ULTIME NOTIZIE Agenda
CHIASSO
2 gior
Il maltempo fa slittare "Alfonsina y el mar"
Rinviato al 4 luglio lo spettacolo con Amanda Sandrelli e il duo Bandini-Chiacchiaretta
ASCONA
4 gior
Tre serate per tornare a vivere l’estate con Jammin’ for New Orleans
Si comincia questo giovedì a partire dal tardo pomeriggio. Una cinquantina i concerti in programma
BELLINZONA
1 sett
“Il mago Corona” per far conoscere ai più piccoli la pandemia
Realizzato da Moreno Lombardi e Simona Meisser sarà una delle (tante) proposte del Mercalibro di Bellinzona
LUGANO
1 sett
Scrittori al parco: tocca a Montagner
Appuntamento venerdì alle 18 al Parco Ciani
CANTONE
1 sett
Pardo: svelati i 20 film scelti per “The Films After Tomorrow”
Che vuole sostenere i cineasti in difficoltà a causa della pandemia. La premiazione è prevista per il 15 agosto
LUGANO
1 sett
Il LAC “all'aria aperta” animerà l'estate di Lugano
La rassegna LAC en plein air offre un ampio ventaglio di proposte gratutite fra musica, teatro e conferenze
CHIASSO
1 sett
ChiassoLetteraria getta definitivamente la spugna
L'appuntamento è quindi fissato al 5-9 maggio 2021
ASCONA
1 sett
Ascona è sempre a un passo da New Orleans
Il primo dei due appuntamenti musicali è in programma venerdì e sabato
LUGANO
1 sett
Annullati i concerti luganesi di Niccolò Fabi
Inizialmente previsti ad aprile, gli appuntamenti erano stati spostati ad ottobre
LUGANO
1 sett
Riparte la Scuola Musicale di Lugano: aperte le iscrizioni
La scuola ripartirà con le proprie attività il 7 settembre 2020
LOCARNO
04.07.2017 - 09:360

Adrien Brody sarà a Locarno, riceverà il Leopard Club Award 2017

La 70esima edizione del Locarno Festival renderà omaggio all’attore americano premio Oscar venerdì 4 agosto in Piazza Grande

LOCARNO - Locarno Festival omaggia uno dei profili più brillanti del cinema americano consegnando il Leopard Club Award ad Adrien Brody, premiato con l’Oscar a soli 29 anni. A partire dalla sua interpretazione del compositore Wladyslaw Szpilman in The Pianist (2002), Brody è entrato nell’immaginario collettivo, riuscendo poi a confermarsi come uno degli attori più versatili, apprezzato a Hollywood e non solo.

Nato a New York da Sylvia Plachy, artista e rinomata fotografa, e da Elliot Brody, professore di storia, Brody esordisce non ancora ventenne con Francis Ford Coppola in New York Stories (1989) per poi calcare i set di Steven Soderbergh (King of the Hill, 1993) e Oliver Stone (Natural Born Killers, 1994). Di lì a poco, in due indimenticabili pellicole, Adrien Brody diventa il volto umano e dolente del luogo disumano per eccellenza: la guerra. Le sue interpretazioni in
The Thin Red Line (1998) di Terrence Malick e The Pianist di Roman Polanski lo hanno consegnato al cuore del pubblico per la forza con cui ha dato un’espressione, spesso silenziosa, alla sofferenza dell’essere umano immerso nel buio di un conflitto.

Un talento versatile - In quasi 30 anni di carriera a rendere Brody uno dei volti più apprezzati e amati del grande schermo è stata la sua abilità a vivere e interpretare sceneggiature tra le più variegate, riuscendo a incontrare lo sguardo e il favore del pubblico. Sue le note intime, psicologiche e sociali del primo film statunitense di Ken Loach (Bread and Roses, 2000) e di Detachment (Tony Kaye, 2011) e sua la folle verve di Summer of Sam (Spike Lee, 1999). Suo il ritmo nel kolossal di King Kong (Peter Jackson, 2005) e Predators (Nimród Antal, 2010) e sue le sofisticate e spensierate tinte che contraddistinguono il cinema di Wes Anderson, per il quale è stato Peter Whitman in The Darjeeling Limited (2007) e Dmitri in The Grand Budapest Hotel (2014). Tra gli altri autori con cui Brody ha collaborato anche Barry Levinson (Liberty Heights, 1999), Paul Haggis (Third Person, 2013) e Woody Allen
(Midnight in Paris, 2011).

Carlo Chatrian, Direttore artistico del Locarno Festival: «In una carriera molto varia e in pieno sviluppo, Adrien Brody ha avuto modo di collaborare con i maggiori registi americani, da Coppola a Wes Anderson, da Malick a Soderbergh, dando prova di grande duttilità e di padroneggiare una tecnica che lo fa stare a suo agio nei registri più diversi. Tuttavia nel suo caso più che mai c’è un ruolo che lo ha fatto entrare nel cuore degli spettatori, non tanto per
il premio Oscar che gli ha fruttato, quanto per come ha saputo dar forma a un personaggio che è al tempo stesso un uomo come tutti noi e il simbolo di una tragedia che va continuamente ricordata».

L’omaggio di Locarno ad Adrien Brody sarà accompagnato dalla proiezione del film The Pianist, e da un incontro dell’attore con il pubblico del Festival. Brody sarà accolto dalla Piazza e omaggiato dal Festival venerdì 4 agosto.

Intitolato all’Associazione a sostegno del Festival, il Leopard Club Award rende omaggio a una grande personalità del cinema che attraverso il suo lavoro è riuscita a segnare l’immaginario collettivo. Fra i premiati delle scorse edizioni Faye Dunaway (2013), Mia Farrow (2014), Andy Garcia (2015) e Stefania Sandrelli (2016).

La 70esima edizione del Locarno Festival si terrà dal 2 al 12 agosto 2017.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-05 13:37:17 | 91.208.130.87