LUGANO
28.06.2012 - 11:560

Operazione discoteche, parla la Nyx SA

LUGANO - Dopo l'operazione di Polizia di due giorni fa, nata per ispezionare alcuni locali e discoteche del luganese, NYX SA, il locale ubicato presso il Casinò di Lugano, interviene sulla vicenda, specificando che l’unico capo di imputazione è riferito a “impiego di stranieri sprovvisto di permesso, ripetuto (art. 117 cpv, 1 LStr)”. Nei confronti deell’amministratore della NYX, non sarebbe stata adottata alcuna misura di fermo e si esclude qualsiasi collegamento con fatti collegati alla ditta esterna BAM Enterprise (sezione security) verso la quale NYX SA aveva un contratto per prestazioni esterne. Alla luce di quanto emerso, la NYX SA ha disdetto con effetto immediato ogni contratto in essere con la BAM Enterprise (sezione security).

"Ancora una volta - si precisa nel comunicato - duole sottolineare come alcuni organi di stampa non perdano l’occasione, e non si comprende per quale scopo, per enfatizzare ed amplificare situazioni e fattispecie collegandole a fatti ed ipotesi di reato ben più gravi che non hanno mai visti coinvolti direttamente o indirettamente alcun rappresentante della NYX SA".

In base alle ispezioni avvenute il 26 giugno alle 14.45 da parte della Polizia Giudiziaria, Polizia antidroga con squadre cinofile, Polizia scientifica e Ente Federale per il controllo alcolici, La Nyx conclude che nulla è stato rinvenuto a carico del locale per l’ipotesi di reato all’aldilà di quello contestato nel capo di imputazione (art 117).
 

Potrebbe interessarti anche
Tags
nyx
nyx sa
sa
lugano
polizia
discoteche
operazione
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-21 03:40:35 | 91.208.130.87