tipress
CANTONE
02.11.2017 - 12:010

Frontaliere svaligia un caveau, arrestato a Vicenza

L'uomo, residente nel comasco, lavorava presso un ufficio cambi di Lugano. Nel weekend il furto, poi la fuga

LUGANO - Un 61enne di origini campane, ma residente nel Comasco, è stato arrestato ieri dalla polizia di Vicenza. L'uomo è accusato di aver svuotato tre cassette di sicurezza in Ticino.

Stando a quanto riferisce il portale EspansioneTv, il 61enne aveva trascorso la notte a Vicenza, forse intenzionato a fuggire all’estero.

Già noto alle forze dell’ordine, da anni lavorava a Lugano in un ufficio cambi. Questo fine settimana, secondo l’accusa, avrebbe svuotato tre cassette di sicurezza portando via denaro, documenti, gioielli e altri oggetti, prima di darsi alla fuga. A tradirlo è stato uno dei suo telefoni cellulari, intercettato proprio a Vicenza.

Avvistata la sua Mercedes, la polizia ha atteso fino all'arrivo dell'uomo, quindi lo ha arrestato. Durante la perquisizione è stato trovato in possesso di 10 mila euro in contanti e un orologio d’oro di valore.

Il fermo non è però scattato per il furto (in quanto commesso all'estero), ma per il possesso di oggetti atti ad offendere: nell’auto aveva un piede di porco, un cacciavite e uno scalpellino, usati probabilmente per aprire le cassette di sicurezza.

Il 61enne si trova ora dietro le sbarre in Italia, in attesa di essere interrogato dalla magistratura ticinese.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
vicenza
lugano
cassette
sicurezza
cassette sicurezza
61enne
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-24 17:54:15 | 91.208.130.86