Foto d'archivio (Tipress)
CHIASSO
01.08.2016 - 20:000

Tassa di collegamento, continua la polemica

Fabio Regazzi, consigliere nazionale PPD e presidente di AITI, nella sua allocuzione ha ribadito la sua opposizione alla tassa di collegamento giudicata «di stampo statalista e illiberale»

CHIASSO - Nella giornata in cui si festeggia la nascita della Confederazione Svizzera, il Consigliere nazionale Fabio Regazzi, oltre ad avere ricordato l'importanza del valore dell'alleanza confederale per la difesa «della libertà e la democrazia, l'indipendenza e la pace, in uno spirito di solidarietà e di apertura al mondo», ha voluto ribadire la sua opposizione alla tassa di collegamento, entrata in vigore proprio oggi.

Regazzi, che ha tenuto la sua allocuzione a Chiasso, cittadina di un Mendrisiotto particolarmente toccato dalla problematica del traffico, ha definito la tassa di collegamento «un'imposta che chiama alla cassa lavoratori e consumatori senza contropartita».

In questa giornata di festa il presidente degli industriali ticinesi si è espresso su una tassa che ha fatto scorrere fiumi di inchiostro in queste ultime settimane. Secondo lui «l’equazione tassa di collegamento = meno traffico è sbagliata e illusoria!»

«Il lavoratore- consumatore - ha dichiarato Regazzi - pagherà la tassa ma il traffico non diminuirà, e quel che è peggio lo Stato non avrà fatto i compiti. Da un lato ci tassa chiedendoci di lasciare a casa l’auto, dall’altro non offre le necessarie alternative che ho già citato: park and ride nei pressi delle stazioni del treno, anche oltre confine, o sviluppare una rete di trasporti pubblici che soddisfi anche quelle regioni densamente popolate da imprese e lavoratori da dove oggi il trasporto pubblico è quasi del tutto assente».

Regazzi, se da un lato si dice disponibile a collaborare con le autorità per trovare soluzioni utili per risolvere la problematica del traffico, dall'altra ribadisce la sua volontà di battersi contro questa «deriva di stampo statalista e illiberale. «Per questo motivo in qualità di presidente dell’Associazione Industrie ticinesi - ha continuato il consigliere nazionale PPD - mi sono opposto alla tassa, ribadendo nel contempo la nostra disponibilità a collaborare con le autorità cantonali e a fare la nostra parte per contribuire a trovare soluzioni praticabili ed efficaci. Se invece lo scopo è – come in questo caso – solo quello di fare cassa noi non ci stiamo e ci batteremo sempre per contrastare questa e altre derive di stampo statalista e illiberale».

Commenti
 
Tiger 1 anno fa su tio
Includere una simile polemica, approfittando del palco del 1 . Agosto, lo rende uguale ai sinistri ke lo usano per veicolare discorsi terzomondisti o ostili alla volontà popolare. Volontà popolare ke è stata chiaramente espressa dal Popolo Sovrano Ticinese anche riguardo la tassa di collegamento. Piaccia o no, è così! Il Regazzi può sempre prendere una tolla di pittura nera e andare nel parcheggio della sua azienda, a cancellare qualche parcheggio.
ziopecora 1 anno fa su tio
usare il podio della festa nazionale per far propaganda è quanto di più scorretto si possa pensare. Perfettamente in linea col personaggio.
ilarios 1 anno fa su tio
Infatti l'equazione non è tassa di collegamento = meno traffico ma tassa di collegamento = tasse per sistemare le strade a chi ne fa veramente uso. Il che mi sembra molto liberale.
MIM 1 anno fa su tio
@ilarios No, Zali ha detto che sarebbero serviti per i mezzi pubblici!
bobà 1 anno fa su tio
@MIM giusto!
roma 1 anno fa su tio
non capisco tutte queste polemiche attorno alle scelte del sovrano.
MIM 1 anno fa su tio
@roma Scelta basata su slogan. Io, davvero, non ho capito niente: né chi paga, né a chi, né quando
bobà 1 anno fa su tio
@MIM semplice: pagheranno i dipendenti delle grandi aziende (>50 posteggi) che si ostineranno ad andare al lavoro in auto
mambo 1 anno fa su tio
Che la tassa sia giusta o sbagliata; ma almeno alla festa della Patria .........godetevi la festa! cavoli !!!!!
sedelin 1 anno fa su tio
@mambo giusto! ma certi nostri politici non perdono occasione per far polemica e trasmettere ai cittadini l'abitudine di polemizzare, anziché diffondere messaggi positivi.
MIM 1 anno fa su tio
E' un pasticcio unico, non serve a niente e ci sarà una marea di ricorsi. Nessuna notizia è giunta ufficialmente alla nostra azienda. Apprendisti stregoni allo sbaraglio, solo confusione, mai vista una cosa del genere.
elvetico 1 anno fa su tio
Io ritengo che il signor Regazzi abbia pienamente ragione: questa scellerata tassa di collegamento-furto-LEGAlizzato oltre che di stampo statalista e illiberale è anche talebana: una tassa iniqua, che va soppressa.
Bianchi Roberta 1 anno fa su fb
Mesi e mesi per non dire anni di lavoro per trovare una soluzione allo spaventoso traffico ... VOGLIAMO ALMENO PROVARE PER FAVORE ?
Renzo Giambonini 1 anno fa su fb
Perfettamente ragione!!!
Bianchi Roberta 1 anno fa su fb
?
Lella Losa 1 anno fa su fb
Regazzi...accetta la scelta del popolo e fattene una ragione...
vulpus 1 anno fa su tio
Regazzi non ha fatto altro che ribadire quanto di "positivo" ci sia per i ticinesi, da questa misura, venduta come una misura antiinquinamento, ma concepita come misura ant ifrontalierato e anti italiani, e questo basta per squalificarla in partenza. Purtroppo i ticinesi si sono fatti abbindolare dalle promesse,e ora ne pagheranno le conseguenza della scelta, proprio quella cittadinanza che si voleva "difendere"!!
Jean Jean 1 anno fa su fb
http://www.ticinonews.ch/ticino/219297/regazzi-lascera-il-parcheggio Il cucciolo ha ancora due mesi per far rispettare quanto deciso. Ah vero ma lui non deve niente a nessuno e tutti, pure il popolo che ha votato democraticamente, deve stare zitto al suo volere...
Lauro Marchesi 1 anno fa su fb
Tassa inutile e discriminatoria visto che non devono pagarla tutti ma solo chi lavora in aziende con più di 50 posti auto! Inoltre non garantisce nessun investimento nel servizio pubblico! Mi dispiace ma questa tassa è passata unicamente perchè a chi non toccherà pagarla tendenzialmente ha votato si! Il fatto di non farla pagare a tutti non è certo stato fatto sulla base di un criterio preciso ma unicamente per speculare sulla votazione! Aprite gli occhi!
Donato Manetti 1 anno fa su fb
Sig.MARCHESI sicche anche Lei come manuel e kompagni, il popolo nn capisce se nn va come Lei desidera"tarchin dixi e altri capannonari"bravo vada nella penisola lì è co me Lei auspica xchè è il terzo governo non eletto! Ma ci resti pf IL VOTO SI RISPETTA SEMPRE ANCHE QUANDO NON PIACE!!
Norberto Lucchini 1 anno fa su fb
Regazzi, sei irritante ?
Alberto Bullo 1 anno fa su fb
Il lago, abbiamo bisogno di qualcuno che vada a scopare il lago... Volontari?
Mauro Mauharim 1 anno fa su fb
Su un po' di coraggio popolo .... chiamatela con il suo vero nome : Tassa di Collegamento per i taliani.
Giuseppe Mineo Svizzera 1 anno fa su fb
Non ero poi stato cosi pessimista.....ma realista....
Alex Comanzo 1 anno fa su fb
Scoppia la polemica? Ma quale polemica basta non prendere sul serio queste sparate a vanvera e tutto finisce prima di iniziare. Continua cosi Claudio!
Donato Manetti 1 anno fa su fb
Senti Fabio,mi pare che ultimamente stai/state perdendo la trebisonda fra te e il Romano,Dadò, beh se scopiazzare e sparare cavolate è il motto nuovo del PPD vedró di NON PIÙ VOTARVI FATE FIGURE DI PALTA BUONA FORTUNA
Murat Alan Kop 1 anno fa su fb
Invece la tua pseudo politica cos'è, di stampo neoliberista dei disastri? Ma come si fa a votare una persona del genere?!
sedelin 1 anno fa su tio
è veramente vergognoso che un politico si metta a fare polemiche su un tema già discusso e ACCETTATO IN VOTAZIONE POPOLARE durante il discorso per la festa della patria! questo individuo accecato dal rancore e dall'ignoranza dovrebbe prendere esempio dal discorso di carla del ponte, lei sì che ha saputo onorare la patria come una vera signora!
Meno 1 anno fa su tio
@sedelin Non è l'unico e non sarà l'ultimo. Detto questo è una boiata assurda questa tassa.
Paolo Monteverdi 1 anno fa su fb
Allocuzione .... :-) Azzz tanta roba :-) :-)
Stefano Casalinuovo 1 anno fa su fb
Regazzi devi rispettare il popolo che ha votato e fatto la sua scelta, fattene una ragione. E poi con tutti i frontalieri che ha la tua azienda organizza un pulmino aziendale così non paghi la tassa e fai diminuire traffico e inquinamento
Fabio Ambrosini 1 anno fa su fb
Regazzi hai rotto, il popolo ha votato ..?
Renzo Giambonini 1 anno fa su fb
Viva la democrazia!!!
Potrebbe interessarti anche
Tags
collegamento
tassa
regazzi
tassa collegamento
traffico
statalista illiberale
stampo
stampo statalista
statalista
stampo statalista illiberale
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-20 22:11:53 | 91.208.130.86