LUGANO
08.11.2018 - 12:000

YouNique, l'artigianalità d'eccellenza a Villa Ciani

Sabato 10 e domenica 11 novembre viaggio nella tradizione e nell'innovazione dei grandi artigiani

LUGANO - Il 10 e 11 novembre Villa Ciani di Lugano aprirà le sue splendide sale affrescate a YouNique Artigianalità d’Eccellenza, una mostra-evento che vuole celebrare l’alto artigianato artistico, quel fatto a mano che è sinonimo di “fatto ad arte”, in tutte le sue declinazioni. Un percorso che celebra la tradizione, reinterpretata in forme attuali e innovative, in cui la creatività dialoga con l’abilità manuale, impiegando tecniche antiche che ancora oggi affascinano e interessano.

YouNique Experience ha scelto l’artigianato di eccellenza per parlare ad un pubblico che cerca l’unicità del fatto a mano e l’esclusività dell’arte in ogni sua forma, dal design, al fashion, fino agli accessori. Proprio per questo non saranno esposti solo prodotti, ma saranno presenti gli stessi artigiani che li creano, per dimostrare che quello dell’artigianato artistico non è un processo mimetico, ma un approccio che si fonda sull’autorialità che usa l’immaginazione per dar vita a qualcosa di irripetibile. Trentanove espositori animeranno gli spazi di Villa Ciani, componendo una storia fatta di passione, di quel provare e riprovare per apprendere la tecnica che trasforma il manufatto in un’opera d’arte.

YouNique è un vero e proprio viaggio tra varie regioni italiane, svizzere ed internazionali, a cominciare dall’Umbria dove il Museo-Laboratorio di tessitura a mano Giuditta Brozzetti, uno degli ultimi atelier di tessitura a mano su telai a jacquard d'Italia, produce tessuti artistici di alta qualità per l'arredo della casa. Ad Orvieto invece con Red Mosaic si spazia dal mosaico della tradizione, passando per la tecnica cosmatesca e l’intarsio, fino al battuto veneziano e al seminato. Infine Foligno città dove Caporali Contract ha fatto del design e delle materie prime d’eccellenza un must per la creazione di arredi unici, pensati e realizzati su misura per ogni cliente grazie anche alla collaborazione di architetti e progettisti. Salendo lo stivale si arriva a Faenza con la Bottega Vignoli Ceramiche che, partendo dalla tradizione faentina, la contamina usando la particolare tecnica di riduzione a gran fuoco con incursioni nella cultura islamica, ispano moresca, romana e bizantina. Siamo nel territorio emiliano, precisamente a Modena, con Parmeggiani, un’azienda artigiana dal respiro internazionale che realizza a mano pelletteria di lusso “su misura” per uomo e donna.

Sulla costa tirrenica Pietrasanta rappresenta un baluardo dell’arte della fusione in bronzo e della scultura, ed è presente a YouNique con la Fonderia Artistica Versiliese che, fondata nel 1975, ancora oggi mantiene i valori artigianali, innovandoli nel rispetto della tradizione e collaborando con grandi nomi del panorama artistico internazionali tra cui Chia, Botero, Pomodoro. Ancora mosaici con Favret Mosaici Artistici che da oltre ottant’anni con i suoi smalti, marmi, ori e vetri di alta qualità rispettando i canoni filologici dell’antica tradizione musiva italiana, uniti all’impiego di tecniche innovative, propone manufatti dal gusto contemporaneo. Con Massimo Galleni Scultore siamo invece nell’ambito del marmo e nel magico mondo delle specializzazioni artigiane che laboratori come questo portano con sé: smodellatore, ornatista, scultore, pannista e raspatore danno vita a sculture artistiche con il marmo. La Nannini Mirto, dagli anni ’50 specializzata nella tecnica di restauro del “Commesso fiorentino”, crea oggi intarsi marmorei, trasformando le fredde lastre in calde composizioni attraverso arabeschi, sfumature e accostamenti di colore. Direttamente dalle colline senesi arriva invece Eva Mun designed by Eva Munarin, una linea di oggetti d’arredo per la casa realizzati in ceramica, che affonda le sue radici nella tecnica tradizionale della Maiolica, rinnovandola totalmente per quanto riguarda la ricerca formale e le sperimentazioni cromatiche. Una storia unica di artigianato italiano è anche quella di Rose Barni che tra Pistoia e Grosseto coltiva rose esclusive unendo le nuove tecnologie all’amore per la terra, valorizzando la tradizione attraverso l’uso degli utensili tradizionali e del lavoro manuale.

Saliamo ancora verso il nord est approdando direttamente nella laguna veneziana a Murano, con Alberto Striulli Vetri d’Arte che propone una produzione realizzata con le tradizionali tecniche di lavorazione locali, oggetti fatti a regola d’arte ma di uso quotidiano caratterizzati da lievi differenze di spessore, forma e dimensione dalle piccole variazioni cromatiche. Rimanendo in Veneto ci spostiamo nel campo dell’interior design con Gastone Fioravanzo Interior Design Studio che propone progetti tanto ispirati agli ambienti d’epoca quanto di design contemporaneo, curando la realizzazione manuale di tutti i pezzi e Alcarol un brand di design che, partendo dalle sostanze fisiche e dall’ambiente in cui sono, combina l'esperienza nella lavorazione delle materie prime con tecniche innovative e all'avanguardia. Come anche Angelo Lussiana - Cardboard & Design da Torino che crea oggetti con il cartone senza perdere mai di vista la ricerca del bello e dell’utile. Sempre a Torino Fabrizio Rossini unisce la propria passione per l'auto, il design e larte creando sculture, oggetti unici che sposano le metodologie più avanzate e la pura essenza formale. Tornando nel Triveneto troviamo la Fondazione Scuola Merletti Gorizia che promuove la valorizzazione della tradizionale arte del merletto a fuselli favorendo la diffusione della conoscenza, l’apprendimento delle tecniche di lavorazione e lo sviluppo della produzione, e proponendo differenti prodotti dalla gioielleria all’arredamento, passando per articoli per la casa e abbigliamento.

Arriviamo poi a Milano, capitale della moda, per parlare di sartorialità e su misura con Francesca Fossati Atelier Alta Moda che disegna e realizza abiti per una donna che ama raccontarsi attraverso ciò che indossa, così come NH Sartoria Milano che segue ancora la più antica tradizione artigiana, attraverso la ricerca del tessuto ‘da collezione’ e dei dettagli nascosti, facendo parlare l’abito con la personalità di chi l’indossa. Christofer Kaprelian nei suoi abiti interamente cuciti a mano combina il gusto della sartoria britannica alla maestria ed esperienza dei sarti napoletani che li realizzano. Non solo abiti per il giorno ma anche per la notte, per i letti e le persone con Olga Frua, brand che celebra la notte e i suoi riti attingendo dalla migliore tradizione del corredo. Sul versante accessori una importante presenza con Calzoleria Rivolta, che coniuga lo stile della scuola calzaturiera milanese, l’esperienza tecnica, una spiccata sensibilità artigianale e la qualità delle lavorazioni pregiate a un processo digitale evoluto. IdB Isabella Del Bono invece firma una personalissima linea di gioielli artigianali in ferro e materiali preziosi con ceselli, incisioni, sbalzi e miniature. Ferruccio Padoa invece realizza lavorazioni artistiche su metalli come ottone, rame, ferro e bronzo, raccontando la passione della sua famiglia tramandata di padre in figlio e attingendo dal punto di vista stilistico dalla sua storia quasi centenaria, ma collaborando anche con architetti e designer.

Sempre a Milano e poi proseguendo nella strada verso la Svizzera, si possono scoprire tre realtà molto diverse tra loro: la storica Tappezzeria Colombo che unisce alle produzioni di nuova concezione, restauri e riproduzioni filologiche con un occhio al design e uno alla tradizione; Arianna Mora X Oxtam che progetta arredi ispirandosi alle forme organiche della natura e che insieme agli artigiani e imprenditori del legno di Oxtam presenta prodotti che unisco le essenze lignee ad altri materiali; Roberto Vallini che propone un lavoro poetico ed intimistico con le radici che, in un processo lento e affascinante di modellazione e svelamento, diventano opere d’arte.

Giunti in Svizzera, l’Atelier Art in Bronzo ci conduce con i suoi soggetti tratti dal mondo animale tra gli effetti cromatici delle patine e delle texture che le proprietà del bronzo le permettono di ricreare. Simona Bellini, Sculture Ceramiche ci porta ancora una volta nel mondo della ceramica con le sue opere dalle forme organiche, ideali da mettere in dialogo con spazi architettonici, ambienti di vita quotidiana e giardini. Isabella Waller lavora con la seta creando a mano scialli, foulard, kimono e complementi d’arredo e combinando tecniche diverse quali batik, ecoprint e shibori, per dar vita a manufatti unici e senza tempo. A Lugano infine Les Ambassadeurs, leader in Svizzera nella vendita di orologi e gioielli ci porta nel mondo di Mikimoto, le perle giapponesi n. 1 al mondo, degli orologi della maison francese Chanel, dei gioielli di Pasquale Bruni che uniscono la nobiltà del metallo e la ricchezza delle pietre preziose alle emozioni che portano con loro, delle casseforti di lusso artigianali della tedesca Buben & Zorweg e dei Maestri d'Arte della Vacheron Constantin che incarnano la combinazione dei mestieri d'arte applicati sia ai movimenti sia al quadrante degli orologi.

Alto artigianato è oggi anche sinonimo di motori e YouNique ospita Stesil Bike un progetto che porta le tecnologie innovative e i materiali utilizzati nell’industria delle super car, nel mondo delle motociclette custom ed  Effeffe Cars di Officine Fratelli Frigerio che propone la FF Berlinetta, vettura realizzata a mano come facevano i maestri artigiani alla fine degli anni ’50 costruendo le leggendarie Gran Turismo, con meccanica derivata dalla serie e rielaborata secondo le nuove esigenze, a cui si aggiungono finiture "sartoriali" di altri tempi ed un piacere di guida oggi dimenticato. Un modello unico che ha riscosso già molto successo e che recupera un ricco patrimonio fatto di unicità, fascino e design.

Per "ingolosire" ulteriormente i visitatori di questo straordinario percorso legato all'alto artigianato, alcune sale di Villa Ciani saranno dedicate ad una selezione di prodotti dell'alta eno-gastronomia selezionati dalla sommelier Nicoletta Rossi che rappresentano delle autentiche eccellenze. Sarà possibile degustare rari prosciutti stagionati 60 mesi, panettoni con più di 100 anni di storia, olii rari ed altre esclusive prelibatezze provenienti dall'Italia e dallo splendido territorio del Ticino.

Non solo gusto ma anche olfatto grazie alla collaborazione con Emozioni Olfattive che profumerà ogni area di Villa Ciani con una fragranza - l’ingresso con il Pan di Spezie, il primo piano saprà di Contemplazione e il terzo di Pepe nero - dimostrando come il marketing sensoriale possa essere un valore aggiunto per l’alta artigianalità nel trasmettere l’anima dei prodotti.

Il secondo piano di Villa Ciani sarà invece dedicato all’approfondimento e alla storia con la mostra Grand Tour - Alla scoperta della ceramica italiana, un’esposizione itinerante voluta da AiCC, Associazione Italiana Città della Ceramica e curata da Jean Blanchaert, Viola Emaldi e Anty Pansera, che approda per la prima volta a Lugano.

Un omaggio alla tradizione ceramica italiana e quindi all’alto artigianato artistico che prende proprio la forma di una macchina del tempo, un viaggio nelle forme e nei decori delle suppellettili da mensa dall’antichità all’età moderna lungo 35 città italiane di antica tradizione ceramica: dal Convivio dell'antichità, al Banchetto medievale e alla Festa di corte rinascimentale, fino al pranzo della domenica con il servizio di piatti dei nostri nonni.

Sempre rimanendo in ambito ceramico sarà presente un focus su Albisola, in particolare sulle pignatte in terracotta simbolo della usanze tradizionali ligure che giungevano con le navi in tutto il mondo e che erano accompagnati da cadeux, i cosiddetti macachi, che altro non erano che delle statuine del presepe, realizzate dalle donne che lavoravano nelle fabbriche di stoviglie e per molto tempo considerate “brutte”, da qui il particolare nome, ma che oggi rappresentano uno spaccato molto interessante della tradizione popolare italiana.

A corollario della manifestazione, YouNique, in collaborazione con il Garagino, ospita due iniziative dedicati ai motori: YouNique Rendezvous, un incontro tra alcune delle più belle auto di tutti i tempi, sia d’epoca che hypercar, che si daranno appuntamento in Piazza Manzoni a Lugano la mattina di domenica 11 novembre 2018 per essere ammirate da cittadini e turisti luganesi e Effeffe Cars - un brand che è già leggenda, un emozionante incontro con l’Arch. Leonardo Frigerio creatore con il fratello della FF Berlinetta e delle future Barchetta e Gran Turismo, in programma sabato pomeriggio e domenica pomeriggio.

Orari d'apertura: dalle 10 alle 18. Ingresso a 20 franchi.

Potrebbe interessarti anche
Tags
design
villa
ceramica
mondo
villa ciani
artigianato
mano
tecnica
tradizione
younique
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-11-14 12:53:21 | 91.208.130.87