20 minuti/tio.ch
GAMBAROGNO
13.08.2017 - 14:160

«Da dicembre non riesco più a guadagnare un franco»

Chiude la storica bottega Impronta. L'agonia della gerente: «Le ho provate tutte. Non voglio indebitarmi». Capolinea anche per la panetteria accanto

GAMBAROGNO – «Le ho provate tutte. Chiudo per non indebitarmi». Sono parole intrise di amarezza quelle di Ilaria Togni, gerente della storica bottega Impronta di Magadino. Il negozio gambarognese chiuderà i battenti il prossimo 31 agosto. Una fine ingloriosa, avvolta dall'indifferenza. «Da dicembre non riesco a guadagnare un franco – sospira Ilaria Togni – nel negozio entrano pochissime persone. Quasi tutti turisti. La gente del posto lo ignora».

Alla faccia della "Silver Economy" – E pensare che proprio di recente le teorie legate alla "Silver Economy", complice l'invecchiamento della popolazione svizzera, avevano preannunciato un ritorno in auge per i negozietti di paese nella Confederazione. Andate a spiegarlo a Ilaria Togni. «La concorrenza dei grandi centri commerciali e la vicinanza al confine italiano mi stanno penalizzando parecchio. Mi spiace, non mi conviene più tenere aperto».

Iniziative senza risposta – Aveva ritirato il negozio poco più di un anno fa. Con tanto entusiasmo e con tanta voglia di fare. Oggi Ilaria Togni è sconsolata. «Sapevo che questa bottega aveva quarant'anni di storia alle spalle. Ho lanciato un sacco di iniziative per portare la gente qui. Ho abbassato i prezzi di molto. Tra gli alimentari e i vini, vendevo anche libri e altre cose. Tutte idee cadute nel vuoto».

Senza senso – Come se non bastasse, anche la panetteria accanto, El Prestin, si appresta ad abbassare le serrande. Più o meno per gli stessi motivi. Ilaria Togni si abbandona a un ultimo sfogo. «Il mio negozio è situato sulla strada principale e ha pure diversi posteggi. Eppure è sempre vuoto. Non riesco a pagarmi lo stipendio. Non ha alcun senso continuare così».

4 mesi fa Le botteghe di paese non son morte: le salveranno i nostri vecchi
11 mesi fa La Manor chiude e noi resistiamo. Come? «Orari d’apertura prolungati e cordialità»
Commenti
 
Domenico Ferraro 3 mesi fa su fb
Dovete ringraziare i monopoli dei prezzi....logico più compri meno paghi....ma poi i nostri supermercati e la gente che vota cosa fanno? Aumentano gli orari d apertura e chiusura impongono a personale trasferimenti in altre sedi orari super elastici...i piccoli negozi per campare devoni avere prezzi concorrenziali a loro....è semplicemente impossibile...è la legge del Menga
Sarà 3 mesi fa su tio
Migros e Coop hanno oramai il monopolio anche dei piccoli negozi legati ai distributori di benzina, dove trovi di tutto. Coop ha aquistato anche la catena di negozi Aperto... Mi viene anche qualche dubbio che si facciano davvero concorrenza...
Lore62 3 mesi fa su tio
...e non avete idea della velocità che cominceranno a chiudere anche i grossi centri commerciali, per gli acquisti in vertiginosa crescita negli ultimi anni, e non solo da noi !!
Lore62 3 mesi fa su tio
@Lore62 ...acquisti online...
clay 3 mesi fa su tio
tutti a Luino ...nhèèè !!!.....e poi lamentatevi che in Ticino si chiude come bere l`acqua !!
vulpus 3 mesi fa su tio
I grandi centri hanno azzoppato questi negozi periferici, dove pure trovi merce a prezzi interessanti, ma logicamente non trovi tutto. Se poi la posizione del negozio , non è in un centro paese, ma per raggimgerlo devi prendere la vettura, il cliente si invoglia a fare qualche chilometro oltre e trova di più. Ancora una volta se queste iniziative vogliamo che sopravvivono è necessario che l'ente pubblico faccia la sua parte, abbandonando l'incasso di tasse varie e forse anche una partecipazione al costo ell'affitto. Questo naturalmente se il negozio è considerato un servizio pubblico.
Giuliano Forlini 3 mesi fa su fb
Se si compra solo in Italia, questo è il risultato..anche in questo il Ticino è simile all'Italia: si dà la colpa ai politici dei problemi, quando poi sono anche gli stessi cittadini a crearli
Svizzeraefieradiesserlo 3 mesi fa su tio
Se non funziona, significa che non ce n'è bisogno.
beta 3 mesi fa su tio
@Svizzeraefieradiesserlo Risposta idiota ! Quando i costi per l'auto o per i trasferimenti ai grandi centri saranno insopportabili mangerete i sassi ? Buona giornata .
Meno 3 mesi fa su tio
@beta Magari una risposta cinica, ma non idiota.
beta 3 mesi fa su tio
@Meno Magari é una di quelle, la cinica, che quando le mancava il panino di burro o il litro di latte, il negozietto sotto casa, le andava bene ? E magari era anche una di quelli che ... marcava e pagava quando poteva ? Ed é meglio che mi fermo perché te ne potrei scrivere un libro . Quando la pacchia finirà e vedrai che finirà , allora mangeranno le .... foto .
Sergio Oliboni 3 mesi fa su fb
Mantenere l'economia da noi, sarebbe la cosa più sensata perché ne andrebbe a beneficio di tutto il paese. Purtroppo c'è chi effettivamente, con il salario che percepisce, non riesce a far quadrare i conti, ( per colpa di questo sistema fallimentare ), e allora cerca di ovviare al problema, sopratutto le famiglie, andando a fare la spesa in Italia, e non per questo devono essere biasimate, sopratutto quando certi politici predicano di spendere in casa propria, poi sono i primi che trovi al mercato di PonteTresa o di Luino !!!!
Sacha Pini 3 mesi fa su fb
Ma come vuoi pretendere una sicurezza finanziaria con un negozio alimentare di paese al giorno d'oggi.
Meck1970 3 mesi fa su tio
Fino a quando le spese non si abbassano (anzi aumentano sempre di più) ,di soldi in tasca per spenderli ne resteranno sempre meno. È normale che la gente va a comprare dove si spende di meno. Mi dispiace tanto per i piccoli negozi che devono chiudere. Purtroppo andremo sempre in peggio in tutto.
Susy Capponi 3 mesi fa su fb
😡😡😣😣
Bandito976 3 mesi fa su tio
Io ho chiuso il garage. Oggi purtroppo si cerca il risparmio e i soldi da spendere sono sempre meno. Grazie alla politica dello svendere.
Orso 3 mesi fa su tio
Almeno qualcuno ora non dirà che è colpa dei frontalieri o altro. Comunque anche qui.....tutti a lamentarsi quando chiudono i commerci nei paesini e poi nessuno ci va a comprare. Ma l'ipocrisia delle persone? E non ho capito il commento del collega sul fatto dei salari minimi e come lo ha collegato a questo. Qui è commercio basta....o vivi o muori.....
Antonina Foddanu 3 mesi fa su fb
E successo anche a me in Italia , però colpa dei cinesi , il commercio e delicato se nessuno lo protegge !
spank77 3 mesi fa su tio
Davvero peccato...eppure basterebbe che ogni abitante del paese spendesse anche anche solo pochi franchi al mese in queste botteghe (magari spendendo 40 franchi anziché 30 franchi spesi dai grandi colossi)....Quello che fa rabbia è che poi quando svendono tutto al 50% si formano magari anche colonne di persone a fare l'affare... Verrebbe voglia -per orgoglio- di dare quello che avanza in beneficenza... L'unico modo per sopravvivere è trovare il "servizio" in più...magari preparando la spesa pronta al ritiro o portarla casa...orari diversi dai centri commerciali (catturare clienti che per ragioni lavorative non riescono a passare nelle normali fasce lavorative)...selezionare prodotti non reperibili negli altri centri...vendere sfuso per richiamare clienti eco-sostenitori (come nelle vecchie botteghe) ... Che un artigiano del pane debba chiudere...è invece ancora più triste...non so se è il caso ...ma tra il pane acquistato dal piccolo panettiere e il pane acquistato nei grandi centri commerciali non c'è paragone (odore, sapore...croccantezza al taglio...)...
Cinzia Marin 3 mesi fa su fb
Ma è risaputo da anni ormai che sono le grandi catene di supermercati a far chiudere il piccolo negozio...... Non solo in Ticino chiudono i piccoli negozi ma ormai purtroppo è d dappertutto così.... Poi uno è libero di scegliere dove e come spendere i propri soldi!!!!!!!.......
Andreza Zaugg 3 mesi fa su fb
Una cosa è pagare un po' di più l'altra è pagare tante volte il doppio e a volte anche il triplo per lo stesso prodotto... ricordiamo che gran parte guadagna il minimo vitale... e chi guadagna una paga intera con a volte due tre figli da mantenere e una moglie che non lavora o a volte lavora con una bassa percentuale fanno comunque fatica... qui tutto costa troppo... a partire già dei affitti del trasporto pubblico sanità... TUTTO ! E ora che si scopre che a volte nemmeno i prodotti "Svizzeri" sono Svizzeri chi te lo fa fare a comprare sempre qui ? Senza parlare che i piccolo commercio come botteghe e ecc costano ancora di più. Ma credo proprio che sarebbe ora di regolare i prezzi per tutto quanto.
Anastacia Souza 3 mesi fa su fb
Dov e questo negozio
Ercole Il Carlino 3 mesi fa su fb
Ed altro pezzetto che se ne va
Vincenzo Maresca 3 mesi fa su fb
Non è la triste realtà del Ticino....ma la triste realtà dei tempi moderni...non crediate che nella vicina italia i piccoli negozietti e le botteghe facciano salti di gioia....ne ho visti chiudere a decine anche al mio paese natale....negozi a pochi metri dal mio portone dove capitava che x prendere qualcosa al volo che ti mancava era l'ideale....ma ha chiuso x gli stessi motivi....nonostante proprio fosse sotto al nostro naso la maggior parte preferiva prendere l'auto e recarsi a 2km di distanza al vicino supermercato....più grande più fornito con tutte le ultime novità e tutti i marchi...oltre avere anche altre chincaglierie tanto care a chi fa acquisti compulsivi....
Marcella Sauro 3 mesi fa su fb
Che triste realta' x il nostro bel Ticino😡
Romy Ribi 3 mesi fa su fb
Magari la gente che ha uno stipendio medio.. e che fa fatica ad arrivare a fine mese giustamente va in Italia a fare la spesa; fintanto che le nostre Migros/ Coop e Cie non abbassano i prezzi e fanno molti benefici e ... poca beneficenza 😎!
Barbara Castellari 3 mesi fa su fb
Anche i ricchi svizzeri fanno la spesa in Italia... non perché uno ha i soldi è cretino da spender di più ... in Italia il mangiare è decisamente migliore.
Ste Anna 3 mesi fa su fb
Il Ticino e finito buona fortuna
Marco Edoardo Dozio 3 mesi fa su fb
Beh... in America chiudono anche i grossi centri commerciali per la grossa concorrenza dello shopping online....
Romy Ribi 3 mesi fa su fb
Arriveremo anche a questo
Marco Edoardo Dozio 3 mesi fa su fb
Il mondo si evolve....
Ale Bergeron 3 mesi fa su fb
Compro online per la comodita'percio'viva la tecnologia
Marco Edoardo Dozio 3 mesi fa su fb
Ognuno è libero di scegliere il modo più consono per fare gli acquisti. è anche vero che gli anziani hanno sempre avuto un negozietto di paese e questo è per loro un problema.
Paola Pedra-Longhi 3 mesi fa su fb
Con la chiusura di questi piccoli negozi ci vanno di mezzo anche molti piccoli produttori locali e artigiani....meditate gente meditate....
Cristian Sampino 3 mesi fa su fb
Be fino a che venite in Italia a far la spesa e poi ve la fate rimborsare cosa pretendete
Ercole Il Carlino 3 mesi fa su fb
E voi vi fate le @@ d'oro venendo qui a lavorare 😉
Mauro Mantovani 3 mesi fa su fb
Vi e da dire anche che molti commerci e ristorantiitaliani stanno bene perche vi sono 65.000 italiani che lavorano in Svizzera e spendono in Italia oltre alle decine dì migliaia dì ticinesi che spendono in Italia per risparmiare
Cristian Sampino 3 mesi fa su fb
Ercole noi faremo le @@ come hai detto tu.....ma non faremo di certo i ganassa come fate voi quando venite in 🇮🇹
Cristian Sampino 3 mesi fa su fb
Mauro non è sempre detto sai
Ercole Il Carlino 3 mesi fa su fb
Quello del "ganasa" dipende dal singolo individuo e non dalla nazionalità 😉
Cristian Sampino 3 mesi fa su fb
A si è vero 1 serio su 99
Stephan Kesslinger 3 mesi fa su fb
I frontalieri potrebbero anche spendere qualche solo qui...
Cristian Sampino 3 mesi fa su fb
Parlando X me Stephan io ne spendo
Gianfranco Corradi 3 mesi fa su fb
Ma come avete la benzina a basso costo energia elettrica a buon prezzo che vendere all'Italia il gasolio di riscaldemto ,le tasse dell iva non sono al 22 % le assicurazioni auto buone i politici migliori non siete invasi da estracomunitari lazzaroni ,per me vi manca un po d'olio si quello di gomito
Cristian Sampino 3 mesi fa su fb
Si Gianfranco corradi quello ke hai scritto è super vero non posso negare l'evidenza sai.....cioè io sn del idea ke se ognuno guarderebbe il proprio stato e si starebbe bene ognuno starebbe a casa sua giusto.....
Cristian Sampino 3 mesi fa su fb
A scusate a tutti io lavoro a Reiden non in Ticino perché per me la Svizzera inizia dopo il Gottardo e il San Bernardino
Kim Bernasconi 3 mesi fa su fb
"Se guarderebbe", "e si starebbe", "che con la k".. Italia o Svizzera, dove andremo a finire?! 😩
Stephan Kesslinger 3 mesi fa su fb
Quindi visto che non abbiamo l'iva al 22%, abbiamo le assicurazioni, ecc ecc.. Stiamo bene? Eh... Vieni a vivere qui, con i salari che girano in Ticino, poi mi dici.
Stephan Kesslinger 3 mesi fa su fb
I politici migliori proprio no.
Stephan Kesslinger 3 mesi fa su fb
I politici migliori proprio no.
roma 3 mesi fa su tio
...beh, se anche la Leuthard fa la spesa in Italia è davvero meglio chiudere.
splugen 3 mesi fa su tio
@roma ecco una risposta che la dice lunga, anche chi dovrebbe dare esempio fa esattamente il contrario, purtroppo non solo lei fa spese all'estero rimanendo in tema personaggi politici.
Joelle Piffe 3 mesi fa su fb
Il potere d'acquisto del ticinese si è abbassato e continuerà a farlo. Datori di lavoro risparmiano da anni sulle spese del personale per aumentare gli utili. Sempre più persone in difficoltà. Andrà sempre peggio.
Jj Juventino 3 mesi fa su fb
Ringraziamo l'italia che mantiene i prezzi bassi dei supermercati agli svizzeri così in tanti possono andare a comprare a meno
Sarah Viscusi 3 mesi fa su fb
Ma cosa c'entra! ??!!siete voi ticinesi.che con il vostro salario dovete comprare in ticino. Sta a voi il futuro delle vostre piccole botteghe. Dovete preservare anche se pagate di qualcosa on più
Jj Juventino 3 mesi fa su fb
😂😂😂sono d'accordo, è colpa dei ticinesi che vanno a vanno a comprare in Italia e fanno chiudere le botteghe ticinesi , ma la colpa è sempre degli altri....Sarah sono italiano e la mia era una battuta 😉
Barbara Giantomaso 3 mesi fa su fb
Jj Juventino Ah...ti stavo dando dell'ignorante per quel commento 😂😂😂😂😂😂
Valentina Perrotta 3 mesi fa su fb
Guardate che se l italia ha i prezzi pii bassi e perché il carovita e pii basso!!!uno stipendio medio italiano e di 1200 euro in Italia e di conseguenza anche supermercati e altro ha prezzi piu basso!!!per noi i vostri supermercati sono cari perché ovviamente e tutto in base al carovita !!!voi svizzeri quando non sapere dove attaccarvi trovate sempre la soluzione peggiore!!Anche da noi le botteghe chiudono ma.di certo non diamo la.colpa a voi!!!!
Jj Juventino 3 mesi fa su fb
😒😒
Mauro Mantovani 3 mesi fa su fb
Purtroppo le colpa è nostra. Sempre a cercare dove costa meno anche con buoni stipendi e questi sono i risultati
Stephan Kesslinger 3 mesi fa su fb
Quando uno non arriva a fine mese cosa deve fare?
En Zo 3 mesi fa su fb
Andare a fare la spesa dove conviene 😁
Roberto Gianini 3 mesi fa su fb
La gente si deve vergognare mi dispiace molto per la signora
Stephan Kesslinger 3 mesi fa su fb
Vergognare di cosa?
Simone Vannucci 3 mesi fa su fb
Ma scusate, un business plan? I centri commerciali e la concorrenza dall'Italia non é nata da un anno a questa parte.
Simone Zoppi 3 mesi fa su fb
Troppo difficile anche lontanamente da immaginare Simo.
Marzio Fontebasso 3 mesi fa su fb
Aicha Fontebasso
Martin Fazzini 3 mesi fa su fb
Ringraziamo tutti i datori di lavoro a cui il nostro governo offre la possibilità di assumere a basso costo per ottimizzare i guadagni... se siamo arrivati a questo grazie a tutti voi! Continuiamo pure e andiamo avanti qui in ticino senza un salario minimo!
Fabrizio Fabry Gobbo 3 mesi fa su fb
tutti patrioti quando si tratta di scrivere su fb,ma quando si deve aiutare un connazionale ci giriamo dall altra parte.Tutti a fare spesa in questo negozio.
Martin Fazzini 3 mesi fa su fb
Io Fabrizio mi ritengo un patriota.. nonostante tutto faccio spesa solamente qui da noi e se devo andare fuori a pranzo o a cena idem! Ma non so ancora per quanto resisto.. qui le cose dobbiamo farle cambiare noi boicottando se necessario perchè i politici non risolvono niente
Cristiano Dias 3 mesi fa su fb
Purtroppo è questa la realtà. E mi dispiace.
Arthur Meraviglia 3 mesi fa su fb
Ringraziate i politici e le leggi che mettono in atto ;)
Manuela Pacciarelli-Marcon 3 mesi fa su fb
Concordo in pieno è da li che parte tutta la Manciuria complimenti ai nostri dirigenti troppo grassi X carpire e arrivarsi X il suo popolo !!!! Vergogna !!!!!!
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
ilaria togni
ilaria
togni
negozio
dicembre
bottega
ULTIME NEWS Ticino
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-11 07:04:55 | 91.208.130.86