TIPRESS
Domani è in programma l'anteprima della stagione 2020 della Casa della Letteratura per la Svizzera italiana.
ULTIME NOTIZIE Agenda
MENDRISIO
2 ore
Brahms e Beethoven in duo alle matinée di Mendrisio
A esibirsi nel Maginifico Borgo questo 1 marzo, il violinista turco Cihat Askin e il pianista torinese Roberto Issoglio
LUGANO
8 ore
L'OSI e Khatia Buniatishvili al LAC
In programma musiche di Rossini, Beethoven e Schubert
LUGANO
14 ore
"Platero y yo" in scena giovedì al Teatro Foce
È una delle opere più popolari del poeta spagnolo Juan Ramon Jimenez, Nobel per la letteratura nel 1956
LUGANO
1 gior
Con Trickster-p un viaggio teatrale all'interno del libro
La coproduzione firmata LAC "Book is a Book is a Book" arriverà l'11 marzo sulle sponde del Ceresio
LOCARNO
1 gior
"Ernstfall in Havanna" per la Svizzera al cinema
Appuntamento mercoledì 19 febbraio al Teatro Paravento
ASCONA
1 gior
Da Kureishi a Guccini: le "Grandi Speranze" di Monte Verità
Dal 2 al 5 aprile (e in due tappe di avvicinamento) si parlerà degli enormi passaggi sociali e culturali che stiamo vivendo e del futuro
BELLINZONA
1 gior
"I fratelli Karamazov" in scena al Teatro Sociale
Glauco Mauri è il protagonista del dramma di Fëdor Dostoevskij
CANTONE
2 gior
Un LAC contemporaneo con AXTO oratorio per corpi e voce dal labirinto
La pièce, prevista per il 25 e 16 febbraio, sarà preceduta questo mercoledì da una tavola rotonda a 360° sulla scena svizzera
LUGANO
2 gior
Visioni della casa del consigliere Krespel
Saranno in mostra alla Limonaia di Villa Saroli da domani al 17 marzo
LUGANO
2 gior
"Ne veryu - Non ci credo" al Teatro Foce
Domani sera va in scena un omaggio a Kostantin Sergèevic Stanislavskij
LUGANO
2 gior
Pucci è quasi da (doppio) sold-out
Rimangono solo pochissimi biglietti per lo spettacolo di mercoledì 19 febbraio
CANTONE
4 gior
Stasera al via "Le nove di Beethoven"
A Lugano e Bellinzona i primi concerti di un progetto della durata di due anni
CANTONE
5 gior
Musica, cinema e teatro: il week end ticinese non è solo Carnevale
Ecco alcune delle migliori proposte per il fine settimana
LUGANO
30.01.2020 - 12:000

Con Stefano Raimondi alla scoperta de "L'oltre"

È l'anteprima del programma 2020 della Casa della Letteratura per la Svizzera italiana

LUGANO - È "L'oltre" la parola che guida il percorso della Casa della Letteratura per la Svizzera italiana nel 2020.

Anteprima - Il programma di quest'anno prevede 11 appuntamenti, ma si parte domani 31 gennaio con un'anteprima: alle 18.30 il poeta Stefano Raimondi aprirà le porte della sua "bottega letteraria". Come nasce una poesia, quale la visione di un poeta o proprio quella dell'autore in questione? Quali le solitudini, le frizioni, come si distilla la visione del mondo perché diventi un testo non solo scritto, ma un testo di poesia? E quali le scelte, quali le parole, come si ottiene una voce riconoscibile che indichi con chiarezza uno stile? E dove accade tutto questo?

L'anteprima è a cura di Spaziobianco, la rassegna di poesia contemporanea a cura di Mattia Bettoni e Jordi Valentini, che dialogheranno entrambi con Raimondi.

Il programma - La grande apertura della stagione sarà affidata il 13 febbraio a Paolo Di Stefano, in dialogo con Mariarosa Mancuso per un viaggio nelle “vite controvento” delle quali Di Stefano da sempre ne protegge la memoria e la dignità. A marzo la voce di Giovanni Orelli (da poco Interlinea ha pubblicato un'antologia con tutte le poesie edite e inedite) cui seguirà Tommaso Soldini, fresco di stampa per Marcos y Marcos e in dialogo con lo scrittore, sceneggiatore per il cinema e giornalista per Repubblica e il Sole 24 Ore Giorgio Vasta. In aprile saranno la traduttrice e autrice Mathilde Vischer e lo scrittore, poeta e regista Pierre Lepori a guidare il pubblico nel corpo della notte.

In maggio i pluripremiati scrittori Giorgio Falco e Vitaliano Trevisan, entrambi in scuderia Einaudi, illustreranno un percorso attraverso il mondo del lavoro e della memoria cui seguirà un nuovo incontro della rassegna di poesia contemporanea Spaziobianco: la voce sarà quella del poeta Fabrizio Lombardo. Giugno vedrà una retrospettiva sulla molteplici produzioni scritte di Andrea Fazioli mentre in settembre sarà la volta della scrittrice svizzera Alice Rivaz. Ottobre sarà costellato di crepuscoli e sillabari per la feroce voce di Francesco Permunian, sollecitato da Fabio Pusterla, mentre a novembre saranno i Grigioni a portarci attraverso la grande Storia grazie a Silvio Huonder.

Gli ospiti - Ci saranno vari eventi partner, sia con entità della Svizzera italiana che del resto del Paese. Ospiti della Casa saranno quindi la Biblioteca Nazionale Svizzera in aprile, che nel 2020 festeggia il 125° anniversario, con un incontro dentro la voce di Alice Ceresa. Seguirà in ottobre la rassegna Cari Vicini grazie alla Literaturhaus di Zurigo e un incontro in lingua tedesca (ma in traduzione italiana) prodotto dal Seetaler Poesiesommer. In novembre lo spazio sarà per l’ASSI, Associazione svizzera degli scrittori di lingua italiana per un viaggio nella narrativa di viaggio. L’anno andrà chiudendo col consueto incontro delle ESG Edizioni Svizzere della Gioventù che sarà anche l’occasione del grande aperitivo di Natale.

Le trasferte - La Casa della Letteratura va poi in trasferta: a marzo sarà ospite del Festival du Livre Suisse di Sion, ad aprile dell’MRL Maison Rousseau et de la Littérature di Ginevra e del Festival di Letteratura di Leukerbad in giugno. Restando nei territori italofoni, ci saranno "visite" in Val Bregaglia in aprile grazie a una collaborazione con la PGI Pro Grigioni Italiano, a Chiassoletteraria in maggio e al Longlake Festival in luglio.

Biglietto d'ingresso - Quest'anno, per quegli incontri organizzati direttamente dalla Casa della Letteratura, sarà introdotto un biglietto d’ingresso: 8 franchi per gli adulti e 5 franchi per studenti ed AVS. Nel costo  è compreso anche l’aperitivo a fine serata. «Perché introdurre l’ingresso a pagamento? Se per le altre discipline è considerato normale se non ovvio pagare un biglietto (teatro, cinema, concerti, musei e molteplici altre attività culturali) la letteratura da sempre è considerata come un intrattenimento gratuito a prescindere dalla qualità» spiegano i responsabili. «Come Casa della Letteratura riteniamo corretto e coerente che la letteratura sia considerata degna e altrettanto valida come altre discipline sono, e che –al pari di quanto accade non solo in Svizzera tedesca e spesso francofona, ma in gran parte del mondo - un modesto biglietto d’ingresso comprensivo anche di aperitivo, possa venire recepito dal pubblico ticinese come un eventualità assolutamente normale e preventivabile per un evento di alta qualità». Per non generare confusione, nel sito web della Casa saranno indicate le date a pagamento e quegli eventi che saranno invece gratuiti.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-19 20:45:46 | 91.208.130.87