Immobili
Veicoli

Innovazione & energiaI funghi possono salvare il nostro mondo?

11.11.22 - 11:00
A questi organismi vengono attribuite straordinarie capacità di trasformazione.
Foto: Getty Images/iStockphoto
I funghi possono salvare il nostro mondo?
A questi organismi vengono attribuite straordinarie capacità di trasformazione.
Oltre ad alimenti e medicine, con i funghi è possibile creare case compostabili, pelle per abiti e molto altro ancora. Il potenziale è enorme.

Sembrano forme di vita provenienti da un altro pianeta: i funghi. Non sono né piante né animali. Si calcola che ne esitano circa cinque milioni di varietà ma noi ne conosciamo solo 140'000. La parte visibile è solo il frutto ed è quella che conosciamo meglio e che spesso troviamo sulle nostre tavole. Ma la parte più estesa del fungo vive sottoterra, è legata alle altre, comunica. E può costituire immense colonie.

Succede ad esempio in Oregon, negli Stati Uniti dove è stata scoperta una colonia di chiodini che si estende per più di nove chilometri quadrati. L’età stimata del fungo è di 2400 anni. Anche in Engadina esiste un rappresentante millenario di questa specie che si estende tra i 500 e gli 800 metri quadrati.

Capacità di trasformazione eccezionali

Non è però a causa della veneranda età che i funghi stanno guadagnando popolarità: in molti settori, vengono visti come ottime materie prime alternative a prodotti che generano elevate quantità di CO2. È nato un vero e proprio hype per la potenzialità dei funghi di elevarsi a salvatori del pianeta.

Da tempo conosciamo gli svariati utilizzi dei funghi in medicina. Nel 1928, il medico britannico Alexander Fleming ha ricavato la penicillina dai funghi microscopici della muffa: così è nato il primo antibiotico della storia. Da allora, questa forma di vita eucariote ha un posto fisso nella medicina. Inoltre, i funghi sono considerati ottimi alleati per la maturazione del formaggio o per i processi di lavaggio e purificazione.

Grazie alla sua struttura composta dalle cosiddette ife, singoli filamenti unicellulari che si uniscono a formare il micelio, i funghi possono offrire molto di più.

Dalle scarpe fino ai mobili e alle case

La pelle animale può ad esempio essere sostituita da un prodotto a base di funghi. La start-up americana MycoWorks ha sviluppato un metodo per far crescere i miceli intrecciati per ottenere un’alternativa alla pelle particolarmente resistente dal nome di Reishi.

La start-up newyorkese Ecovative Design punta su funghi e materiali di scarto per produrre un materiale pressato con cui è possibile costruire mobili. Con un prodotto dal nome MycoFoam, Ecovative Design offre inoltre un sostituto al polistirene e con MycoFlex anche un materiale per imbottiture a base di funghi.

Molti pionieri sperimentano attualmente la produzione di materiali da costruzione. L’impresa svizzera Mycosuisse a Emmenbrücke ha ad esempio sviluppato delle mattonelle nonché delle lastre stabili a base di funghi. Le case di funghi sarebbero compostabili e questo materiale potrebbe sostituire il cemento che genera elevate emissioni di CO2. I prodotti a base di funghi sono adatti anche per materiali per l‘isolamento, la copertura e l’imballaggio.

Risolutore dei problemi del futuro

È stato supposto che dei 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’ONU stabiliti nel 2015, dieci potrebbero essere risolti tramite l’impiego dei funghi, soprattutto per quanto riguarda l’alimentazione.

In breve: i funghi hanno un’eccezionale capacità di trasformazione. Tuttavia, per i prodotti a base di funghi non esiste ancora un mercato di massa. Per ora la ricerca e la produzione sono esclusivamente di nicchia. L’istituto Fraunhofer calcola un tempo necessario per lo sviluppo tra cinque e i dieci anni prima che i funghi possano esibire la loro piena, miracolosa capacità di riparare il nostro ambiente.

Funghi

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE