PROGRAMMA DI GIOVEDÌ 12 LUGLIO
12.07.2012 - 08:470
Aggiornamento : 23.11.2014 - 22:29

Cinema con Charlie Chaplin, e poi musica, teatro e poesia

gi 12.07

Ore: 18:30

Parco Ciani - Park&Read, Lugano

Teatro Foce

“Nell’arte, vivendo” e “Apocalisse amore”

Lugano Words Festival | Incontri e Letture

Reading di poesia con Davide Rondoni, in collaborazione con il Festival Poestate

Davide Rondoni è una della figure più significative della poesia contemporanea. La sua scrittura si caratterizza per il vigoroso realismo, per la forte densità, la varietà del sentimento e per la limpida chiarezza compositiva. Nasce a Forlì nel 1964, ha scritto diversi libri di poesia tra i quali: “Apocalisse amore”, “Non sei morto amore”, “Compianto, vita”e “Il bar del tempo”. Le sue opere sono state pubblicate da Guanda, Guaranti, Mondadori, Marietti, Saggiatore e Rizzoli.
È autore di teatro e di traduzioni da Baudelaire, Rimbaud, Péguy e diversi altri. Ha vinto svariati premi nell’ambito della scrittura in versi e ha fondato e dirige il Centro di Poesia Contemporanea presso l’Università di Bologna e la rivista clanDestino. Collabora a programmi di poesia in tv (Rai e tv2000) e ad alcuni quotidiani come editorialista.
Viene a Lugano per presentare una serie di letture tratte da “Apocalisse Amore”, raccolta di poesie dello stesso Rondoni in cui l’autore si muove veloce dalla Sierra Leone al Nicaragua, da Berlino a Caracas a Rabat, fino a New York e alle vittime delle Twin Towers. I suoi percorsi però comprendono anche i paesaggi di un’Italia meticcia: Milano, Roma, Firenze e Bologna. L’altra lettura del poeta è ispirata da “Nell’arte, vivendo”, libro in cui l’autore viaggia attraverso l’arte del passato e del presente. Da Michelangelo a Lotto, da Bacon a Testori e da Palladino a Gruccione.

 

 

gi 12.07

Ore: 20:30

Teatro Foce, Lugano

Omaggio a John Cage
Lugano International Festival | Classica

Brake Drum Percussion e Marco Dalpane

 

I Brake Drum Percussion propongono il repertorio di un grande compositore del novecento nell'anno in cui si celebra il centenario della sua nascita: John Cage. Fu uno dei più influenti musicisti del secolo scorso e quello presentato sarà uno spettacolo di musica e danza basato sullo stile dell'happening, di cui Cage fu pioniere.

Dal 1935 fino alle fine degli anni ’40 l’attività di John Cage si è concentrata in modo particolare sugli strumenti a percussione e il pianoforte preparato (strumento il cui suono è modificato grazie all'inserimento di vari oggetti tra le corde), spesso inserito negli organici di sole percussioni. L’affrancamento dall’idea tradizionale di armonia permette a John Cage di organizzare le composizioni secondo strutture ritmiche che determinano la forma, mettendo al centro dell’opera del compositore il parametro considerato come elemento unificatore e basilare della pratica musicale, il tempo, dove il suono e il silenzio acquisiscono pari valore unificati dal comune denominatore della durata. Queste intuizioni saranno alla base di tutta l’opera successiva di Cage, rendendo il lavoro degli anni ’40 fondamentale anche per la comprensione delle composizioni dei decenni successivi.

L'ensemble presenta brani che l'artista ha scritto dal 1940 al 1990. Da Suite for Toy Piano, considerata una delle opere più vitali e allegre del compositore, a Credo in US la cui partitura prevede l'impiego di un giradischi o di una radio.

 

Pietro Bertelli, Enrico Bertelli e Luca Carrara (percussioni); Marco Dalpane (pianoforte, pianoforte preparato, toy piano, percussioni)

 

 

 

gio 12.07

Ore: 20:30

Rivetta Tell, Lugano

Ex asilo-Ciani Lugano

Aussi pour les petits
Lugano Family Festival | Musica

Concerto-spettacolo per bambini e i loro genitori

Sylvie Bourban avrebbe potuto dedicare il suo ultimo album “Aussi pour les petits” a tutti gli adulti, ovvero al bambino che ognuno di loro è stato nel proprio passato. L’artista jazz vocalist, accompagnata dai suoi musicisti provenienti da tutto il mondo, arriva a Lugano per incantare il palco della Rivetta Tell con un concerto spettacolo che riempirà di gioia i piccoli e tutti i genitori che hanno saputo custodire il cuore semplice di un bambino.
Grande amante delle lingue, la cantautrice losannese intende conquistare il pubblico ticinese con alcune delle sue composizioni scritte in una grande varietà di idiomi. Preparandosi all’incontro con il pubblico di lingua italiana, l’artista si è nuovamente immersa nelle opere che già erano sue al fine di rimasticarle e donarle a un pubblico che abita una lingua diversa dalla sua.

Sylvie Bourban (cantautrice), Hannes Bürgi (pianoforte), Petros Klampanis (contrabbasso) e Nicolas Bertholet (Tip Tap)

 

gi 12.07

Ore: 21:30

Piazza Cioccaro, Lugano

Metrò Club Lugano

 

Il monello

Lugano International Festival | Cinema

 

Il comico siamo noi. L'assurdo nel quotidiano

 

Charlie Chaplin, USA 1921, 68’, ITA

 

Il malinconico vagabondo. Avventure e disavventure di “piccola quotidianità” che svelano dell’uomo la sua solitudine, ma anche la sua capacità di affettività semplice e creativa. La proiezione di questa sera propone il capolavoro di Charlie Chaplin in cui, nelle vesti del mitico Charlot, trova casualmente un bambino abbandonato che finisce per crescere come se ne fosse il padre.

 

 

 

gi 12.07

Ore: 21:30

Parco Ciani, Lugano

Ex Macello Lugano

Attorno al lago
Lugano International Festival | Teatro & cabaret

Margherita Coldesina, Davide Gagliardi, Pietro Bianchi

Una distesa d'acqua che dorme. Immensa. Un quadro sempre appeso ai nostri occhi umidi.  Il nostro lago è concreto, a pochi passi da noi.  E lo abitano in molti. Chissà che le chiglie delle barche non ne sappiano qualcosa. Dicono rappresenti l'inconscio. Molti infatti lo temono. Pare sia l'elemento che più rimanda all'ambiente uterino della gravidanza, quando il feto nuota nelle acque della mamma. Di sicuro alle sue sponde sono nati talenti, più e meno ascoltati. Placido, sembra suggerire incessantemente storie... frizzanti, bizzarre, romantiche, misteriose. Molte storie.
Per celebrare il LongLake Festival proponiamo al pubblico una carrellata di racconti ambientati attorno al lago. Poco importa quale. Ognuno ha il suo. Antonio Fogazzaro ne aveva uno. Vittorio Sereni. Andrea Vitali ne ha uno. Noi abbiamo scelto pagine di Piero Chiara, Andrea Fazioli, Riccardo Lisi, Davide Van De Sfroos, Francesco Pellicini... E anche Dario Fo.

 

Margherita Coldesina, Davide Gagliardi (interpreti), Pietro Bianchi (violino)

 

 

 

gi 12.07

Ore: 22:00

Piazza Manzoni, Lugano

Centro Esposizioni MAC 3 Lugano

 

Officina Zoè
Lugano International Festival | Musica

Organizzato in collaborazione con l'Associazione Aurofonie per la rassegna Note al tramonto.

Visitando il loro sito web si può leggere: Etno World Music. Tre parole che condensano perfettamente lo spirito dei membri dell’Officina Zoè, band pugliese impegnata con successo nel recupero e nella diffusione dei valori musicali e culturali appartenenti alla loro terra d’origine.
Dal 1993 i sei componenti del gruppo musicale sono veri e propri rappresentanti della tradizione della pizzica, musica tradizionale del Salento. La band non si limita a riproporre i ritmi serrati e tipici della loro terra, ma ne rinnova il repertorio musicale presentando nuove combinazioni che rispettano e omaggiano lo spirito di questa danza dalla storia secolare. Sono definiti dagli esperti “portatori sani” di una cultura antica, ma ancora viva e in continua trasformazione e, essendo allo stesso tempo rappresentanti e innovatori, hanno partecipato ai maggiori eventi musicali nazionali ed internazionali.

Cinzia Marzo (voce, flauti, tamburello); Donatello Pisanello (organetto diatonico, chitarra, mandola, armonica a bocca); Lamberto Probo (tamburello, tamborra, percussioni salentine varie); Silvia Gallone (tamburello, voce); Giorgio Doveri (violino, mandola); Luigi Panico (chitarra, mandola, armonica a bocca)

 

gi 12.07

Ore: 22:00

Rivetta Tell, Lugano

Ex asilo-Ciani

 

Alma latina
Lugano Waves | Danza

Serata di balli latino americani con animazione e tanta musica

In questo terzo appuntamento con la rassegna dedicata ai ritmi latini, le musiche di DJ Leito porteranno i presenti a scatenarsi sulla pista da ballo, salseri e non.
Saranno presenti maestri di latino e performers che faranno ballare tutti i presenti.

 

Scopri tutti gli eventi del LongLake Festival 2012 su www.longlake.ch

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-17 14:01:44 | 91.208.130.85