BELLINZONA
28.04.2017 - 14:260

«Non erano autorizzati, ma il Municipio ha deciso di tollerarli»

Il Consiglio di Stato ha risposto a un'interrogazione di Robbiani sulla manifestazione avvenuta il 2 marzo a Chiasso

BELLINZONA - Il Consiglio di Stato ha risposto a un’interrogazione di Massimiliano Robbiani (Lega) in merito a una manifestazione avvenuta il 2 marzo in Piazza Indipendenza a Chiasso, in cui i partecipanti avevano distribuito dei volantini per poi proseguire in direzione della stazione.

In particolare, il granconsigliere chiedeva se i promotori avessero l’autorizzazione per svolgere questo raduno e chi si sarebbe assunto le spese per la sicurezza.

Nella risposta, il Governo ha precisato che la concessione dell'autorizzazione è di competenza comunale e che, nel caso specifico, «il Municipio ha deciso di tollerare la manifestazione benché non fosse stata chiesta alcuna autorizzazione».

Il Consiglio di Stato ha poi aggiunto che «non trattandosi di un movimento, un partito o un’associazione, bensì di un semplice raduno di persone, non esistono riferimenti ai quali attenersi e l’identificazione comporterebbe un dispendio di forze e costi non indifferente». «Inoltre negli ultimi 30 anni la polizia cantonale non ha mai fatturato costi di questo tipo».

L’operazione di sicurezza è costata in totale circa 26’000 fr.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
autorizzazione
consiglio stato
municipio
stato
manifestazione
consiglio
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-22 13:05:35 | 91.208.130.87