Archivio Tipress
LUGANO
24.08.2016 - 13:410

Nuova mappa per i defibrillatori pubblici

Bertini: «Lo studio rientra in un concetto di prevenzione nell’ambito delle malattie cardiovascolari, che comprende anche un’attività di sensibilizzazione rivolta a tutta la popolazione»

LUGANO - Il Municipio di Lugano ha approvato il progetto di aggiornamento della mappa di localizzazione dei defibrillatori pubblici elaborato dal Servizio sicurezza e salute in collaborazione con la Fondazione Ticino Cuore.

L’analisi ha tenuto conto della valutazione storica degli arresti cardiocircolatori, delle particolarità del territorio, della densità e dell’età media della popolazione e del tempo di soccorso degli enti di primo intervento.

I nuovi defibrillatori saranno posizionati secondo un piano di priorità entro la fine della corrente legislatura. La mappa, consultabile sul sito www.ticinocuore.ch, sarà regolarmente riadattata ai nuovi contesti territoriali e alle mutate urbanizzazioni.

Come afferma il municipale Michele Bertini, Capodicastero sicurezza e spazi urbani: «Lo studio sviluppato rientra in un concetto generale di prevenzione nell’ambito delle malattie cardiovascolari, che comprende anche un’attività di sensibilizzazione rivolta a tutta la popolazione. Il Servizio sicurezza e salute, in collaborazione con la Fondazione Ticino Cuore, con il Cardiocentro Ticino e con la Croce Verde di Lugano, sta infatti organizzando serate informative, che saranno svolte nel corso dei prossimi mesi e sistematicamente riproposte».

Commenti
 
Marco Edoardo Dozio 1 anno fa su fb
sarebbe meglio Nuova APP per localizzarli... con anche l'uso di google map e navigatore per arrivarci... io suggerisco questo
vulpus 1 anno fa su tio
Come se lo avessero fatto loro.
Randon Richard Grüninger 1 anno fa su fb
Ottimo articolo! Marco Cavallaro Riccardo Cavallaro Daniele Granata Daniel Andjelkovic Adam Soldati Christian Weber
Marco Cavallaro 1 anno fa su fb
Adam non cambiare mai
Adam Soldati 1 anno fa su fb
Non cambiate raga
Riccardo Cavallaro 1 anno fa su fb
Siete veramente dei grandi!
Andrea Lucarelli 1 anno fa su fb
Ma chi è in grado di usare questi defibrillatori?? Ma se usati in maniera scorretta quali sono i rischi ?
Patrick Pieri 1 anno fa su fb
Tutti quelli che hanno fatto il corso per usarli. C'è anche un servizio chiamato first responder dove la gente si mette a disposizione per intervenire in casi come questi e credo che anche la polizia sia formata per un primo intervento con defibrillatore.
Andrea Lucarelli 1 anno fa su fb
Si ma se uno ha un infarto non è che hai tempo di chiamare poliziotto o di cercare personale che faccia funzionare un defribillatore. A che diavolo serve se non c'è nessuno che lo faccio funzionare nell'immediato? Ovvio che una persona chiama l' ambulanza o si fa portare in ps. Quindi la domanda nasce spontanea a che diavolo servono sti costosi così!! Una piccola idea ce l'avrei pure... $$$
Patrick Pieri 1 anno fa su fb
In realtà si, si riesce ad arrivare e con l'aiuto dei primi soccorsi uno può resistere fino all'arrivo del defibrillatore. Cmq è per questo che hanno messo su first responder, affinchè ad intervenire possa essere qualcuno che vive o passa li vicino senza dover attendere l'arrivo dell'ambulanza. Ps il defibrillatore si usa in caso di fibrillazione, non infarto (che è diverso dall'arresto cardiaco).
Andrea Lucarelli 1 anno fa su fb
Il. Punto è che possibilità ha una persona che in caso di bisogno vi sia una persona istruita proprio nelle vicinanze e che sappia usare un defibrillatore e che sia ovviamente in grado di riconoscere cosa una persona effettivamente abbia prima di usarlo onde creare magari danni. Non ho mai letto ne sentito dell uso di tali defibrillatori ma ne hanno ampliato.la vendita...chissà perché..
Roberto DP 1 anno fa su fb
Chiunque. https://it.m.wikipedia.org/wiki/Defibrillatore_semiautomatico
Niko Storni 1 anno fa su fb
Fra l'altro questi defibrillatori ti istruiscono esattamente sui passi da seguire e se sbagli qualcosa non danno la scarica. E quando apri l'armadietto parte pure un allarme automatico che invia l'ambulanza da te (con chiamata inclusa se non erro)
Claudio Panizza 1 anno fa su fb
Ma perché la gente prima di gridare al "complotto $$" non si informa ? In ogni caso va chiamato l'1 4 4, saranno loro ad inviare l'ambulanza e a dare le istruzioni per soccorrere il paziente. Nel caso l'operatore del 144 ha ragione di credere che il defribillatore é necessario allora viene attivato via APP un first responder (polizia, soccorritori fuori servizio, privati cittadini che hanno effettuato il corso per l'uso del defribillatore, etc.). Il first resppnder viene chiamato se può raggiungere il paziente col defribillatore prima dell'ambulanza. Per quanto le ambulanze possano essere tempestive, l’arrivo sul luogo avviene mediamente dopo 12 minuti dal primo squillo al 144. In caso di arresto cardiaco, questo lasso di tempo riduce drasticamente la possibilità di sopravvivenza a meno che non venga iniziata una rianimazione cardiopolmonare. È a questo punto che il cittadino può davvero fare la differenza. http://www.rsi.ch/rete-uno/programmi/intrattenimento/andata-e-ritorno/Quei-12-minuti-che-fanno-la-differenza-5676724.html https://www.youtube.com/watch?v=ob81qi7rSVE
Andrea Lucarelli 1 anno fa su fb
Ma se l' ambulanza è stata chiamata e arriva in media entro i 12 min ( direi un record in velocità!) Ed hanno anche loro il defibrillatore a che serve piazzarlo in giro e dover chiamare qualcuno che lo deve fare funzionare che verosimilmente arriverà non di certo prima dei 12 min dell' ambulanza? Ma vogliamo pure dire che in caso di urgenza ci si reca in auto in ps. Non da ultimo anche perché i costi dell' ambulanza non sono, incredibilmente coperti se non per una qualche complementare che spesso non ci si può permettere. Parli di cittadino che fa la differenza.. ma tu pensi che un cittadino qualunque sappia fare una rianimazione? E la responsabilità nel farla e fare più danni che b bene chi se la prende ? Che si faccia un indagine e si scopra realmente quando e sono stati usati questi apparecchi.
Niko Storni 1 anno fa su fb
Di quello che vuoi ma io son contento di avere un defibrillatore comunale a 8 metri da casa mia. E sia io che i miei fratelli siamo istruiti sul suo uso. Se hai fatto le sciole medie negli ultimi 10 anni circa o la patente ultimamente allora anche tu dovresti avere un'istruzione. Utile è utile.
Claudio Panizza 1 anno fa su fb
Voglio vederti portare qualcuno in auto al pronto soccorso e allo stesso tempo eseguire la CPR ahahaahah Il cittadino fa la differenza se si mette a disposizione come first responder e se sa fare la CPR. L'unica cosa che si può fare di sbagliato é: NIENTE (stare a guardare invece di chiamare il 144). L'indagine te la puoi fare te andando a chiedere ai professionisti e volontari del settore ;)
Andrea Lucarelli 1 anno fa su fb
Niko Storni e secondo te una persona è felice se uno che ha avuto una semplice istruzione gli pianta scariche elettriche in corpo mentre ha un malessere che magari nulla c' entra con ciò che si pensa essere? Se gli crei danni chi ne risponde ? Ad utilizzarlo ci vuole ben poco anche un bimbo è capace ma a sapere cosa effettivamente la persona ha è ben altro conto. Onde evitare di creare danni meglio non far nulla. Questa la vecchia regola. Per il resto vi è ambulanza e medici. Voglio vedere se gli scarichi un defibrillatore addosso a chi ha magari solo una crisi epilettica o un attacco di ansia. Lascia perdere va.
Andrea Lucarelli 1 anno fa su fb
Mi ricorda Huber che giusto per far qualche cosa faceva cose assurde..ma...poteva rimanere offeso eh...
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
lugano
mappa
defibrillatori
popolazione
sicurezza
defibrillatori pubblici
ticino
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-17 22:11:37 | 91.208.130.86