LUGANO
17.05.2016 - 07:550

LuganoInScena, per chiudere tante risate con Aldo, Giovanni e Giacomo

La stagione termina inoltre con lo spettacolo itinerante “12parole7pentimenti” e con un classico di Goldoni

LUGANO - La stagione di LuganoInScena volge al termine con lo spettacolo itinerante “12parole7pentimenti”, un classico di Goldoni reso immortale da Giorgio Strehler e due serate di divertimento in compagnia del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo.

Sabato 21, domenica 22 (ore 11.00, 16.30 e 20.30) e lunedì 23 maggio (ore 18.30 e 20.30) il LAC sarà animato dallo spettacolo itinerante 12parole7pentimenti: un’istallazione teatrale per 16 spettatori, un “viaggio” di circa 90 minuti alla volta di quattro postazioni open air che ogni spettatore/ascoltatore potrà fare munito di mappa, iPod e cuffia.

Alla base di 12parole7pentimenti vi è un esperimento sociale spiazzante, a volte esilarante, che Rubidori Manshaft ha sviluppato in due anni di peregrinaggio urbano tra città e luoghi diversi in tutta Italia e nella Svizzera italiana. Un lavoro di ricerca che ha portato l’artista a raccogliere dialoghi carpiti all’insaputa da ignari protagonisti in molteplici situazioni pubbliche e private: racconti di vicini di tavolo al bar, ristorante, bus, tram, sale d’attesa, aeroporti, taxi, ecc. Circa 2500 ore di registrazioni “rubate”, poi stralciate in un montaggio che ha portato, a posteriori, alla scelta dei quattro temi: amore, morte, sesso e denaro. Nelle tracce frammenti di dialoghi, osservazioni, sfoghi, confessioni, emozioni, tradimenti. Quello che si vivrà è un’esperienza intima ma condivisa, in sei step, in un percorso open air, come dei veri e propri “voyeur dell’ascolto” in un viaggio, quello di ogni spettatore, tra bellezza e cinismo, tra sesso a luci rosse e amore dolcissimo. Lo spettacolo è in coproduzione con Festival Benevento Città Spettacolo e FIT Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea, Lugano.

Martedì 24 e mercoledì 25 maggio alle ore 20:30 sul palco del LAC andrà in scena Arlecchino servitore di due padroni, un mito del teatro famoso in tutto il mondo: il classico di Carlo Goldoni, reso immortale dal grandissimo Giorgio Strehler, è pronto a divertire con la sua energia viva e dinamica, grandi e piccoli spettatori. Protagonista della prima serata sarà Ferruccio Soleri, 87 anni “nascosti” dietro la maschera del celebre Truffaldino, record mondiale per avere interpretato lo stesso ruolo nel medesimo spettacolo per più anni, oltre mezzo secolo. Il 25 maggio il ruolo di Arlecchino sarà invece interpretato da Enrico Bonavera. Manifesto di un modo di fare teatro, palestra di attori, lo spettacolo rimane un prodigio che appassiona e commuove, un atto d’amore assoluto per il teatro.

Per chiudere in bellezza la stagione non poteva mancare l’amatissimo trio comico italiano Aldo, Giovanni e Giacomo, che si esibirà al Pala Resega di Lugano, straordinariamente e su grande richiesta in due appuntamenti, mercoledì 25 e giovedì 26 maggio alle 21:00, in occasione dei festeggiamenti dei 25 anni di brillante carriera. Per questa occorrenza speciale, verranno riproposti gli sketch storici del loro repertorio, con la regia di Arturo Brachetti che li ha affiancati in tutte le produzioni teatrali, con l’immancabile partecipazione di Silvana Fallisi e con l'accompagnamento musicale dal vivo dei Good Fellas.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 03:32:48 | 91.208.130.87