Questa sera Wieland Kuijken completerà il progetto iniziato sabato 30 luglio 2011, nella prima edizione del LongLake Festival. Le famose (Sei) Suites à Violoncello Solo senza basso composèes par Johann Sebastian Bach Maitre de Chapelle, vennero composte, molto probabilmente, a Köthen intorno agli anni venti del 1700. Dalla prima Suite in sol maggiore semplice, immediata e solare, con la seconda Suite in re minore, la terza in do maggiore e la quarta in mi bemolle maggiore, le dimensioni del Prelude e delle diverse danze aumentano. La quinta Suite in do minore prevede la scordatura della prima corda che conferisce un colore più oscuro e dolente all’intera Suite, mentre la sesta Suite è composta per violoncello a cinque corde (con il Mi cantino, in aggiunta alle altre quattro corde). Con tutte le peculiari accentuazioni e nuances dell’arco “alla gamba”, (cioè tenuto come sappiamo con il palmo della mano destra rivolto verso l’alto), Wieland Kuijken interpreterà la terza Suite, la quarta Suite ed infine la famosa sesta Suite in re maggiore eseguita con il violoncello piccolo "a cinq cordes".

lu 16.07
Ore: 20:30
Rivetta Tell, Lugano
In caso di pioggia Ex asilo-Ciani Lugano

Nena
Lugano Family Festival | Teatro&Cabaret
Terra & Laghi - Festival di Teatro nell’Insubria VI edizione

Alla noia e all’insaziabile insoddisfazione dei bambini d’oggi che tutto vogliono e che tutto possiedono, Nena risponde con la sua disarmante semplicità sussurrando ai bambini che pur non possedendo giocattoli e televisione ci si può divertire con poche cose se si lascia libero sfogo alla fantasia... un ombrello può diventare la tenda degli indiani, con una spazzola e un po’ di lucido da scarpe ci si può improvvisare abili parrucchieri... Gli spettatori diventano coprotagonisti della storia, i suoi compagni di viaggio e di gioco e con loro ricrea paesaggi e luoghi inediti scavando nel pozzo senza fine dell’immaginazione.
Di e con Silvia Priori. Ines Capellari (scene e costumi), Robert GoricK (musiche)

lu 16.07
Ore: 21:00
Parco Ciani, Lugano
In caso di pioggia Centro Esposizioni MAC 3 Lugano

Pierre Omer & The Stewarts Garages Conspiracy Crew
Lugano International Festival | Musica

Pierre Omer è nato a Londra da padre indiano e madre svizzera. È uno dei membri fondatori della leggendaria rock'n'roll funeral band svizzera “The Dead Brothers”. Dopo lo scioglimento del gruppo all'inizio del 2007, ha registrato e prodotto il primo album dei “Mama Rosin” e, dopo questa esperienza come produttore, ha iniziato ufficialmente la sua carriera da solista. Pierre Omer canta e suona diversi strumenti fra cui chitarra, fisarmonica e pianoforte. Per le sue canzoni trae ispirazione da diversi generi, dal folk al blues, dal country alla musica zigana, passando per la jive. Si fa ispirare da artisti come Django Reinhardt, Nick Cave, Bob Dylan e i The Gun Club. Dopo due album da solista e un tour con un duo, per la prima volta il cantante si presenta con un gruppo: gli "Stewarts Garages Conspiracy". L’album, che prende il nome dal gruppo, è stato registrato allo Space Eko-studio a Londra. In questo disco Omer lascia definitivamente le atmosfere buie del Folk-Noir, genere che lo ha contraddistinto durante le prime fasi della sua carriera, per esplorare nuovi orizzonti musicali. Sul palco di Lugano l'universo sonoro di questo songwriter londinese prenderà forma, creando un ambiente invitante insieme alla sua nuova band.
Pierre Omer (voce, chitarra, pianoforte, fender rhodes, fisarmonica), Roland Bucher (batteria), Christian Aregger (banjo, chitarra), Rob (basso) e Julien (batteria, effetti)

lu 16.07
Ore: 22:00
Piazza Manzoni, Lugano
In caso di pioggia Centro Esposizioni MAC 3 Lugano

Dente
Lugano International Festival | Musica

Giuseppe Peveri in arte Dente si racconta così, in questo modo immediato e diretto durante un'intervista rilasciata al Corriere della Sera. Questa spontaneità caratterizza tutta l'opera del cantautore, che mette in musica storie di tutti i giorni, senza pretendere di essere considerato un poeta o un artista. Le sue canzoni romantiche e stralunate giocano con l'ascoltatore cogliendolo impreparato, lasciandoci quasi spiazzati davanti alla realtà per come ci viene presentata. Inizia la prima esperienza musicale poco più che adolescente come chitarrista dei Quic, poi farà parte della band La Spina e in seguito deciderà di intraprendere la carriera solista. Nel corso degli anni collaborerà con diversi artisti e gruppi come Marco Mengoni, Missincat, Zen Circus, Diaframma e Enrico Ruggeri. Nel corso della sua carriera ha vinto il PIMI (Premio Italiano della Musica Indipendente). Con l'album, "Io tra di noi", uscito nel 2011, la sua scrittura diventa più scarna e pacata ma non meno istintiva.
Dente (voce, chitarra); Gianluca Gambini (batteria, percussioni); Andrea Cipelli (pianoforte, tastiere, organo); Nicola Faimali (basso, contrabbasso)

Scopri tutti gli eventi del LongLake Festival 2012 su www.longlake.ch

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 08:38:48 | 91.208.130.86