CANTONE
26.10.2015 - 09:360

Il riconoscimento vocale di Google è "made in Ticino"

Sviluppato grazie alla SUPSI e l'USI, il sistema di riconoscimento vocale utilizzato da Google

LUGANO - Grazie alla collaborazione con la TU di Monaco di Baviera (Università tecnica) e al lavoro del professore d'informatica ed artista tedesco Jürgen Schmidhuber della Facoltà di Scienze informatiche dell’USI, attivo presso l’IDSIA (Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale), l’istituto di USI e SUPSI affiliato al Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI, è stato sviluppato il nuovo sistema di riconoscimento vocale utilizzato da Google.

Come riferiscono l'USI e la Scuola universitaria professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) in una nota, si tratta di una nuova generazione di interpreti per comandi vocali, utilizzata dalle applicazioni Google sia per iOS che per Android, molto più accurata della precedente, resistente ai rumori di fondo, più veloce e che richiede meno potenza di calcolo.

Il modello, pubblicato dall’IDSIA in collaborazione con la TU di Monaco di Baviera, permette alla macchina di imparare suoni e parole attraverso l’addestramento con milioni di esempi. Si tratta infatti di una rete neuronale artificiale molto simile alle strutture del cervello umano.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
google
riconoscimento
riconoscimento vocale
usi
supsi
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-17 22:19:02 | 91.208.130.87