I Vintage Trouble si esibiranno giovedì 28 luglio a Bignasco.
CANTONE
22.06.2016 - 11:000

Vallemaggia Magic Blues: quindici candeline in grande spolvero

Al via venerdì 8 luglio Vallemaggia Magic Blues, che celebra il suo giubileo con un cast di prima grandezza che annovera il meglio della scena “blues oriented” contemporanea

CEVIO - Sul palco, tra gli altri, Keb’ Mo’, Otis Taylor, Vintage Trouble e King King.

Compie quindici anni “il più piccolo dei grandi blues festival” svizzeri: un traguardo importante per una manifestazione che sin dalla sua nascita, agli inizi del Millennio, ha saputo profilarsi nel vivace panorama dei festival estivi grazie a un’azzeccata formula che abbina musica di grande qualità a “location” estremamente suggestive in grado di coinvolgere in maniera pressoché unica sia il pubblico - che da sempre lo segue con un’assiduità che ha pochi eguali - sia i musicisti che, sempre più numerosi, chiedono di potersi esibire in questo contesto… magico.

Magia che si ripeterà anche quest’anno, grazie agli sforzi del “producer” Hannes Anrig e del promoter Fabio Lafranchi, i quali non hanno lesinato gli sforzi in modo da allestire un cartellone degno dell’importante ricorrenza che annovera quanto di meglio la scena internazionale riconducibile al blues è in grado di proporre. Cartellone che, nonostante le indubbie difficoltà finanziarie che Vallemaggia Magic Blues ha dovuto – alla stregua di molte altre rassegne – affrontare, è stato possibile allestire grazie all’eccezionale successo di pubblico dello scorso anno, permettendo agli organizzatori di "rischiare" qualche nome eccellente, seppur non ancora notissimo al grande pubblico ticinese, e di riproporre artisti che negli scorsi anni avevano infiammato le piazze.

Ad aprire le danze dell’edizione numero 15 di Vallemaggia Magic Blues sarà, venerdì 8 luglio nell’ormai consueto scenario “in altura” di Brontallo, uno dei graditi ritorni, i Playing for Change, ensemble multietnico, sulla scena dal 2007 con l’obiettivo di abbattere, grazie al potere della musica, ogni barriera geografica, religiosa e ideologica. Già ammirati lo scorso anno a Giumaglio, i Playing for Change riproporranno dunque, arricchendolo, il loro focoso repertorio che alterna brani "arcinoti" ad altri meno conosciuti, tutti comunque riletti secondo lo spirito dell’incomparabile estro dell'ensemble. Ad aprire il loro concerto un’altra presenza eccezionale: l'esplosivo quartetto di Elliot Marks, chitarrista di valore, che in carriera ha condiviso il palco con Rory Gallagher, i Ten Years After, i Wishbone Ash e molte altre stelle dell’universo contemporaneo.

Dopo questa funambolica apertura, Magic Blues 2016 si sposterà a Moghegno per una due-giorni (13 e 14 luglio) che non è esagerato definire… esagerata. Che verrà inaugurata, mercoledì sera, da due set che è difficile classificare in ordine d’importanza. Nella civettuola piazza saliranno infatti dapprima Alvin Youngblood Hart, americano di origini indiane, vincitore di diversi Awards e tra i più celebrati interpreti di un country blues al quale è in grado di dare anche toni duri, che riportano addirittura ai Led Zeppelin. Seguirà Shemekia Copeland, cantante dalla voce vulcanica, figlia del grande Johnny Copeland e da par suo protagonista di prima grandezza della scena internazionale grazie ad una sterminata serie di collaborazioni con musicisti del calibro di Eric Clapton, B.B. King, Bonnie Riatt, Mick Jägger e Keith Richards e Carlos Santana, ma anche e soprattutto a proprie produzioni, tra le quali il recente album "Outskirts of love", i cui brani coprono uno ampio spettro stilistico, dal Soul al Blues, dall'Americana al Country, ed il cui scopo è, secondo la stessa Shemekia, di "aiutare la gente".

Anche la seconda serata di Mognegno sarà contraddistinta da un’alternanza di voci maschili e femminili. Aprirà infatti le danze Sandra Hall, cantante dalla prorompente presenza scenica, per l’occasione supportata dalle note della Gnola Blues Band. Seguirà Otis Taylor, considerato da critica e pubblico il più interessante artista blues contemporaneo. La sua musica si basa su un retaggio di blues e folk tradizionali, che però una grande cura negli arrangiamenti e una scrittura sopraffina lo trasformano in un blues più moderno e contemporaneo, che l'artista stesso definisce "Trance Blues".

Per i cultori del Blues arcaico l'arrivo il 21 luglio di Keb' Mo' a Maggia sarà invece l’autentica apoteosi. Nato nel 1952 a Los Angeles, questo musicista dalla voce roca è infatti una delle più grandi star del blues acustico. Con all’attivo due Grammy Awards e due riconoscimenti quale miglior artista Blues dell'anno, Keb’ Mo’ nonostante l’ampia fama raggiunta e consolidata è un artista che continua imperterrito a porsi nuovi interrogativi, che finiscono in nuove canzoni, sempre molto godibili, come dimostra "Bluesamericana", lavoro del 2014. Oltre all’esibizione di Keb’ Mo’, Maggia sarà teatro, mercoledì 20 luglio, di un altro gradito ritorno: quello dei britannici King King, che due anni orsono, a Bignasco, offuscarono addirittura gli Spin Doctors. La forza trainante del gruppo è sempre Alan Nimmo, un chitarrista e cantante fuoriclasse, cresciuto nella natia Scozia con la musica di Muddy Waters e B.B.King, che saprà di nuovo catturare lo spirito della valle e gli appassionati del blues con la sua irresistibile carica. Ad aprire le due serate alcuni artisti di casa nostra: i Make Plain e Joe Colombo. I primi hanno partecipato alla finale degli Swiss Blues Awards nel 2014 e sono ormai una realtà a livello svizzero. Joe Colombo, alla terza partecipazione a Magic Blues, riscalderà la platea in attesa di Keb’ Mo’ esibendosi in duo con la cantante Kasia Skoczek, che ha portato un tocco di rhythem'n'blues e di soul nella musica del chitarrista locarnese.

Dopo Maggia, la carovana di Magic Blues tornerà, mercoledì 27 e giovedì 28 luglio, nella capiente piazza di Bignasco, anche in questo caso con un gradito ritorno, che ha un sapore molto particolare: quello del grande Walter Trout, tornato a calcare i palchi di tutto il mondo dopo i gravi problemi di salute, ma anche con l’autentica rivelazione della scena mondiale 2015, i Vintage Trouble, con il loro rock'n'roll fresco ed energico, senza tanti orpelli che la critica definisce «una curiosa miscela di James Brown e Led Zeppelin». In anteprima ai concerti di queste due icone ci saranno, mercoledì, Oracle King, artista della Bassa Reggiana che ha sposato appieno la vita del bluesman adattandola al brio tipicamente italiano, con tutti i pregi e i vizi connessi, che sa divertirsi e divertire come pochi. Giovedì spazio invece a Jeff Jenssen, eccellente chitarrista, dotato di una bella voce, capace di trasmettere al pubblico la sua passione per il Blues e la sua carica di creatività e talento.

Il gran finale di Vallemaggia Magic Blues 2016, come tradizione sulla piazza di Avegno, sarà caratterizzato da altre voci femminili. Quella di Jessy Martens, che si è confermata negli ultimi anni la più talentuosa cantante della scena tedesca, e dell'affascinante Shakura S'Aida, artista dalla forte presenza scenica, comunicativa ed attraente, da più di 20 anni una delle stelle della scena canadese, dove ha ottenuto svariati riconoscimenti, tra cui il Maple Blues Award assegnatole dalla Toronto Blues Society. A completare il programma di Avegno, il gruppo di Stephanie Ghizzoni, gli Alligator Nails con una coinvolgente mistura di soul, cajun, zydeco e naturalmente blues, e, nell’ambito del consolidato gemellaggio con il “German Blues Award” la band del granitico sassofonista Tommy Schneller, definito «il miglior groover tedesco».

 

Il Programma

 

Brontallo             Venerdì            08.07.2016            Elliott Marks Group

                                                                              Playing for Change

 

Moghegno           Mercoledì         13.07.2016             Alvin Youngblood Hart

                                                                              Shemekia Copeland Band

 

Moghegno           Giovedì            14.07.2016             Sandra Hall & Gnola Blues Band

                                                                              Otis Taylor Band

 

Maggia                Mercoledì         20.07.2016             Make Plain

                                                                              King King

 

Maggia                Giovedì            21.07.2016             Joe Colombo feat. Kasia Skoczek

                                                                               Keb' Mo'

 

Bignasco             Mercoledì         27.07.2016              Oracle King

                                                                               Walter Trout

 

Bignasco             Giovedì            28.07.2016              Jeff Jensen Band

                                                                               Vintage Trouble

 

Avegno               Mercoledì         03.08.2016             Tommy Schneller Band

                                                                              Jessy Martens

 

Avegno               Giovedì            04.08.2016             Alligator Nail

                                                                              Shakura S’Aida

 

Rammentiamo che è in corso la prevendita su biglietteria.ch; prevendita che per alcune date è consigliata. Come per gli scorsi anni è possibile riservare il pacchetto "Backstage" che permetterà, oltre al biglietto d'ingresso e all'aperitivo, di gustare una cena (bibite escluse) a base di specialità alla griglia nel backstage, direttamente a contatto con i musicisti delle varie serate. I posti sono limitati, occorre dunque prenotare con largo anticipo.

Informazioni più dettagliate su: www.magicblues.ch ; www.facebook.com/VallemaggiaMagicBlues

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-19 04:41:23 | 91.208.130.86