CANTONE
28.02.2019 - 12:000

Ticino Musica, è già tempo di selezioni

Da sabato a lunedì si terranno le audizioni aperte al pubblico per selezionare cantanti e strumentisti

LUGANO - Fervono i preparativi del Festival Ticino Musica, ben prima dell’inizio ufficiale della sua XXIII edizione che si terrà dal 18 al 31 luglio.

Il primo di questi appuntamenti pre-Festival è in programma dal 2 al 4 marzo presso il Conservatorio della Svizzera italiana (Lugano, via Soldino 9), con le audizioni (aperte al pubblico) finalizzate a selezionare i protagonisti dell’Opera studio internazionale “Silvio Varviso”: non solo i cantanti – che sul palcoscenico di Ticino Musica saranno i principali interpreti dell’opera “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti - ma anche gli strumentisti che comporranno l’ensemble, i direttori e i maestri collaboratori al pianoforte.

I musicisti che parteciperanno alle audizioni sono stati invitati dopo aver superato una prima selezione sulla base di una registrazione audio/video valutata da una commissione artistica.

Già ad aprile il doppio cast di cantanti che sarà stato designato vincitore delle audizioni sarà chiamato al primo impegno ufficiale per Ticino Musica: domenica 28 aprile alle ore 11.00 si terrà infatti, nella Hall del LAC il Gala dei Cantanti (concerto a ingresso gratuito), attraverso cui il pubblico ticinese (e non) potrà conoscere i giovani cantanti che a luglio impersoneranno Norina, Ernesto, Malatesta e Don Pasquale nelle 5 recite dell’opera previste durante il Festival. A maggio avrà luogo il sempre atteso e tradizionale Concerto del Circolo degli Amici di Ticino Musica, mentre agli inizi di giugno a Lugano si terrà la conferenza stampa di presentazione del Festival.

Il 26 giugno avranno inizio, a Mendrisio, le prove aperte dell’Opera studio, un’occasione sempre interessante per vedere da vicino come nasce e si forma un evento artistico, in particolare una forma di spettacolo complessa come l’opera lirica - probabilmente la più elaborata forma d’arte nella storia del teatro e della musica. Dopo il grande successo di pubblico degli incontri di presentazione dell’opera, condotti lo scorso anno – come ricorderanno i numerosi partecipanti - dal musicologo Fabio Sartorelli, Ticino Musica propone quest’anno, in collaborazione con il Conservatorio della Svizzera italiana, un convegno-workshop dal titolo “L’Opera italiana dell’800 in laboratorio: musicologia e prassi”, attraverso il quale si intendono esplorare le prassi
vocali operistiche ottocentesche mettendo a confronto conoscenze storiche ed esigenze pratiche a partire dal “Don Pasquale” di Donizetti. Il simposio, a ingresso gratuito, sarà curato da Massimo Zicari ed avrà luogo nell’Aula Magna del Conservatorio. Venerdì 12 luglio i primi interventi, uniti ad un aperitivo di benvenuto: i lavori proseguiranno quindi nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 luglio.

Il 15 luglio alle 20.00, a Mendrisio, sarà possibile assistere gratuitamente alla prova ante-generale dell’Opera, la cui “prima” avrà luogo invece giovedì 18 luglio nell’Aula Magna del Conservatorio e rappresenterà, come ogni anno, l’evento inaugurale del Festival Ticino Musica.

L’edizione 2019 di Ticino Musica si caratterizza per tre sentitissime dediche a personalità che del Festival hanno fatto la storia: in primo luogo Janos Meszaros - a cui l’intera manifestazione sarà dedicata – ideatore di Ticino Musica e dal 1997 al 2009 suo direttore artistico. All’interno del programma dei concerti figureranno due speciali eventi con altrettanto speciali dediche. Il concerto dei maestri di strumento ad arco sarà dedicato al violoncellista Johannes Goritzki, mentre il tradizionale concerto finale degli ottoni sarà dedicato al trombettista Bo Nilsson, entrambi scomparsi nel 2018. Sia Johannes Goritzki che Bo Nilsson sono stati per oltre due decenni parte del team artistico-pedagogico di Ticino Musica e sono ricordati da tutti con immenso affetto e riconoscenza.

Oltre a questi ed alle già menzionate recite dell’opera, il calendario dei concerti vedrà come ogni anno la serie dei concerti dei grandi maestri, così come la serie dei giovani maestri, nonché, sulla scia del successo della novità introdotta lo scorso anno, due eventi dedicati al connubio tra grandi artisti e giovani promesse. L’Academy internazionale per giovani compositori - che quest’anno, oltre ad essere nuovamente coordinata da Oscar Bianchi, ospiterà la celebre compositrice Olga Neuwirth e il rinomato Ensemble Modern – proporrà al pubblico il proprio lavoro
all’interno di due concerti.

Ticino Musica si fa ogni anno palcoscenico per giovani musicisti premiati in alcuni tra i più importanti concorsi internazionali: quest’anno sarà la volta del cornista Alexandre Collard, primo premio al Concorso “Primavera di Praga” 2018, che si esibirà sul palco dell’Aula Magna del Conservatorio in formazione cameristica con il quartetto d’archi in residence; ascolteremo quindi il violista Diyang Mei - già allievo delle masterclass di Ticino Musica - primo premio al Concorso Internazionale ARD di Monaco 2018 e il Trio Incendio (violino, violoncello e pianoforte), vincitore lo scorso anno del Concorso Internazionale “Marcello Pontillo” di Firenze.

Parallelamente ai più di 70 eventi in cartellone, a Ticino Musica come ogni anno sarà fremente l’attività pedagogico-artistica, con le 20 masterclass tenute da artisti tutti tra i più influenti per il proprio strumento a livello internazionale. Per conoscere più nel dettaglio il programma, che sarà annunciato a breve, non rimane che rimanere sintonizzati seguendo gli aggiornamenti sul sito www.ticinomusica.com e sui canali social di Ticino Musica (Facebook, Instagram e Twitter).

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-22 09:42:27 | 91.208.130.85