tipress
CANTONE
28.12.2017 - 15:340

Allerta vento e pericolo valanghe, Ticino da "bollino rosso"

Raffiche fino agli 80 chilometri a basse quote e possibili distacchi del manto nevoso, anche di grosse dimensioni

LUGANO - Dopo la nevicata di ieri è spuntato il sole, ma il maltempo non cessa d'essere, seppur in altre forme. Un'allerta meteo per venti tempestosi è stata diramata da MeteoSvizzera per tutto il Cantone. Fino alla mezzanotte di oggi, infatti, insisteranno venti fino agli 80 km/h in bassa quota e in alta montagna fino ai 110 km/h.

Come se non bastasse, soprattutto nelle zone di Airolo e San Bernardino, il rischio di valanghe è da bollino rosso. La neve fresca e la neve ventata, infatti, non si sono ben legate con la neve vecchia. Per questo motivo sono possibili valanghe spontanee che, in alcuni punti, possono trascinare il debole manto di neve vecchia e raggiungere grandi dimensioni. Per questo motivo i tratti esposti delle vie di comunicazione sono potenzialmente in pericolo.

Sport invernali a rischio - C'è pericolo anche per gli appassionati di sci. Un singolo sciatore può infatti provocare il distacco di valanghe, anche di dimensioni pericolosamente grandi. Per le escursioni e le discese fuori pista, le condizioni sono ugualmente pericolose. Il rischio non è grave, ma comunque marcato anche per tutto il resto delle zone sopra i 1800 metri nel resto del Cantone.

A seguito di questa situazione, ricordiamo, il comprensorio sciistico di Airolo-Pesciüm - che si trova in zona rossa (vedi articolo allegato) - rimane chiuso fino a nuovo avviso.

Rischio anche oltre confine -  Il rischio di valanghe non è minore anche oltre confine, in Valtellina, in Valchiavenna e in generale su tutte le Alpi lombarde, per l'abbondante nevicata delle ultime 24-48 ore. In particolare sulle alpi Orobie e Retiche sono stati diffusi avvisi per segnalare che è assolutamente vietato lo sci fuoripista e chiusi per la neve molti valichi alpini.

Tendenza neve fino a sabato - Nella mattinata di domani ci saranno le ultime schiarite nelle regioni occidentali, mentre in quelle orientali e meridionali il tempo sarà piuttosto soleggiato. Nel corso della giornata la nuvolosità aumenterà a partire dalle regioni occidentali e ci saranno deboli nevicate. Il vento proveniente da ovest si intensificherà. La situazione valanghiva, di conseguenza non subirà variazioni degne di nota.

Per sabato sono attese precipitazioni intense nelle regioni occidentali e settentrionali. Il limite delle nevicate salirà rapidamente a 2000 metri e il pericolo di valanghe asciutte in alta quota e quello di valanghe bagnate alle quote di bassa e media montagna aumenterà notevolmente.

3 sett fa Pericolo valanghe, chiuso Airolo-Pesciüm
Commenti
 
Alessandro Allia 3 sett fa su fb
Stiamo cavoli
Ivana Kohlbrenner 3 sett fa su fb
il termine NON è corretto NON si diventa Svizzeri ma ci si naturalizza caso mai... .....IL dna non cambia comunque MAI..
Carla Notari 3 sett fa su fb
Mi raccomado sciate fuori pistaaa.....
miba 3 sett fa su tio
Accidenti! La traversata a piedi della Siberia non è niente in confronto.....
Potrebbe interessarti anche
Tags
neve
valanghe
rischio
pericolo
allerta
dimensioni
bollino
regioni
regioni occidentali
bollino rosso
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-22 05:21:21 | 91.208.130.87