lettore tio / TiPress
CANTONE
12.12.2017 - 07:320

Ferrovia e strade, ancora disagi alla circolazione

Chiusa la vecchia linea del San Gottardo, soppressi alcuni treni. Molti i comuni in cui vige l'obbligo di catene

LUGANO - Proseguono i disagi alla circolazione sul territorio ticinese, dopo le abbondanti nevicate di ieri. Treni soppressi, incidenti, obbligo di catene e strade bloccate caratterizzano questa mattina di dicembre. 

Chiusa la tratta panoramica del San Gottardo - Le FFS hanno annunciato la chiusura della vecchia linea ferroviaria del San Gottardo tra Erstfeld e Biasca, con conseguente soppressione dei treni RegioExpress e i Panorama Express. La durata dell’interruzione è ancora indeterminata.

Soppressioni - Oltre alla già citata chiusura della vecchia tratta, anche due corse che percorrono la nuova linea veloce del San Gottardo risultano soppresse. In particolare quella delle 7.40 da Chiasso per Zurigo, e quella delle 7.32 da Zurigo in direzione di Lugano. La circolazione dei treni merci è invece stata interrotta per dare la precedenza ai viaggiatori.

Sui mezzi pubblici stipati - Anche questa mattina vengono segnalati ritardi e soppressione di treni, in particolare da Mendrisio verso Lugano. I viaggiatori si fiondano sui convogli in partenza, su cui risultano stipati.

Una lettrice dalla stazione di Melano segnala che il Tilo delle 7:41 «non apre le porte ai passeggeri nonostante ci siano ancora posti».

Da Biasca ci segnalano che il bus 191 Bellinzona-Airolo delle 7:07 non è passato da Biasca FFS: «Nessuno ha dato informazioni su ritardi o altro. Alle 8 hanno introdotto un bus sostitutivo per Airolo».

La situazione causa nervosismo. A Bellinzona c'è chi parla di «bus come a New Delhi», con «bestemmie e guida nervosa dell'autista», «tutti in piedi uno in braccio all'altro stipati come animali da macello», indignazione da parte di chi attende il bus alla fermata ma lo vede superarla senza fermarsi perché già troppo pieno.

Marciapiedi inagibili - Molte segnalazioni arrivano in redazione sulla situazione dei marciapiedi di tutto il cantone, che questa mattina risultano ancora inagibili ai pedoni (vedi foto nella gallery). 

Situazione delle strade - La A2 tra Rivera e Airolo risulta ancora innevata, ed il traffico rallentato. A Bellinzona i lettori ci segnalano traffico intenso sulla via San Gottardo e in generale in tutta la città.

Strada bloccata - Tra Mairengo e Osco la strada non è percorribile in entrambe le direzioni, così come tra Olivone e Campo Blenio. Tra Golino e Intragna la strada risulta chiusa, sempre a causa della neve: come percorso alternativo si consiglia di passare per le Centovalli via Terre di Pedemonte, dove però sono obbligatorie le catene.

Catene obbligatorie - Le catene sono obbligatorie sui seguenti tratti: tra Olivone e Acquacalda, tra Cevio e Fusio, tra Bignasco e San Carlo, tra Cerentino e Bosco Gurin, tra Cevio e Cimalmotto, e tra Salorino e il Monte Generoso.

Incidente - A Cevio la strada risulta al momento bloccata a causa di un incidente.

Commenti
 
Ctg 1 mese fa su tio
Perché non chiudere tutte le entrate della città per un’ora , fare una bella pulizia delle strade magari dando in mano la pala anche ai richiedenti d’asilo? Così si risolve il problema senza il traffico. Meglio un’ora prima che ore e ore di colonna per diversi giorni dopo.
Alex Cava 1 mese fa su fb
Non sarà che la moda sciagurata di risparmiare sul personale è arrivata anche alla "manutenzione"...?
Chiara Mesh 1 mese fa su fb
Dove è stato annunciato l obbligo di catene da nessuna parte!!!L obbligo vostro di pulire le strade e non lasciare la popolazione nel completo disagio!!!Chissà se dopo riesco ha scastrare fuori la mia auto dal posteggio....
Lucilla Ferrara 1 mese fa su fb
Al buonsenso non serve l’obbligo... Se proprio non si può fare a meno dell’auto con queste condizioni ci si equipaggia. Io ho tenuto le catene per due giorni, montate in dieci minuti e via. Nessun problema di tenuta. Non ho capito: fuori nevica ma la gente ha bisogno di sentirsi obbligata a montare gomme invernali e catene? Roba da matt!
tip75 1 mese fa su tio
beh è tutto abbastanza logico in un Cantone che bada solo a far multe e a proibire di vivere. è semplicemente il risultato di tanti anni con a capo buffoni che badano a riempirsi le tasche sulle spalle di chi lavora e le paga ed ha tolto tutti i servizi
Mike Henzi 1 mese fa su fb
Treni piú costosi e tecnologici e appena arriva il freddo arrivano i problemi. I vecchi treni passavano senza problemi e pure sulla vecchia linea. FFS piu costosa e la qualitá e andata a farsi un giro 😂 Tagli sui comuni e mezzi per la nave? Ecco il risultato: pochi in giro a fare il grosso perche non ci stanno dietro. Lavoro per il comune e so di che parlo. Non finiamo fi che le strade sono aposcht.. 😎
Lucilla Ferrara 1 mese fa su fb
Infatti i treni del Bernina circolano anche tra muri di neve. Grosse frese e personale eccezionale mantengono un ottimo esercizio anche in condizioni estreme. Che sia - anche - una faccenda di mentalità? Qui facciamo i piangina perché non abbiamo le calle davanti al cofano del suv. Là si dis-ciólano
Pietro P. 1 mese fa su tio
Forse per lei il ragionamento è troppo difficile, ma l'abitante di Airolo lavorerebbe molto più volentieri nella sua regione se non continuassero a sopprimere posti di lavoro e a favorire il basso Ticino rispetto alle zone di montagna.
GI 1 mese fa su tio
eppure la neve dovrebbe rendere tutti un pochino più calmi.....invece....non si direbbe
albertolupo 1 mese fa su tio
@GI GIUSTISSIMO !
Lorello Amato 1 mese fa su fb
e se dessimo ai richiedenti d'asilo e/o rifiugiati economici gli attrezzi (pala) per pulire i marciapiedi? Contabilizzato come acconto per il rimborso dei costi causati qua?
Carmen Nigg 1 mese fa su fb
e inverno ! il tempo e normale , le persone non piu .
Bandito976 1 mese fa su tio
Questo succede anche perché l'abitante di Airolo va a lavorare a Chiasso e viceversa. Se i datori di lavoro assumessero personale a km quasi 0 tutti questi mezzi non servirebbero.
Pietro P. 1 mese fa su tio
@Bandito976 Bandito976, forse per lei il ragionamento è troppo difficile, ma l'abitante di Airolo lavorerebbe molto più volentieri nella sua regione se non continuassero a sopprimere posti di lavoro e a favorire il basso Ticino rispetto alle zone di montagna.
stricnina 1 mese fa su tio
@Bandito976 Perché pensi che a km 0 la gente va a piedi? Non è una scusante per le problematiche di questi giorni. Tra l'altro, ad Airolo le strade erano percorribili e ora sono perfettamente pulite.. Sai, noi delle valli siamo abituati a queste situazioni, probabilmente siamo anche molto più comprensibili e pazienti.. ovvero non pretendiamo strade immediatamente brillanti, ma una situazione come quella di ieri a Biasca, Belli,... è del tutto inaccettabile. Si può dire senza ombra di dubbio che nessuno ha fatto un tubo per rendere la strada un MINIMO percorribile.
NICKITA 1 mese fa su tio
In Leventina dovrebbero essere pronti per queste situazioni -ieri in tutto il giorno é passato uno spazzaneve nelle vie secondarie, nessuno ha potuto uscire di casa ! In estate passano a "pulire" dalla polvere i bordi delle strade ad ogni pié sospinto ! Incredibile !
miba 1 mese fa su tio
@NICKITA ...e lo show del bollettino di guerra (per una normale nevicata) continua...
Rossella Sedici 1 mese fa su fb
I treni li hanno soppressi già da settimane....la neve è solo una scusa...
Filippo Vincenzo Guscetti 1 mese fa su fb
Eh certo, complotto!
Mirko Zxy 1 mese fa su fb
Immagine di repertorio , ieri non si sono proprio viste !!!❄️☃️🤮😬😡😱
Giuseppe Romano 1 mese fa su fb
In parte è più ché vero! Ma al datore di lavoro la situazione non gli interessa! Tu devi essere in orario. Non esiste più quella reciproca comprensione.
Franci Bia Bianchi 1 mese fa su fb
Ma i treni da Bellinzona direzione Zurigo circolano questa mattina? Se qualcuno avesse informazioni: Grazie!
Stephan Kesslinger 1 mese fa su fb
Ci sono ritardi, ti conviene usare la app ffs.
Franci Bia Bianchi 1 mese fa su fb
Grazie. Mi sa che qui si rimandano esami all'Uni. Che menate però.
skorpio 1 mese fa su tio
Stessa situazione FLP.. ritardi e soprattutto marciapiedi ancora innevati e ghiacciati e non si vede in giro nessun operaio. Ore 8.30..non le 5.00...
Fran 1 mese fa su tio
Non sono state pulite le strade cantonali in tutto il Cantone. TUTTO IL CANTONE, SIGNORI! Le strade più schifose si trovavano sull'arteria Bellinzona/Gudo/Riazzino/Tenero. E Cadenazzo/Quartino/Tenero/Ascona. La cosa peggiore in assoluto è che da nessuna parte (!!) s'é visto anche solo un marciapiede pulito! Lungo tutto il Gambarogno non UNO solo pulito. Vedevi chi si arrampicava sui cumuli di neve: camminare per strada era un pericolo mortale, con le carovane di auto, maggior parte italiani, che circolava stamattina alle 7.50! QUESTA è una vera veergogna. Dove vedevi un pezzetto di marciapiede pulito lo era grazie ad un privato.$ Ma tutti questi operai comunali, dove stanno? A casa? Ah no! Attorno al Municipio e alla Pollizia era tutto pulitissimo. Ma .... SOLO Lì. Svegliatevi! O deve prima morire qualche bambino che non riesce ad arrampicarsi sui cumuli di neve per raggiungere le scuole???
Gennarino Cat 1 mese fa su fb
Terzo mondo !!!!
Sascha Imhof 1 mese fa su fb
😂😂😂😂😂
Campana Davide Anna 1 mese fa su fb
Soppressi alcuni treni????? O madona i ma mazzat i treni 🚂😢😢 poverini, per colpa dal brutt temp!!! Ne!!!!😂😂😂
Florian Flo 1 mese fa su fb
Ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare, tipo gente in giro in moto/scooter😅
Désirée Denise Soldini 1 mese fa su fb
Anche io ho visto uno scooterista ieri nella neve.. 🤦
Giuliano Forlini 1 mese fa su fb
Io devo capire come siano possibili tutti questi disagi in un cantone come il Ticino che, comunque, è abituato alla presenza di neve in inverno! Lo scorso anno, hanno mandato pure gli spalaneve in Abruzzo per via della grande nevicata che ci fu..e ora non si riesce a gestire la neve in casa propria..ma com'è possibile??
Alessandra Menerella 1 mese fa su fb
bah......
Luca Tocchio 1 mese fa su fb
io penso anche che oggi la gente sia esagerata e menosa e pretende le strade asciutte e pulite per camminare con le belle scarpe di cuoio ... una volta meno menate, meno pretese, fioccava? bohm era normale e si gestiva con i giusti tempi.
Giuliana Zinni 1 mese fa su fb
Forse perché oltre alla nostra impreparazione che pecca di carenze in Abruzzo ,certo non si può gestire ciò che è avvenuto l’anno scorso in poche ore è venuta giù l’era glaciale in più si è aggiunto il terremoto , l’organizzazione aiuta e salva ,ma la forza della natura avvolte è incontrollabile .
Franci Bia Bianchi 1 mese fa su fb
Bravo! Grazie per averlo ricordato. Qui non si capisce se hanno tagliato i fondi, se non sono stati stanziati o se sono stati imboscati altrove. Il servizio pubblico, chiamarlo tale, è una barzelletta. Io per la cronaca ho visto cirolare diversi "trattori" con le cale....ALZATE!!
Franci Bia Bianchi 1 mese fa su fb
Luca Tocchio Non pretendiamo le strade asciutte e pulite, ma non è accettabile dover ciroclare per 40 km su banchi lunghi ed irregolari di GHIACCIO a 20 km/h. Se le cale avessero fatto il loro lavoro, queste lastre erano evitabili. Si circolava a 20 km/h, ma perlomeno senza scivolare e/o saltare e schivolare pericolosamente come delle trottoline sopra queste lastre.
Giuliano Forlini 1 mese fa su fb
Giuliana Zinni parlo degli spazzaneve che dal Ticino sono stati mandati in Abruzzo ;)
Ethan Sampietro 1 mese fa su fb
Luca Tocchio... Si può sapere da he cilindro le spari ste cagate? Ieri alle 17.45 sono uscito dsl Gottardo direzione Lugano.... Fidati che non c'è nulla di esagerato nel dire che neanche uno spazzaneve si è visto da quelle parti. Con 20cm di neve in autostrada ed era così fino al ceneri che era un pochino più pulito ma sempre con neve in autostrada. Airolo lugano 4 ore e ripeto in 4 ore di autostrada non ho incontrato uno spazzaneve diretto verso sud.
Stephan Kesslinger 1 mese fa su fb
"pretendere strade asciutte" è da menosi? Allora le tasse le pago a far cosa?
Paolo Bianchi 1 mese fa su fb
Quando passa una cala, non ti ritrovi la strada pulita e linda, ma resta appunto un leggero strato che oltretutto rende la situazione piu svivolosa perché lisciata dalla cala. A quel punto per avere la strada pulita si dovrebbe buttare il sale, ma se nevica ancora peggiorerebbe la situazione perché crea un pastone senza consistenza. Quindi meglio nen mettere sale fin che smette di nevicare perché la neve che cade poi si attacca aumentando la tenuta, ovviamente non come se fosse pulita. Ed é questo il problema, la gente pretende di poter circolare come qualsiasi giorno anche quando nevica
Paolo Bianchi 1 mese fa su fb
Per quel che riguarda l'abruzzo, non mi sembrano situazioni comparabili per quantitativi e situazioni, e ad andare sono stati i professionisti che sono abituati anche ad aprire i passi, non le centinaia di addetti che lo fanno per arrotondare e generalmente si occupano di viuzze comunali.
Giuliano Forlini 1 mese fa su fb
Paolo Bianchi ecco, questa mi sembra una buona spiegazione
Franci Bia Bianchi 1 mese fa su fb
Ethan Sampietro Infatti il CANTONE TUTTO ha dormito. Non una cala, e SE, con le lame alzate, ma di cosa cavolo stiamo parlando!! Una vergogna. O non hanno stanziato fondi, o gli appalti per la pulizia stradale hanno assegnati a chi non è in grado di lavorare. Quando facevano i TIRA a Quartino, le sentivi girare tutta la notte e anche tutto il giorno. Ora? Non un anima che abbia una cala sotto il de drio.
Manuela Rada 1 mese fa su fb
È forse bene ricordarvi che gli spazzaneve andati in Abruzzo, sono stati oggetto di un'iniziativa privata e lodevole di Danilo Canu e della Sabesa. Non dal Cantone rispettivamente dal DT.
Franci Bia Bianchi 1 mese fa su fb
Paolo Bianchi ..... fossero pulite le viuzze comunali :-)))).... nel Gambarogno l'unico piazzale pulitissimo era quello del Municipio e della Polizia. Tutto dire, ti pare! I marciapiedi su qlc come 10 km tutti pieni di cumuli di neve alti 1 m.
Lorena Quadri 1 mese fa su fb
Perché alla gente piace criticare ... non ha l’equipaggiamento giusto... ed infescia chi sta lavorando... ma guai a prendere in mano una pala e dare una mano!!
Luca Tocchio 1 mese fa su fb
Ethan Sampietro e con 20cm di neve le auto moderne ultra tecnologiche alcune anche 4motion, Allroad e 4Matic sono andate in crisi?? O forse molta gente aveva su le gomme estive e di catene nemmeno l’ombra? O forse molta gente oggi va in panico rispetto a 20 anni fa perché oggi tutto deve essere una tragedia e drammatico?
Igor Gutschen 1 mese fa su fb
è neve; quando ci sono eventi naturali così importanti, si possono tenere chiuse scuole e certi tipi di attività. Non è la fine del mondo tanto in Ticino, tra feste di santi e santini e orari di chiusura tra uffici e negozi, non ci si accorgerebbe di un giorno in più
Ethan Sampietro 1 mese fa su fb
Luca Tocchioio con la mia polo trazione anteriore e gomme della neve nuove sono andato abbastanza tranquillo. Però ne ho visti 3 girarsi... Fortuna ? Buon senso alla guida? Chi lo sa... Era meglio pulita ti dico solo quello
homer 1 mese fa su tio
La strada tra Golino e Intragna questa mattina era percorribile e nelle Terre di Pedemonte l'obbligo di catene mi pare sia stato revocato. Anche perchè questa mattina nessuno le aveva montate e si circola abbastanza bene sulla via principale. Le viuzze rimangono problematiche
Tags
san
gottardo
treni
catene
san gottardo
bus
circolazione
strada
strade
cevio
ULTIME NOTIZIE Ticino
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-19 02:14:16 | 91.208.130.86