Tipress
LOCARNO
10.11.2017 - 06:210

MontagnaViva, no al salario minimo: «È indegno»

Anche la decisione di non estendere anche alle piccole stazioni sciistiche il credito ha generato forti reazioni: «Vergogna!»

LOCARNO - “Indegno” è l’aggettivo usato più volte da MontagnaViva per descrivere la cifra fissata per il salario minimo e la negata estensione del credito alle piccole stazioni sciistiche: «Questi impianti di risalita sono utilizzati prevalentemente da giovani famiglie che fanno vivere e animano diverse zone depresse delle nostre valli. Il tutto per risparmiare nemmeno 60’000 franchi: vergogna!» si legge in un comunicato apparso su Facebook.

Tags
salario
salario minimo
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-19 20:54:19 | 91.208.130.87