Immobili
Veicoli

MobilitàPerché l’abbonamento generale non è gratis?

15.11.22 - 11:00
Il traffico è responsabile di più di un terzo delle emissioni di CO2 in Svizzera.
Getty Images
Perché l’abbonamento generale non è gratis?
Il traffico è responsabile di più di un terzo delle emissioni di CO2 in Svizzera.
Ecco perché i mezzi pubblici sono vitali nella lotta contro i cambiamenti climatici. Cosa viene fatto in Svizzera per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici? Reto Hügli dell’Unione dei trasporti pubblici risponde alle nostre domande.

Tutti ci hanno già provato: le due città di Zurigo e Berna nonché i tre Cantoni di Friburgo, Neuchâtel e Vaud. In nessuno di questi è stata possibile l’attuazione. Dappertutto se ne discute: bus, tram e treni non potrebbero essere gratuiti per i passeggeri? Nella lotta contro i cambiamenti climatici, l’utilizzo dei mezzi pubblici è di primaria importanza: il traffico è responsabile di più di un terzo di tutte le emissioni di CO2 in Svizzera. E questo calcolo non include il traffico aereo.

Anche per questo, la Germania ha deciso che nei mesi di giugno, luglio e agosto tutti i passeggeri avrebbero potuto utilizzare la rete di mezzi pubblici per soli nove euro. L’iniziativa ha incontrato una forte opposizione ma l’ambiente ne ha tratto notevoli benefici: una ricerca in merito ha stabilito che grazie al biglietto da nove euro, le emissioni di CO2 sono state ridotte di 1,8 milioni di tonnellate.

Cosa viene fatto in Svizzera per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici? Reto Hügli, portavoce di Alliance SwissPass dell’Unione dei trasporti pubblici, risponde alle nostre domande.

Signor Hügli, parliamo delle ormai urgentissime misure di protezione del clima: perché in Svizzera l’abbonamento generale non è semplicemente gratis?
Per rispondere a questa domanda, occorre essere consapevoli di una cosa: i mezzi pubblici sono già oggi finanziati al 50 per cento dal settore pubblico. I mezzi regionali e locali vengono ad esempio organizzati e finanziati da Cantoni e Comuni. Se offrissimo un abbonamento generale gratuito, le perdite sarebbero immense. Gli effetti a livello finanziario sarebbero enormi e ne risentirebbe soprattutto la qualità. Le conseguenze potrebbero essere un diradamento delle frequenze oppure una riduzione del comfort sui mezzi.

La Svizzera però è benestante e il tempo per agire è poco.
Fondamentalmente, accogliamo favorevolmente tutte le iniziative che mirano a incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici. Il nostro lavoro dipende però anche dalle condizioni quadro politiche. Ci sono già state numerose iniziative politiche che proponevano la gratuità dei mezzi pubblici in città e Cantoni ma sono state sempre respinte o talvolta nemmeno portate all’attenzione della popolazione. Difendiamo il nostro punto di vista: ciò che è gratis non ha nemmeno un valore.

Le finanze sono davvero l’unica ragione?
No, come detto è anche una questione di qualità. La Svizzera è una dei leader mondiali per la qualità dei mezzi pubblici, ad esempio per quanto riguarda l’orario, la frequenza dei collegamenti, le possibilità di cambio, la capillarità regionale e i biglietti multi-viaggio. Abbiamo un’offerta molto interessante. Se si viaggia spesso, già oggi l’abbonamento generale è uno dei documenti di viaggio più gettonati: attualmente sono in circolazione 430 000 abbonamenti generali. Anche l’abbonamento metà prezzo è molto amato con 2,9 milioni di abbonati.

Come possiamo quindi convincere più persone ad utilizzare i mezzi pubblici?
Viaggiare con i mezzi pubblici dev’essere tanto semplice quanto spostarsi in auto. Anche a questo stiamo lavorando: la Svizzera è finora l’unica nazione al mondo che offre un servizio di biglietteria automatico capillare su tutto il territorio. Occorre solo scaricare l’app, effettuare il login prima del viaggio e il logout subito dopo. Alla fine della giornata verrà calcolato automaticamente il prezzo più conveniente. Per il futuro stiamo inoltre considerando la possibilità di far sì che l’app informi il cliente nel caso in cui un particolare abbonamento sia più conveniente.

Un’app del genere non riduce però i costi dei biglietti.
Fino a un certo punto posso darle ragione ma offriamo già sconti interessanti soprattutto per giovani e anziani. La carta giornaliera per le scuole, introdotta all’inizio dell‘anno, costa 15 franchi. Con l‘abbonamento seven25, i giovani al di sotto dei 25 anni possono utilizzare illimitatamente i mezzi pubblici dopo le 19:00 e pagano solo 390 franchi all’anno. Con la carta giornaliera Friends, se si viaggia in quattro il costo è di soli 20 franchi a persona. E con il credito per i mezzi pubblici, attualmente in fase di test, cerchiamo di colmare la lacuna tra l’abbonamento metà prezzo e l’abbonamento generale, ossia per chi viaggia molto con il metà prezzo ma non abbastanza per l’abbonamento generale. Non vogliamo trarre conclusioni affrettate ma chiarire con precisi test di mercato quali forme di abbonamento sono più utili e interessanti per i nostri clienti.

Mezzi pubblici

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

COMMENTI
 
CicardnaS 2 sett fa su tio
FFS = Falsi Furti Statali Massi dai, io sono felice di pagare un occhio della testa ai dipendenti delle ffs che si fanno la bella vita sulle nostre spalle. Voglio viaggiare su un treno apparentemente di lusso, e senza potermi sedere! I sogni che si avverano! Ma poi tutti i soldi spesi per mettere le macchinette dei biglietti e per pagare i controllori?! Se mettessimo tutto insieme, probabilmente avremmo gia pagato l’abbonamento generale gratuito per tutti.. sta mania di fare lavoro In-utile
Marta 2 sett fa su tio
I mezzi pubblici sono troppo cari e viaggiare in auto risulta più conveniente. Risultato: meglio soli che mal accompagnati.
fildefer 3 sett fa su tio
Non è gratuito per lo Svizzero! Fatti Ucraino, e viaggi gratis ovunque!
Siebenäsch 3 sett fa su tio
Immagina l'abisso morale di invidiare una persona che fugge lontano da casa sua per una guerra
Ilda 3 sett fa su tio
Hai ragione, è una vergogna!
Yankee 3 sett fa su tio
Abbiamo il servizio migliore al mondo ed è giusto pagarlo. Se lo usi giornalmente, non è molto più caro che utilizzare le quattro ruote
Diablo 3 sett fa su tio
Non ce stanno soldi ne per questo, ne per le casse pensioni, ne per la socialitá....dobbiamo "investirli" fuori Svizzera.
Moga 3 sett fa su tio
Perché abbiamo i mezzi pubblici più cari del mondo?
PincoPalla 3 sett fa su tio
Articolo un po' datato o un errore? Si parla di carta giornaliera Friends la cui promozione si è conclusa il 31 agosto 2022...
Sarà 3 sett fa su tio
Per chi li usa saltuariamente sono sicuramente cari, ma chi può ad esempio andare al lavoro lasciando a casa l'auto con un abbonamento diventa conveniente. E magari non è più necessario avere due auto in famiglia. Certo non è giusto penalizzare chi non può fare a meno dell'auto, ma noi ticinesi siamo notoriamente restii ad usare i mezzi pubblici, pensiamo che siano per bambini e anziani. Fortunatamente sembra che la mentalità stia cambiando.
Paolo-Basilea 3 sett fa su tio
Già da due persone l’auto costa come il treno se non meno. Quando viaggiamo di famiglia dovremmo essere dei nababbi per viaggiare su rotaie!!! Ferrovie vi interessa il profitto molto più di aumentare il numero dei trasportati (ahi noi)
Andy 82 3 sett fa su tio
credo che la parola GRATUITO da noi non esista proprio in nessun caso
Andy 82 3 sett fa su tio
io comunque mi sposto in auto e credo mi costi meno
Gianca_Zurzi 3 sett fa su tio
sicuramente e con tutto l'halbtax. Tu immagina ai turisti che neanche quello hanno quanto gli costerebbe prendere i treni svizzeri
Mal 3 sett fa su tio
Capisco che non é facile far quadrare i conti, ma così non si risolverà mai il problema. All'auto la maggior parte della gente non può rinunciare, o perché abita in posti remoti o perché ha esigenze particolari. E una volta che uno ha speso per acquistare l'auto, con questi prezzi usarla costa meno che usare i mezzi pubblici. Tassare l'auto non serve a niente. Non é un disincentivo. É solo far cassa sulle spalle di gente che non ha alternative. Serve invece fare sconti a chi paga la tassa di circolazione per rendere economicamente conveniente non usare l'auto ogni volta che il mezzo pubblico é una valida alternativa. Non serve essere laureati in economia per capirlo.
Thinks 3 sett fa su tio
Ci sono paesi meno ricchi di noi, dove hanno offerto servizi pubblici Gratuiti x tutti da tempo, ma nel nostro paese dove arraffano il più possibile tra multe, carburanti sempre al doppio nonostante il barile è al minimo, medicinali prodotti in casa al costo moltiplicato x 5, ecc... cosa pretendete?... Non la capiranno mai... Tenetevi il caos, tra qualche anno con 100mila pendolari, ci sarà da rotolarsi in terra dal ridere 😂
Elveg 3 sett fa su tio
CONCORDO PIENAMENTE!!
Elveg 3 sett fa su tio
Ormai fino a che possono mungerci non incentiveranno mai nulla!!! Dovremmo per una volta ribellarci, non tante, solo una, ma non ne siamo capaci!!
vulpus 3 sett fa su tio
Mettetevi in testa cosa succederebbe: già ora è una bolgia utilizzare i mezzi pubblici negli orari canonici!
Pensopositivo 3 sett fa su tio
Dovrebbe essere gratis almeno per le persone da 80 anni in su, come in Francia. E piú economico per il resto per convincere una parte degli automobilisti...
ReoZH 3 sett fa su tio
ovvio che è gratis ..... ops mi correggo, solo per Ucriani è gratis .
Elveg 3 sett fa su tio
CONCORDO PIENAMENTE!! E NON SOLO UCRAINI!!!
Meganoide 3 sett fa su tio
Purtroppo i mezzi pubblici in Svizzera sono troppo cari, chi potrebbe usarli saltuariamente non acquista il metà prezzo perché non riuscirebbe mai ad ammortizzarlo. Per fortuna ci sono le carte giornaliere, ma se non ho capito male avevano intenzione di toglierle.
Gianca_Zurzi 3 sett fa su tio
con tutto che la benzina è cara (1.90 chf/litro), il treno per la tratta casa lavoro sola andata mi costerebbe piu' della benzina per fare andata e ritorno. E io ho il metà prezzo! L'ideale è quando posso pedalare cosi' mi tengo in forma e faccio bene all'ambiente, ma non è sempre possibile.
NOTIZIE PIÙ LETTE