MENDRISIO
06.09.2018 - 12:000

La musica invade le cave di Arzo

Sabato 8 settembre si terrà la prima edizione del Càvea Festival, con ospiti di assoluto valore

MENDRISIO - Vivere una serata di musica a contatto con il territorio e le sue bellezze. È con questo spirito che il Càvea Festival il prossimo sabato 8 settembre dalle 18.00 (e non l'8 dicembre come erroreamente pubblicato su 20 Minuti) aprirà le porte della sua prima edizione, trasformando per un giorno le cave di Arzo in un grande palcoscenico dal quale passeranno alcune importanti voci della scena folk e cantautorale della nostra regione, e non solo.

Dalla profondità del collettivo di Terry Blue, giovane promessa della musica d’autore ticinese, si passerà al travolgente pop di matrice folk di Sebalter, fino alla frizzante proposta a chilometro zero, il duo dei Make Plain.

Piatto forte della serata sarà Jack Jaselli e la sua band. Jack Jaselli è un cantautore e chitarrista milanese che ha all’attivo diversi tour in Italia e numerose partecipazioni in qualità di opening act per artisti come Ben Harper, Gavin De Graw, Negramaro e molti altri. Nel 2010 ha inciso il suo album d’esordio "It’s gonna be rude, funky, hard", seguito da "I need the sea because it teaches me" e nel 2016 da "Monster moon" (vedi intervista in allegato). Da citare inoltre la collaborazione con Jovanotti con il quale ha lavorato per la realizzazione della colonna sonora del film “L’estate addosso”, diretto da Gabriele Muccino e presentato in anteprima alla Mostra del cinema di Venezia.

Il Càvea Festival nasce dall’idea di un gruppo di giovani momo’ con l’intento di contribuire al risveglio delle cave di Arzo, diventate, grazie a recenti lavori di recupero, un luogo ideale per concerti e spettacoli dal grande impatto scenico. A sostegno dell’evento lo scorso mese di giugno è stata lanciata dagli organizzatori una campagna di raccolta fondi alla quale la popolazione ha partecipato con entusiasmo, a dimostrazione della sensibilità e dell’affetto della cittadinanza nei confronti di un spazio che ha segnato la storia del Mendrisiotto.

Le cave, di proprietà del Patriziato di Arzo e situate all’interno del perimetro del Monte San Giorgio (dal 2003 patrimonio dell’UNESCO), sono oggi un nuovo e apprezzato spazio aggregativo della regione, che offre, oltre a eventi di questo genere, anche percorsi didattici ed espositivi, proposte coordinate dall’associazione Cavaviva. Il Càvea Festival sarà raggiungibile anche tramite navette speciali in partenza dalla stazione di Mendrisio con parcheggio gratuito alla Rirì. Nell’area del festival saranno attivi spazi per la ristorazione e a 500 metri vi sarà la possibilità di pernottare presso il Camping Monte San Giorgio.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-21 11:17:00 | 91.208.130.85