Assitej Teatro Pan
LUGANO
12.02.2019 - 06:000
Aggiornamento : 06:34

"Odissea", una storia eterna e attuale

Mercoledì 13 febbraio va in scena al Teatro Foce la versione del racconto classico a cura di Teatro Pan

LUGANO - Uno spettacolo nato dal desiderio di diffondere un grande classico intramontabile: una storia eterna, intricata e complessa da raccontare, che conserva in grembo i semi della nostra modernità e dei valori che ancora oggi tentiamo di difendere, primo tra tutti il dovere di accogliere chi arriva da lontano.

È "Odissea - Un racconto che ritorna", che andrà in scena mercoledì 13 febbraio alle 20.30 al Teatro Foce di Lugano.

Una strana coppia di aedi viene scaraventata sul palco dagli dei dell’Olimpo per raccontare ancora una volta, dopo tremila anni, l’Odissea in poco più di un’ora. Lei, la narratrice, è una divoratrice di libri con una forte tendenza a naufragare nelle citazioni; lui, il musicista, dell'Odissea sa ben poco. Si trovano in scena, insieme, quasi per caso, intrecciando parole e musica, bisticci e interruzioni, per raccontarci le vicende di Ulisse, l’uomo partito lontano che da vent'anni cerca di tornare a casa, e di Penelope, la donna che lo aspetta. A disposizione avranno soltanto una marea di libri, una lavagna e una chitarra. Ce la faranno a non perdersi? Questo non possiamo dirvelo. Possiamo però dirvi che ci sarà da ridere, piangere, entusiasmarsi, spaventarsi, sognare, emozionarsi, divertirsi, imparare, ricordare e... dimenticare.

Dentro i ventiquattro libri dell'Odissea i temi sono infiniti, davvero troppi per essere raccontati con precisione uno a uno. E così bisogna scegliere: come si fa? Quale criterio avrà mai adottato la narratrice per selezionare, togliere, illuminare alcune immagini per offuscarne altre? Il finale è sorprendente e al tempo stesso confortante: raccontare è un gesto d'amore, sempre, così come studiare. Ci viene più facile quando le pagine parlano di noi, e ci confidano qualcosa che da soli non sappiamo dire. Ecco perché l'Odissea è un racconto che ritorna, che non muore mai, che cambia sotto i nostri occhi ma che presenta anche dopo tremila anni, avventure moderne, contemporanee e quotidiane.

Lo spettacolo è a cura della compagnia Teatro Pan. Con Cinzia Morandi e Nicola Cioce, regia di Luca Chieregato e parole di Daniela Almansi.

Prevendita su Biglietteria.ch.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-18 01:15:18 | 91.208.130.85