LUGANO
20.02.2012 - 15:580

Risotto da applausi, ma perché mettere le barriere tra la gente comune e i VIP?

Successo per il carnevale al Padiglione Conza. Con qualche interrogativo di troppo.

LUGANO – La musica, le bancarelle, migliaia di persone festanti al Padiglione Conza di Lugano. Il carnevale cittadino, d’altra parte, è un appuntamento fisso sulle rive del Ceresio. Basterebbe ascoltare le parole entusiaste di Re Sbroja per capire quanto i luganesi tengano a questo evento che caratterizza il pranzo del lunedì grasso. E poi i volti felici dei bambini in maschera e degli anziani che in un certo senso hanno la possibilità di riassaporare il gusto del passato.

Peccato però che ci siano quelle barriere che dividono il settore ‘ospiti’ dal resto della gente. E a guardar bene nel settore ‘ospiti’ troviamo politici, personaggi televisivi, giornalisti e alcuni tra gli altri regnanti del Ticino. È forse l’unica vera macchia del carnevale luganese. Ci saranno sicuramente delle ragioni organizzative alla base di questa scelta, ma perché creare distinzioni? Perché non mescolare politici e personaggi noti ai cittadini? Tra una forchettata di risotto e un boccone di luganiga se lo sono chiesti in diversi.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
lugano
gente
risotto
carnevale
barriere
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-24 06:18:53 | 91.208.130.87