TiPress
CANTONE
14.12.2017 - 11:310

Un “corso passerella” nel Sottoceneri?

Con un’interrogazione è stato chiesto al Consiglio di Stato di aprire un'altra classe in considerazione del raddoppio del numero di studenti ammessi

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha recentemente approvato il raddoppio del numero di studenti che potranno seguire “l’anno passerella” presso il Liceo cantonale di Bellinzona, per accedere in seguito agli studi accademici. Ha altresì deliberato che la distinzione tra il corso per accedere agli atenei e quella per accedere al Dfa (Dipartimento formazione e apprendimento della Supsi) verrà a cadere.

Lelia Guscio, Franco Celio, Claudio Franscella, Raoul Ghisletta, Tamara Merlo e Sergio Morisoli hanno presentato un’interrogazione al Governo ticinese per l’apertura di una classe nel Sottoceneri.

La sede attuale - secondo la prima firmataria Leila Guscio - «non è idonea. Il Liceo è sovraffollato e non dispone già da tempo degli spazi necessari, tantomeno per una ulteriore classe di 25 studenti».

Al Consiglio di Stato viene domandato quali sono i motivi alla base del raddoppio del corso passerella e se sussiste la possibilità di proporre un corso in un istituto medio-superiore del Sottoceneri («molti studenti provengono dal Luganese e dal Mendrisiotto»). I firmatari intendono inoltre capire se è stata verificata la disponibilità dei docenti per il corso.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
sottoceneri
passerella
studenti
corso passerella
consiglio stato
raddoppio
classe
consiglio
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-16 22:40:50 | 91.208.130.87