Tipress
LUGANO
26.10.2017 - 16:040

«Abbiamo raggiunto il pareggio dei conti»

Il Preventivo 2018 della Città prevede un disavanzo di 1,9 milioni di franchi. Ma il moltiplicatore resta invariato all’80%

LUGANO – «Rispetto a quattro anni fa la situazione finanziaria della Città di Lugano è radicalmente cambiata». È con soddisfazione che il sindaco Marco Borradori ha presentato, poco fa, il Preventivo 2018, che presenta un disavanzo di 1,9 milioni di franchi. «Un risultato – ha sottolineato – che abbiamo raggiunto grazie a un piano finanziario sufficientemente ambizioso». Ma ora il prossimo obiettivo è la riduzione graduale dell’indebitamento.

Il ruolo della Città - Negli ultimi anni i sacrifici non sono mancati. Il ruolo di Lugano non è però cambiato, «è riuscita a mantenere una posizione trainante a livello cantonale». E sul territorio comunale, come ha ricordato il sindaco, i progetti non mancano. Dallo sviluppo e l’affermazione del LAC alla definizione del comparto di Cornaredo, alla riqualificazione dell’area pedonale cittadina. Sul fronte degli investimenti, per il 2018 si parla di 63,1 milioni di franchi. E l’intenzione è di continuare a crescere, arrivando a a 72,1 milioni nel 2021. «Investiremo nella qualità e nei quartieri, senza indebitarci ulteriormente» ha spiegato il municipale Michele Foletti, capo Dicastero consulenza e gestione.

Tassa sui rifiuti, solo di base - Si parla anche dell’attesa tassa sui rifiuti, che per il prossimo anno è però contemplata soltanto per quanto riguarda quella base (con una riduzione delle entrate di 3,5 milioni di franchi rispetto al Piano finanziario). «Avevamo previsto la tassa piena – ha detto Foletti – ma c’è ancora l’incognita di un ricorso pendente». La prima fattura per i rifiuti dovrebbe comunque arrivare nelle case dei cittadini luganesi entro la fine del 2018.

Il moltiplicatore non cambia - L’obiettivo di pareggio dei conti del Preventivo 2018 è tra l'altro stato ottenuto grazie a una crescita contenuta dei costi e a un aumento significativo dei ricavi, pur mantenendo il moltiplicatore all’80% (il Piano finanziario ne prevedeva l’aumento all’82%). È quindi previsto un gettito fiscale di 246,5 milioni di franchi (il cui 30% proviene dalle persone giuridiche). «La discussione su un’eventuale riduzione del moltiplicatore sarà affrontata soltanto nel momento in cui avremo un regolamento sui rifiuti» ha concluso Foletti.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
milioni franchi
franchi
rifiuti
moltiplicatore
pareggio
tassa
città
foletti
piano finanziario
riduzione
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-24 15:51:22 | 91.208.130.87