tio.ch/20 minuti
BELLINZONA
04.07.2017 - 18:220

«Stavamo litigando, ma non l'ho buttata dal balcone»

Il 35enne arrestato dopo la morte della compagna verrà sentito domani mattina dal procuratore pubblico Moreno Capella

BELLINZONA - È emersa nelle scorse ore una prima novità nell’inchiesta sulla morte della giovane eritrea, precipitata la scorsa notte dal balcone di una palazzina in via San Gottardo a Bellinzona.

Il 35enne arrestato, riferiscono alcuni media ticinesi, avrebbe infatti ammesso che tra lui e la compagna era in corso una lite, negando però di averla gettata dal balcone.

L’uomo verrà sentito nella mattina di domani dal procuratore pubblico Moreno Capella. A breve verrà inoltre eseguita anche l’autopsia sulla salma della vittima 24enne.

6 mesi fa Tragedia in via San Gottardo: i bambini affidati a una parente
6 mesi fa «Aveva già tentato di ucciderla. L'abbiamo vista con le gambe fuori dalla finestra»
6 mesi fa Caduta dal sesto piano: arrestato il convivente
6 mesi fa Donna cade nel vuoto e muore
Potrebbe interessarti anche
Tags
balcone
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-20 10:08:59 | 91.208.130.87