Tipress
LUGANO
02.11.2017 - 08:420

Truffa moglie e suocero per dare i soldi all’amante

Il 39enne è stato condannato a 22 mesi di reclusione sospesi e ad una multa. Rimborserà le vittime

LUGANO - Un 39enne italiano è stato condannato a 22 mesi di reclusione, sospesi con la condizionale per 2 anni, e ad una multa per ripetuta appropriazione indebita, truffa, falsità in documenti, conseguimento fraudolento di una falsa attestazione, ripetuto riciclaggio di denaro e contravvenzione alla legge sugli stupefacenti.

Lo riferiscono i quotidiani ticinesi, spiegando che l’uomo - comparso di fronte alle Assise correzionali di Lugano -, per 12 mesi a partire dall’aprile del 2016, ha messo in atto un astuto inganno sottraendo circa 200mila franchi alla moglie dalla quale si sta separando e al suocero, per poi “investirli” in una relazione extraconiugale.

Il 39enne, processato con il rito abbreviato, ha accettato di rimborsare le vittime.

Tags
moglie
39enne
suocero
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-23 12:23:48 | 91.208.130.86