Fotolia
CANTONE
06.07.2017 - 06:020

«Non abbiate paura di dare la paghetta ai vostri bambini»

Secondo gli esperti, è l'unico modo per evitare che diventino adulti indebitati: in arrivo in Ticino workshop dedicati e un libro destinato a chi ha appena 4 anni.

LUGANO - Diventano grandi e cominciano a vivere al di sopra delle proprie possibilità. Un destino che accomuna il 4% degli svizzeri; una percenutale che si alza con l'abbassarsi dell'età. 

Competenze finanziarie inadeguate - Non c'è da girarci intorno, il motivo è uno: i giovani di oggi hanno competenze finanziarie inadeguate. O, per essere più precisi, non hanno saputo acquisire quelle sufficienti e giuste. «Il rischio d'indebitamento è alto, più alto, fra loro – dice a tio.ch Dominik Weber, settore Finanze e previdenza di comparis.ch, che in uno studio ha messo in luce come un quinto della popolazione elvetica faccia fatica a gestire il proprio budget. «Sono esposti alle influenze dei coetanei, non cambiano abitudini di consumo e risparmio quando crescono – riflette – Ormai è tardi. Ecco perché preghiamo gli adulti di iniziare a istruirli al più presto».

Una bella storia di "Soldi in vendita" - Ancora in tenera età, «sotto la guida dei genitori». Un monito e un auspicio che il Ticino non ha da farsi insegnare. Pro Juventute da tempo è al lavoro per avvicinare i più piccoli al denaro, da guardare sotto forma di risorsa invece del solito pericolo e problema. Ma adesso ha abbassato la soglia d'età. E finalmente ha tradotto e messo in commercio "Soldi in vendita": storia illustrata di due bambini che hanno bisogno di una scala di corda per le loro casette sull'albero e si ingegnano per acquistarla, imparando così piano piano il senso e l'uso dei soldi.

Puntare ai piccoli per arrivare ai grandi - Già diffuso in Svizzera tedesca, adatto a chi ha appena 4 anni, sarà presentato al pubblico al Lac in autunno e vuole diventare premessa e supporto alle lezioni che già si tengono, su invito, nelle scuole elementari e medie e che hanno finora coinvolto «3.500-4.000 ragazzi», dice Ilario Lodi di Pro Juventute Ticino. «Perché ora abbiamo deciso di rivolgerci a bambini così piccoli? Perché a quell'età sono in più stretta relazione con i genitori. Ed è a loro che vogliamo arrivare, offrendo un mezzo concreto per fare educazione prima che la situazione sfugga di mano. Il denaro è peraltro un mezzo eccellente per fare educazione a 360 gradi: può essere sfruttato per parlare di argomenti come il sacrificio e la relazione con gli altri».

Si parte da un franco a settimana - Puntare ai piccoli per raggiungere i grandi, destinatari di un'altra iniziativa prossima a venire. Quando si parla di soldi e di bambini, non si può non pensare alla paghetta. Giusta? Sbagliata? Un'usanza da temere? O da sfruttare come un'opportunità? «Non è utile: è utilissima», risponde Lodi. «Mette in gioco come genitori. Non deve servire a mettere a tacere i figli, ma per porre il tema sul tavolo. Negarla è un'occasione mancata. Poi, certo, un percorso può essere fatto anche di "no"».

E per finire... consigli per gli acquisti - Finora, però, a parte qualche indicazione di massima scritta sugli opuscoli, come importi precisi e differenziati secondo gli anni scolastici - a partire da un franco a settimana il primo anno fino a 4 il quarto, per passare a 25-30 franchi al mese il quinto e sesto e salire a 50-80 dall'undicesimo in poi - i genitori venivano lasciati soli a decidere sul come, il quanto, il se. Presto non sarà più così: in cantiere l'introduzione in Ticino di workshop sulla paghetta. «Verranno promosse attività pratiche per insegnare a fare educazione anche attraverso di essa». Una nuova "lettera speciale" indirizzata alle famiglie si concentrerà infine su consumi e consumismo: inevitabile e doveroso, davanti ai modi di una pubblicità aggressiva di cui i bambini, anello debole, stanno diventando sempre più target.

Commenti
 
Arthur Meraviglia 5 mesi fa su fb
Mio padre mi dava 20 fr per la settimana, è mi diceva portami il resto😂
Don Ødyo 5 mesi fa su fb
Bimbi viziati di merda
Lorena Quadri 5 mesi fa su fb
Gia.... meglio rubare vero?
Nunzia Conte Iorio 5 mesi fa su fb
Io davo 5frsa settima .pero'dovevano.guadagnarselo apparechiare bene la tavola .e ordine in cameretta
Selma Caselli Verga 5 mesi fa su fb
Serter Lorelay versa pure
Serter Lorelay 5 mesi fa su fb
Quanto 🎶🎼🎵💸😍😘
Selma Caselli Verga 5 mesi fa su fb
Serter Lorelay 10000
Patrick Pieri 5 mesi fa su fb
Tutti psicologi navigati qua 😂😂😂
Boris Felice 5 mesi fa su fb
Ma va... esperti? Tutti noi siamo cresciuti senza paghetta e non siamo indebitati, ma avevamo valori sani e solidi! Se i genitori iniziano gia con il leasing, cosa volete che facciano i figli? Un po' come il fumo...
Alessandro Kom 5 mesi fa su fb
Mi auguro che questa notizia venga letta in Somalia, Nigeria, Sudan, Chad ecc. ecc.
Sabrina Balest Tamburini 5 mesi fa su fb
Difficile dare ai piccoli quando già mancano ai grandi...
Ira Hernandez Soldini 5 mesi fa su fb
Alex Moscatelli
Eleonora Belli 5 mesi fa su fb
l ho sperimentata sui miei figli , ora io ho 71 anni e i miei figli 39 e 43 . non sono avidi ma non buttano neanche dalla finestra il denaro , e si sono fatta una buona posizione , naturalmente bisogna non esagerare e cercare di sapere cosa ne fanno della ( paghetta ) in oltre la pagetta desve sempre essere una ricompensa per una cosa ben fatta . questa è stata la mia idea ...ben riuscita
bananajoe 5 mesi fa su tio
Tutti soldi che poi vanno spesi in "ciugnate"!!!! ...e poi siamo qui a chiederci perché la nuova generazione è in sovrappeso e molti ragazzini sono già obesi all'età di 10 anni. Ma per favore....
Frankeat 5 mesi fa su tio
@bananajoe i ragazzini obesi a 10 anni sono sempre esistiti e sempre esiteranno. Non mi sembra che guardando i compagni dei miei figli ci siano bambini sovrappeso, più di quanto non ce ne siano stati 10-20-30-40 anni fa. anchele ciugnate sono sempre esistite e se ne abbiamo fatto uso noi e siamo arrivati fino a qui, non vedo perché togliergli questo piacere (sempre senza esagerare ovviamente).
Nicklugano 5 mesi fa su tio
@Frankeat Ciao Frankeat... esattamente della tua opinione
Reddy Red 5 mesi fa su fb
Ma che paghetta di mmmm quando non c'è lavoro per i ticinesi 😂🤣😂
Nicklugano 5 mesi fa su tio
È mai possibile che ci servono gli esperti di Pro Juventute anche per dirci come gestire la paghetta dei nostri figli? Se lo avessi detto a mio padre 55 anni addietro, penso che una ben assestata pedata sarebbe arrivata a stretto giro di posta... al signor Lodi, per ringraziarlo di non essersi fatto i fatti suoi. Possibile che questo gentile esperto venga pagato per spiegarci come educare i figli? Siamo messi sempre meglio.
Marco Edoardo Dozio 5 mesi fa su fb
Mia figlia ha gia la sua visa prepagata a 12 anni e la usa con grande rispetto e parsimonia. Capisce il valore dei soldi
Mi Pa 5 mesi fa su fb
Visa a 12 anni....mah!
Lorena Quadri 5 mesi fa su fb
Mi Pa potrebbe essere la VISA OK che prendi in kiosk... e viene ricaricata man mano
Liana Alberti 5 mesi fa su fb
Ciao io da piccola negli hanni 70 i miei genitori mi davano 5 fr. A settimana! Però dovevo aiutare in casa con i lavori domestici. Fare i compiti e poi potevo giocare. Sono cresciuta con questo concetto.poi a 6 anni ho ricevuto il mio primo cane,mio papà mi disse che dovevo occuparmi della mia cagnolina,portarla fuori x i bisogni dargli da mangiare e tenerla bene! Così è stato e sono cresciuta con questi concetti!
Ismy Tiz Petrocchi 5 mesi fa su fb
Concordo, sono del tuo stesso periodo...comunque i compiti per mia figlia del 2009 sono il suo compito! Come io ho il mio di mamma casalinga il papà ha il suo lei deve fare i compiti senza paghetta! Quando mi aiuta a pulire magari le scale con paletta e scopina piuttosto che fare la polvere in camera sua, le do 5.--! Visto che capita raramente o solo quando vuole qualcosa che non compriamo perché non serve allora si attiva😉😉 non è facile già a 8 anni far capire le cose...ma ci si prova, cerco di fare un po' quello che hanno fatto i miei genitori😉😊
Liana Alberti 5 mesi fa su fb
Ciao si non è facile x i bimbi !io dovevo ubbidire! Devo dire che i miei sono stati dei bravi genitori! Mia mamma è ancora una donna severa! Mio papà purtroppo è morto 20 anni fa e ha lasciato un grande vuoto! Mi ha lasciato la ricchezza dei suoi principi!
Bruna Bralla 5 mesi fa su fb
La paghetta bisogna guadagnarsela solo così impareranno a gestire i soldi , se viene regalata impareranno invece che basta allungare la mano per ricevere e se non potranno più farlo con i genitori lo faranno con lo Stato , quanti casi di aiuto sociale hanno radici proprio nell' avere sempre ricevuto senza dare niente in cambio e continuano a farlo .
Rosella Zwyssig 5 mesi fa su fb
Brava Bruna , questa e' la risposta piu'sensata..nella vita le cose bisogna guadagnarsele e far credere ai figli, che a loro e' tutto dovuto e gratis , e un cattivo insegnamento di vita..E gia'oggi ,vediamo i disastrosi risultati..
Ismy Tiz Petrocchi 5 mesi fa su fb
La paghetta ci può anche stare, ma bisogna guadagnarsela
Fabio Ambrosini 5 mesi fa su fb
Ai bimbi di 4 anni? Ma vi drogate? 🤣🤣🤣 e questi esperti vorrebbero insegnarci a stare al mondo..ma andate a lavorare seriamente..barboni 🤣🤣
Fabio Ambrosini 5 mesi fa su fb
Questi vogliono gia' istruirli al baratto e al consumismo...
Fabio Ambrosini 5 mesi fa su fb
In arrivo workshop da foffalandia 😂😂 sara' qualche sedicente supermasterizzato infilato alla supsi o usi?
Giulia Marianne Cavadini 5 mesi fa su fb
Utilissimo crescere una generazione di nullafacenti che al posto di essere sensibilizzati sul denaro, capendone il valore, lo ricevono gratis da mamma e papà non facendo NIENTE. La paghetta è una delle cose più inutili che esistono, e complimenti agli esperti che la appoggiano. Solo una domanda : come è possibile dare valore ai soldi se vengono regalati? Non è possibile. Sarebbe da insegnare ai figli a fare qualcosa per guadagnarli, e non a 4 anni, ma dai 10 via.. aiuti a raccogliere le foglie in giardino? Aiuti in casa? Lavoro = soldi. Visto che dopo il primo datore di lavoro si auspica che il ragazzo lavori per guadagnare, sarebbe utile insegnarlo già da piccoli... e in questo modo non si indebiterebbero comprando cose che non possono permettersi, perché conoscono il valore del denaro e se lo sono guadagnato. Sono veramente contraria a questa pratica. Io non ho ricevuto la paghetta e ne sono contenta, non sono indebitata e ho iniziato presto a fare i salvadanai dove mettere da parte i soldini guadagnati.
Rosy Bariffi 5 mesi fa su fb
Comunque piccole ricompense da saper gestire, e' un 'insegnamento o no?
Andy Da Silva 5 mesi fa su fb
La paghetta che io sappia la si da in cambio di alcune mansioni svolte. Come ricompensa. Viziate pure i vostri figli dando soldi a minchia.
Giulia Marianne Cavadini 5 mesi fa su fb
Io avevo compagni di scuola alle elementari che ricevevano la paghetta della settimana o del giorno così perché respiravano, e infatti nell'articolo non viene citato il fatto paghetta=ricompensa per un lavoro.. ma piuttosto se ne parla come uno stipendio che ricevi senza fare niente di particolare...
Moira Mella 5 mesi fa su fb
Io ricevevo la paghetta settimanale, non era molto ma almeno ho cominciato a "gestirmi" da sola i miei soldini.. Non sono ne viziata, ne indebitata, ne nulla facente anzi..
Ismy Tiz Petrocchi 5 mesi fa su fb
Moira Mella a 4 anni???? Moira io il discorso di Giulia lo appoggio appieno. La paghetta io non la ricevevo, ma se aiutavo con lavori straordinari allora mi davano 5 o 10.--
Mi Pa 5 mesi fa su fb
Vero Giulia! Vero Andy! Una volta giravano paghette da 2.- 5.- o 10.- franchi massimo per aver aiutato i genitori nelle faccende domestiche. Oggi ci sono adolescenti con il conto bancario a 10-20MILA franchi e non fanno un c***o in più sempre attaccati a iphone e sigarette in bocca. Molti giovani d'oggi nonostante ricevono tutto senza muovere un dito sono la generazione di indebitati e viziati per eccellenza. Gli esperti della "mutua"... si devo ancora sentirne di caxxate...ma per favore!
Moira Mella 5 mesi fa su fb
No in effetti nn a 4 anni, verso i 6, ma io ho sempre aiutato in casa dai 4-5 anni.. e si la paghetta non superava i 10.- 😅
Giulia Marianne Cavadini 5 mesi fa su fb
Moira Mella giustissimo allora se aiutavi in casa!
Timuçin Beşken Pawiński 5 mesi fa su fb
E tutto questo ragionamento viene fuori dopo aver concluso una formazione in psicologia pediatrica o sono solo parole scritte così ad cazzum?
Giulia Marianne Cavadini 5 mesi fa su fb
Visto che per essere genitori non è ancora in vigore un esame di stato mi reputo abbastanza adulta per criticare determinate scelte educative che eludono il mio campo professionale universitario, che in altre parole : basta la semplice analisi dei fatti e un po' di mera logica per arrivare alla mia conclusione, senza scomodare psicologi e filosofi. E sí, benché non fosse psicologia infantile un corso di psicologia l'ho seguito anche io all'università, se proprio interessa, ma dal mio punto di vista, in questo contesto, è irrilevante.
Mi Pa 5 mesi fa su fb
Dovrebbero introdurre una patente per fare i genitori....io l'ho sempre detto che fare figli è facile, crescerli ed educarli (bene) non tutti sanno farlo, ci sono genitori ("moderni") che sono più immaturi e irresponsabili dei loro figli...
Timuçin Beşken Pawiński 5 mesi fa su fb
Irrilevante? Mera logica?! Come fai ad affermare cose senza fonti e senza dati, mai sentito parlare di metodo scientifico? Un corso di psicologia ed essere adulti non equivalgono ad una laurea.
Lorena Quadri 5 mesi fa su fb
E perché a 4 anni non sono in grado di dare una mano in casa e giardino??? La più piccola, ora, ha 8 anni e mezzo e da lavare ed asciugare i piatti, e questo é solo un esempio!
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
bambini
ticino
soldi
genitori
paghetta
educazione
fare educazione
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-16 15:37:22 | 91.208.130.86