TiPress
CANTONE
02.12.2017 - 11:390

Religione nelle scuole, per il PPD eliminarla è «fanatismo»

Il partito accusa alcuni membri del PS che vorrebbero eliminare l'ora facoltativa prevista in I, II e III media

BELLINZONA - Il Partito popolare democratico ha accolto positivamente il compromesso raggiunto sull’insegnamento religioso nelle scuole: dal 2019, infatti, dalla prima alla terza media è prevista l’ora di religione facoltativa, mentre in quarta media si studierà come materia obbligatoria storia delle religioni. Il PPD, però, non vede di buon occhio la presa di posizione del Partito socialista.

Il PS auspica che il compromesso raggiunto «sia solo l’inizio di un percorso che porti il DECS a mettere in discussione anche l’insegnamento della religione nelle classi I, II, III, tenendo conto sia dell’importanza di un insegnamento aconfessionale sia delle motivazioni dei Liberi pensatori». Per il PPD è la dimostrazione che «per alcuni il messaggio evangelico di amore, pace e fratellanza nonché aiuto al prossimo, un pericoloso esempio di civiltà che va contrastato ed eliminato dal Pianeta».

Nel comunicato stampa trasmesso alle redazioni, la volontà di chi intende «annientare e neutralizzare le tradizioni, simboli e radici della nostra identità e del nostro Paese» è definita «più pericolosa dell’estremismo».

Il PPD, rappresentando «la maggioranza della popolazione», non è d’accordo con la limitazione della libertà personale e «l’auto-annullamento dei fondamenti della nostra storia e della nostra civiltà, con l’unico scopo (per alcuni) di non infastidire le altre culture che generosamente vengono ospitate e che nessuno di noi vuole, al pari della nostra, eliminare e ancor meno ghettizzare».

«Se si continua di questo passo - conclude - presto ci sarà chi vorrà abolire il Natale, i presepi, il san Nicolao, le feste popolari e magari anche il dialetto ticinese».

1 mese fa In quarta media si studierà Storia delle religioni
1 mese fa Insegnamento aconfessionale, PS: «Ora avanti con le altre classi»
Commenti
 
samarcanda 1 mese fa su tio
No, fanatismo è imporla. Che poi, attenzione, NON sarà ora di storia delle religioni, ma indottrinamento. V. la particolare cura nel voler trattare la figura del Cristo, pura invenzione e sberleffo alla storia. La scuola deve trattare le materie con metodo scientifico e non indottrinare, altrimenti smentisce se stessa. Ma parliamo della figura del Cristo. A chi piace? A chi è stato indottrinato. A me no. Appare da subito chiaro che la sua nascita è falsa: "Nato da una vergine...". Impossibile! Si dà per scontato che il padre sia un dio maschio, ma dai! Si tratta solo del parto di un'idea e gli autori, indicando la verginità della madre, lo ammettono apertamente. Numerose sono state le vergini che hanno partorito dei nella mitologia mondiale. Questo "dio" era stato "partorito" in India millenni prima della nascita del supposto Cristo e rappresenta, in realtà, il dio del sole. Mito espanso via via in Medio oriente, divenuto il dio Mithra, Apollo, Bacco, Amon... Un mix di miti che si sono condensati in uno. Questo "dio" lo incontravano anche i Nabatei (v. rotoli di Qumran), soprattutto quando erano sotto l'effetto di certi funghetti allucinogeni. Spiegheranno tutto questo i docenti preposti all'insegnamento religioso? Certamente no! I cattolici vogliono aspettare al varco gli adolescenti per inculcare loro quel mito dannosissimo che ha favorito disastri nella storia dell'umanità. Il cristianesimo è, infatti, la religione più sanguinaria di tutta la storia umana. Con lucido e doloroso distacco, Yukio Mishima individuava nei personaggi maschili dai corpi sanguinanti dell'iconografia cristiana (v. il suo romanzo: "Confessioni di una maschera") una fonte di eccitazione sessuale per gli omosessuali maschi. Il che è comprovato dall'alto tasso di religiosi omosessuali e dall'odio nei confronti delle donne insito nelle religioni. Il che non mi disturba se si tratta di adulti consapevoli e consenzienti, ma se imposto a minorenni, allora è riprovevole, perché diventa una sottile e prevaricante imposizione pedofila di tipo omosessuale. Io la penso così e anche questo è suffragato dai numerosi e dolorosissimi abusi ai danni di minori. Per non parlare degli omicidi di bambini, dei sacrifici rituali degli stessi, durante delle messe nere, avvenuti nelle chiese nei tempi passati, delle migliaia di cadaverini trovati nei giardini delle suore in Irlanda, Scozia, ecc. Ma veramente vogliamo che una tale religione (ma anche altre) si occupino dei nostri figli e nipoti? E proprio nelle scuole? Socialisti che ignorano la storia, l'etica, l'attualità, cioè: dei cattocomunisti!!! Vergognoso!
samarcanda 1 mese fa su tio
No, fanatismo è imporla. Che poi, attenzione, NON sarà ora di storia delle religioni, ma indottrinamento. V. la particolare cura nel voler trattare la figura del Cristo, pura invenzione e sberleffo alla storia. La scuola deve trattare le materie con metodo scientifico e non indottrinare, altrimenti smentisce se stessa. Ma parliamo della figura del Cristo. A chi piace? A chi è stato indottrinato. A me no. Appare da subito chiaro che la sua nascita è falsa: "Nato da una vergine...". Impossibile! Si dà per scontato che il padre sia un dio maschio, ma dai! Si tratta solo del parto di un'idea e gli autori, indicando la verginità della madre, lo ammettono apertamente. Numerose sono state le vergini che hanno partorito dei nella mitologia mondiale. Questo "dio" era stato "partorito" in India millenni prima della nascita del supposto Cristo e rappresenta, in realtà, il dio del sole. Mito espanso via via in Medio oriente, divenuto il dio Mithra, Apollo, Bacco, Amon... Un mix di miti che si sono condensati in uno. Questo "dio" lo incontravano anche i Nabatei (v. rotoli di Qumran), soprattutto quando erano sotto l'effetto di certi funghetti allucinogeni. Spiegheranno tutto questo i docenti preposti all'insegnamento religioso? Certamente no! I cattolici vogliono aspettare al varco gli adolescenti per inculcare loro quel mito dannosissimo che ha favorito disastri nella storia dell'umanità. Il cristianesimo è, infatti, la religione più sanguinosa di tutta la storia umana. Con lucido e doloroso distacco, Yukio Mishima individuava nei personaggi maschili dai corpi sanguinanti dell'iconografia cristiana (v. il suo romanzo: "Confessioni di una maschera") una fonte di eccitazione sessuale per gli omosessuali maschi. Il che è comprovato dall'alto tasso di religiosi omosessuali e dall'odio nei confronti delle donne insito nelle religioni. Il che non mi disturba se si tratta di adulti consapevoli e consenzienti, ma se imposto a minorenni, allora è riprovevole, perché diventa una sottile e prevaricante imposizione pedofila di tipo omosessuale. Io la penso così e anche questo è suffragato dai numerosi e dolorosissimi abusi ai danni di minori. Per non parlare degli omicidi di bambini, dei sacrifici rituali degli stessi, durante delle messe nere, avvenuti nelle chiese nei tempi passati, delle migliaia di cadaverini trovati nei giardini delle suore in Irlanda, Scozia, ecc. Ma veramente vogliamo che una tale religione (ma anche altre) si occupino dei nostri figli e nipoti? E proprio nelle scuole? Socialisti che ignorano la storia, l'etica, l'attualità, cioè: dei cattocomunisti!!! Vergognoso!
pillola rossa 1 mese fa su tio
"...per alcuni il messaggio evangelico di amore, pace e fratellanza nonché aiuto al prossimo..." Sì Sì, Argo1 infatti vi è particolarmente riconoscente... un classico oregiatt parlare bene e razzolare male. Peccato che vi abbiano scoperti. Se non sapete distinguere il bene dal male vi serve una coscienza, non una religione!
oxalis 1 mese fa su tio
Cari uregiatt, preocüpeves mia che tant ul Natal e tüt chel che a ga gira inturnu al sarà sempar mantegnü, se non altru par ul gran business (e nagot d'altru) che al rapresenta.
Potrebbe interessarti anche
Tags
ppd
religione
scuole
media
partito
insegnamento
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-19 10:41:40 | 91.208.130.86