LUGANO/LOCARNO
28.08.2014 - 12:010
Aggiornamento : 23.11.2014 - 19:58

Leonardo da Vinci attraverso l'arte di raccontare di PiazzaParola

Appuntamenti e incontri alla scoperta e all'ascolto di voci contemporanee affermate ed emergenti provenienti da tutta la Svizzera e dall'Italia

LUGANO/LOCARNO - Dal 4 al 5 settembre a Lugano, e il 12 settembre a Locarno, torna PiazzaParola, il consueto appuntamento letterario in piazza, tra la gente, con letture, musica, spettacoli teatrali, un ricco programma rivolto a tutti, adulti e bambini. Dedicata sempre a un classico, dopo Dante Alighieri, Omero e Boccaccio, protagonista quest’anno è Leonardo da Vinci, uomo d’ingegno e talento universale del Rinascimento italiano, che tra le sue innumerevoli opere ci ha lasciato in eredità bellissime favole di uomini e di animali, ognuna con una morale sulla quale meditare.

Da qui, da Leonardo e dalle sue favole, il 4 settembre alle 18.00 partirà il viaggio letterario e culturale. Saranno due giorni densi di appuntamenti e di incontri alla scoperta e all’ascolto di voci contemporanee affermate ed emergenti provenienti da tutta la Svizzera e dall’Italia. In più quest’anno una novità e una sorpresa caratterizzerà la piazza: il Librolibero dell’artista Loredana Müller Donadini.

Appuntamenti letterari - Di solitudine, speranze, fugacità sotto cieli mutevoli e all’insegna di nuovi presagi racconteranno due importanti rappresentanti della letteratura contemporanea Svizzera: Adolf Muschg, scrittore e professore di letteratura, e Ilma Rakusa, autrice, critica letteraria e traduttrice. Ad incantare con la sua prosa poetica pungente e sagace la promettente penna di Arno Camenisch, giovane autore grigionese che leggerà dalla sua più recente opera tradotta in italiano “Ultima Sera”. Di prosa poetica darà saggio anche Sibylle Omlin pubblicata di recente nella collana “Raccolta della poesia svizzera”. Mentre il giovane ginevrino Philippe Ramy, insignito del premio Prix Wepler Fondation La Poste 2013, tra i selezionati per i Premi Hebdos e Pierre Loti 2014, leggerà dalla sua opera “Cemento armato”. A loro si alterneranno le voci italofone di Claudio Zanini, vincitore del Premio Guido Morselli. Angelo Gaccione, narratore e drammaturgo, direttore del giornale culturale Odissea, Bruno Monguzzi, designer d’eccellenza affermato in tutto il mondo che per l’occasione racconterà del cavallo di Leonardo. Accanto a loro le voci ticinesi di Gilberto Isella che con Fiorenza Casanova presenterà la sua opera scritta per l’occasione “Salvatico è quel che si salva. Una fantasia leonardiana”, Lorenzo Buccella, scrittore, cineasta e giornalista che ci sorprenderà con le sue “Riflessioni in divenire” e Michele Amadò, docente di comunicazione visiva all’Università della Svizzera Italiana e alla SUPSI, al suo esordio come romanziere con “Nient’altro che cinque minuti”. Ad animare l’appuntamento locarnese invece “Le favole e le leggende. Chi poco pensa molto erra” messe in scena da Di Silvia Demartini e Adolfo Tomasini, con David M. Zurbuchen e Feliciana Fiscalini-Tocchetto alla Biblioteca cantonale di Locarno.

Appuntamenti per i bambini - Cuore di Piazzaparola sono anche i bambini ai quali è dedicata l’intera mattinata di venerdì 5 settembre. A farli sognare ed entrare nel mondo di Leonardo da Vinci ci saranno le Favole di lette da Cristina Zamboni, la storia della princi...pizza Margot di Denise Storni, le Storielle per ragazzi e non di Mario Rondi e A tutti gli Ulissi dei tempi moderni di Grazia Bernasconi. Il tutto condito con la sorpresa musicale di Luciano Zampar e le illustrazioni di Simona Meisser. Per loro anche una mostra, quella delle scatole raccontastorie.

Appuntamenti musicali - Ad accompagnare ed introdurre le letture in piazza a Lugano la musica frizzante ed empatica di
Oliviero Giovannoni percussionista, batterista e compositore e di Luciano Zampar, giovane docente di batteria e percussioni, creatore di progetti musicali multimediali. A Locarno saranno invece protagoniste le note dell’organista Giovanni Galfetti e la voce del soprano Elena Revelant, nella Chiesa Nuova.

Appuntamenti teatrali - Letteratura, musica, bambini, Piazzaparola è anche teatro a Locarno con “LA COSA IMMAGINATA
MOVE IL SENSO” un’opera alla scoperta di Leonardo da Vinci attraverso quattro fermate e uno spettacolo, a cura di Silvia Demartini e Adolfo Tomasini. A cura di Luca Botturi invece va in scena lo spettacolo interattivo “Leonardo, ma che faccia! – Alla scoperta della fisiognomica”.

Ingrandisci l'immagine
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 02:27:44 | 91.208.130.85