Ti Press
MENDRISIO
24.11.2017 - 16:170

Quale sarà la via della libertà? Lo riveleranno i Liberisti ticinesi

La sesta edizione di Interlibertarians 2017 si terrà all’Hotel Coronado

MENDRISIO - Quale sarà la via della libertà? È questo il tema di Interlibertarians 2017, la sesta edizione della Conferenza annuale dei libertari, organizzata dal Movimento Libertario italiano e dai Liberisti ticinesi. L’appuntamento è per domenica a 3 dicembre 2017, dalle h 14:30 alle h 18:30, all’Hotel Coronado di Mendrisio. 

L’edizione di quest’anno prenderà in rassegna una serie di avvenimenti esteri e di iniziative popolari svizzere, che, in un modo o nell’altro, coinvolgono la sfera della libertà individuale.Il primo relatore sarà Enric Ravello, laureato in storia, scrittore e imprenditore, segretario del partito indipendentista catalano Som Catalans, che riferirà sulla situazione attuale in Catalogna e sulle prospettive della sua indipendenza dalla Spagna.Seguirà Massimiliano Romeo, presidente del gruppo Lega Nord Regione Lombardia, che illustrerà la via scelta dal suo partito, la quale prevede una più larga autonomia della regione Lombardia da Roma, senza mettere però in discussione la sua appartenenza all’Italia.Rivo Cortonesi illustrerà la linea politica dei Liberisti ticinesi volta a riportare i Comuni elvetici al centro della vita istituzionale svizzera attraverso una Confederazione di Liberi Comuni in luogo dell’attuale Federazione di Cantoni: una specie di ritorno ad una situazione per certi versi molto simile a quella antecedente la guerra del Sonderbund, che vide la fine del modello confederativo svizzero, durato per quasi sei secoli, dal 1291 al 1848.Gabriele Lafranchi, membro del gruppo di studio per l’iniziativa popolare svizzera Piena Sussidiarietà, ne commenterà la proposta di testo, che attraverso la modifica degli articoli 5a e 26 della Costituzione elvetica, si propone di tutelare l’uso libero e responsabile dei frutti del proprio lavoro e la loro difesa. Sergio Morandi, membro del consiglio scientifico dell’iniziativa popolare svizzera Moneta Intera, sulla quale si andrà a votare in Svizzera probabilmente nel mese di giugno 2018, illustrerà la proposta di modifica del sistema bancario e monetario elvetico volta ad impedire il ripetersi dell’esplosione ciclica di bolle economiche e a sottrarre i conti correnti dei cittadini dal capitale di rischio delle banche.Infine Alain Bühler, vicepresidente del Comitato nazionale dell’iniziativa popolare svizzera NO Billag, sulla quale si voterà il 4 marzo del prossimo anno, parlerà delle buone ragioni per votare SÌ all’abolizione del canone radiotelevisivo più alto d’Europa, attraverso il quale, oltre alla TV di Stato, vengono finanziate in Svizzera anche aziende radiotelevisive private. 

Altri dettagli su www.interlibertarians.org

Facebook: https://www.facebook.com/groups/301990250279267

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticinesi
libertà
liberisti ticinesi
liberisti
via
popolare svizzera
iniziativa
edizione
iniziativa popolare
iniziativa popolare svizzera
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-21 11:25:23 | 91.208.130.86