Immobili
Veicoli

LifestyleL’ex downhill biker porta l’alternativa vegana nello scaffale dei formaggi di Coop

24.05.22 - 16:14
New Roots rifornisce i negozi bio e i supermercati svizzeri con alternative vegane al formaggio.
#NSF
Lifestyle
24.05.22 - 16:14
L’ex downhill biker porta l’alternativa vegana nello scaffale dei formaggi di Coop
New Roots rifornisce i negozi bio e i supermercati svizzeri con alternative vegane al formaggio.
Dietro la start-up bernese si trova Freddy Hunziker: era sulla buona strada per diventare un downhill biker professionista quando ha scoperto il veganismo.

Veganesimo

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

Una frattura aperta del femore ha cambiato la vita di Freddy Hunziker. L’allora quindicenne bernese era sulla buona strada per diventare un downhill biker professionista quando una caduta l’ha costretto a prendersi una lunga pausa. Estinte tutte le speranze di praticare uno sport a livello professionistico, un’altra passione si è infiammata. Per rigenerare al meglio il suo corpo, Hunziker ha deciso di passare a un’alimentazione vegetale. Grazie ad essa si sentiva pieno di energia e voglia di fare. Tuttavia: «non esistevano alternative saporite al formaggio e ai prodotti caseari in generale», ricorda l’oggi ventottenne.

Nel 2015 ha quindi iniziato, insieme alla sua ex-compagna Alice Fauconnet, a darsi da fare nella cucina del suo appartamento, situato in un agriturismo, per sviluppare alternative vegane al formaggio a base di anacardi. Ignorando tutte le critiche, ha quindi fondato una start-up: New Roots. Nuove radici. «Vogliamo rifondare la tradizione svizzera dei formaggi e del latte per renderla più etica e sostenibile.» La loro tenacia è stata ricompensata: le alternative vegane fanno ora parte dell’assortimento dei grandi distributori svizzeri come Migros e Coop e dei negozi bio.

Signor Hunziker, perché il veganismo?
Sono cresciuto con la convinzione che la natura sia un bene prezioso. E come esseri umani abbiamo la responsabilità di proteggere questo valore. Questa filosofia mi ha anche spinto a fondare una mia impresa per poter offrire alla società alternative sostenibili ai classici prodotti di latte vaccino. Non trattare gli animali come mere risorse è una decisione personale. Per me è semplice vivere vegano.

Il cambio di alimentazione cambia radicalmente la routine quotidiana. In che senso è facile?
Le sfide mi spronano. Grazie allo sport e agli allenamenti, già in giovane età ho capito l’importanza della disciplina e della costanza. Senza di esse è incredibilmente difficile riuscire a centrare un successo sostenibile a lungo termine. Per quanto riguarda la sostenibilità, nemmeno io riesco sempre ad essere all’altezza delle mie aspettative. Ad esempio, mi capita di comprare alimenti imballati nella plastica o di utilizzare l’auto di tanto in tanto per mancanza di tempo o per comodità.

Non occorre quindi essere perfetti per cambiare qualcosa?
All’inizio di New Roots puntavo costantemente verso la perfezione. Con il tempo ho imparato a formulare e comunicare le mie aspettative e ambizioni in modo chiaro. Ogni persona ha le sue opinioni, i suoi talenti e le sue esperienze. Penso che sia importante che ognuno abbia la libertà di scegliere un modo adatto a sé per avvicinarsi a un tema.

Ha parlato di disciplina. Cos’altro la aiuta a rimanere sulla retta via?
Faccio il pieno di energia nella natura, ad esempio andando in bicicletta o in parapendio. Non importa quanto stress accumulo durante il lavoro, la natura mi dà un senso di pace e mi aiuta a trovare le risposte che cerco. Idee e creatività le sviluppo viaggiando o facendo sport. E la giusta calma per i grandi progetti provo a ottenerla grazie alla meditazione. Anche il lavoro con il mio team è molto gratificante. Non si può fondare e portare avanti un’impresa come questa da soli. Ogni singola persona con la sua individualità dà un contributo inestimabile.

Con New Roots produce alternative vegane al formaggio. Mano sul cuore: questo può veramente cambiare qualcosa?
Possiamo aiutare le persone a superare i primi ostacoli sulla strada verso un’alimentazione vegana. Per quanto riguarda la sostenibilità, penso che il governo e le grandi imprese dovrebbero assumersi maggiori responsabilità. Dovrebbero mettere i principi di etica e sostenibilità davanti al profitto ad ogni costo e creare quindi le condizioni per un futuro sostenibile.

Se potesse incontrare sé stesso da giovane, che consiglio gli darebbe per accompagnarlo lungo la strada?
Gli altri esseri viventi non esistono solo per essere sfruttati come risorse dagli esseri umani. Prima si riconosce questa verità, meglio è.

E quale consiglio darebbe a tutti coloro che vogliono vivere in modo sostenibile?
Lo stesso: passate a un’alimentazione a base vegetale e battetevi per la giustizia sociale. Ci vuole il contributo di tutti per portare un cambiamento nella società.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO