LAC
+ 1
LUGANO
09.02.2020 - 17:000

Una settimana di LAC tra Goldoni e un omaggio a Stanislavskij

Torna anche la grande danza con l’ensemble californiano di Alonzo King

LUGANO - Martedì 18 e mercoledì 19 febbraio alle 20:30 al LAC va in scena "La casa nova" di Carlo Goldoni, per la regia di Giuseppe Emiliani, commedia che vede sul palcoscenico attori dalla consolidata esperienza come Piergiorgio Fasolo e Stefania Felicioli, accanto ai giovani attori della compagnia dello Stabile del Veneto. Commedia che il genio veneziano scrisse in soli tre giorni, de "La casa nova" sono protagonisti Anzoletto e Cecilia, novelli sposi che devono affrontare un oneroso trasloco; uno spunto semplice che dona l’abbrivio a una macchina drammaturgica perfetta che mette in luce le smanie di arrivismo di una classe borghese che cerca un prestigio nobiliare che non le appartiene.

"Ne veryu - Non ci credo" - Martedì 18 febbraio alle 20:30 Egidia Bruno è sul palco del Foce protagonista di "Ne veryu – Non ci credo", lavoro di cui è anche autrice. Una narrazione teatrale che farà conoscere la figura dell’attore e regista russo Kostantin Sergèevic Stanislavskij, autore del primo metodo per attori, saggio che divenne la grammatica elementare di tutto il teatro del Novecento; "Ne veryu – Non ci credo" era la celebre frase con cui Stanislavskij sollecitava i suoi attori a cercare la verità del personaggio in scena, facendo di questo l’ossessione e l’utopia di tutta la sua ricerca.
Uno spettacolo che omaggia il grande maestro russo, il suo leggendario metodo e la sua radicale rivoluzione teatrale. Un racconto in cui Bruno si fa accompagnare da Vladimir Denissenkov, musicista, compositore e virtuoso del Bajan, la fisarmonica russa.

Mille e una Svizzera - Mercoledì 19 febbraio alle 18:00 in Sala Refettorio (Convento degli Angioli) terzo appuntamento del ciclo LAC incontra Mille e una Svizzera: la scena contemporanea cui partecipano Laura Di Corcia, Sabrina Faller, Giorgio Thoeni, attenti osservatori della scena contemporanea, e Cristina Galbiati di Trickster-p. Negli anni recenti in Svizzera sono nate alcune tra le migliori compagnie teatrali e di danza del nostro tempo. L’incontro, che precede il debutto assoluto di "Book is a book is a book" di Trickster-p (11 marzo, Teatrostudio LAC), si propone di riflettere sulla vivacità della scena creativa elvetica. Organizzato in collaborazione con LAC edu, l’appuntamento è a ingresso libero fino ad esaurimento posti. Prenotazione consigliata al sito: edu.luganolac.ch.

"Common Ground" - Sabato 22 febbraio alle 20:30 sul palco del LAC sale il corpo di ballo della celebre compagnia statunitense Alonzo King LINES Ballet, ensemble guidato da Alonzo King, uno dei maggiori coreografi al mondo, icona della danza mondiale. Esplorando l’opera musicale di Händel, King nella prima parte della serata crea una complessa musica di corpi, riportando l’eleganza drammatica dell’espressione barocca, in una coreografia suggestiva che risuona profondamente con la nobiltà della musica. In "Common Ground" Alonzo King LINES Ballet incontra la musica di Kronos Quartet e con il celebre quartetto omaggia San Francisco, la loro città, il loro ‘terreno comune’.

LAC
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-19 20:01:54 | 91.208.130.89