Immobili
Veicoli

VIVERE IN MODO SOSTENIBILEUn sito web mostra una panoramica di prodotti e servizi ecologici 

10.12.21 - 10:00
Jan Graber
VIVERE IN MODO SOSTENIBILE
10.12.21 - 10:00
Un sito web mostra una panoramica di prodotti e servizi ecologici 
Ecco ciò che i consumatori attenti all’ambiente aspettavano da sempre: una piattaforma che semplifica la ricerca di un prodotto o un servizio sostenibile. Vi presentiamo greenpick.ch.

Lo ammetto: sono un uomo che punta sulla comodità. So perfettamente che per il bene del nostro pianeta è meglio utilizzare servizi e fare acquisti in negozi che prestino la giusta attenzione alla protezione della natura, al benessere degli animali e al commercio equo nonché che emettano un’impronta di CO2 più ridotta possibile. In fin dei conti però Coop, Migros, Spar eccetera sono proprio dietro l’angolo e lì trovo tutto quello che mi serve. Trovare chi vende prodotti sostenibili può invece essere dispendioso. Sono tantissime le imprese che offrono beni e servizi sostenibili su internet, si trovano anche in ogni mercato e in tutti gli eventi a favore dell’ambiente. Ma per trovare proprio quello che ci serve ci vogliono tempo e pazienza.

Anche Michelle Oehri ha vissuto un’esperienza simile un giorno mentre cercava una crema solare che potesse essere utilizzata durante le immersioni senza danneggiare i coralli. Dopo una lunga ricerca finalmente ha trovato il prodotto giusto ma si è accorta che mancava una piattaforma che riunisse ed elencasse tutte le offerte sostenibili. Oehri lo chiama il suo «momento aha».

Trecento fornitori dopo un anno
Detto, fatto: durante una serata dedicata alle start-up, Oehri ha incontrato Martin Slawik che condivide la sua idea sull’offerta di prodotti biologici e da questo incontro è nato greenpick.ch. Un crowdfunding di successo ha confermato l’opinione di entrambi che esiste effettivamente una necessità in questo senso. In dicembre del 2020 ha visto la luce greenpick.ch. «Abbiamo cominciato con otto fornitori», spiega Oehri.

Un anno dopo, sono già più di trecento. «Ci siamo accorti presto che la gente non cercava solo prodotti biologici», spiega Oehri. Le persone cercavano ad esempio informazioni su dove noleggiare cargo bike, scambiare oggetti o prenotare viaggi sostenibili. Anche i criteri sociali devono essere presi in considerazione e non solo la sostenibilità ambientale.

Autocontrollo volontario
La lista dei fornitori continua a crescere. «I partner esistenti raccomandano spesso altri negozi o fornitori di servizi», spiega l’economista diplomata. Chi desidera offrire il proprio prodotto sulla piattaforma deve adempiere almeno tre dei venti criteri elaborati in collaborazione con la FHNW. «Il biologico da solo non basta», spiega Oehri. Offrendo ad esempio prodotti biologici regionali e consegnandoli con la bicicletta si ottiene invece l’accesso.

Per quello che riguarda la correttezza delle informazioni, la responsabilità è affidata al fornitore stesso. «Esiste anche un sistema di controllo interno», spiega Oehri. La rete è focalizzata sulla qualità. Oehri: «a lungo termine puntiamo ad ottenere un organo di controllo indipendente.» Greenpick.ch è ancora in costruzione e attualmente sono purtroppo disponibili solo negozi nella Svizzera tedesca. «Lavoriamo costantemente per migliorare la nostra web app», conclude Oehri.

In conclusione: la mia comodità è sempre più spesso messa in discussione dalla mia coscienza sporca grazie a offerte come greenpick.ch; molte alternative sostenibili mi vengono ormai offerte su un piatto d’argento. Sorry Coop, Migros e compagnia.

Ricerca su Greenpick.ch
Greenpick.ch elenca oltre 300 imprese che offrono beni e servizi ecologici ed etici. La ricerca può essere effettuata tramite parola chiave, restringendo il campo ad una determinata regione o filtrando una delle dieci categorie. I risultati vengono presentati su una mappa interattiva e sotto forma di lista. Green Pick è anche aperta a suggerimenti e raccomandazioni da parte degli utenti.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO