Keystone
SVIZZERA
13.12.2017 - 15:040

Il Consiglio degli Stati in breve

BERNA - Nella sua seduta odierna, il Consiglio degli Stati ha:

- SCHENGEN: deciso - con 33 voti contro 1 e 5 astensioni - che bisogna contribuire al Fondo europeo per la sicurezza interna (ISF Frontiere) con un importo pari a 20,6 milioni di franchi all'anno. Lo scopo è proteggere le frontiere esterne e impedire le entrate illegali nello spazio Schengen;

- FALLIMENTI: approvato - con 36 voti senza opposizioni e 5 astenuti - le modifiche alla legge federale sul diritto internazionale privato (LDIP), volte a semplificare la procedura di riconoscimento dei decreti stranieri di fallimento e migliorare la posizione dei creditori delle succursali svizzere di una società estera insolvente. Si tratta ad esempio di rinunciare al requisito della reciprocità;

- MINORENNI: mantenuto l'ultima divergenza che ancora oppone i due rami del Parlamento in merito alla modifica del Codice civile volta a rafforzare la protezione dei minorenni. Questa riguarda il momento in cui far scattare l'obbligo di segnalazione di possibili maltrattamenti: quando l'integrità pare minacciata o solo in caso di indizi concreti. Ora sarà necessario l'intervento della Conferenza di conciliazione;

- CENTRI DI PARTENZA: accolto tacitamente una mozione del ticinese Fabio Abate (PLR) che mira a permettere un sostegno finanziario per i Cantoni che gestiscono alloggi temporanei che ospitano persone straniere. Il testo riguarda ad esempio il Ticino, che gestisce a Mendrisio-Rancate uno di questi centri di partenza;

- ESTREMISMO POLITICO: approvato - con 28 voti contro 11 - una mozione di Beat Rieder (PPD/VS) volta a introdurre la possibilità di divieto di espatrio nei confronti di potenziali estremisti politici violenti, così come avviene nel caso di tifosi facinorosi;

- TRIBUNALI: accolto una mozione di Claude Janiak (PS/BL) che incarica il governo di modificare il Codice di procedura civile affinché gli anticipi delle spese processuali siano ridotti e l'accesso ai tribunali non sia più una prerogativa degli abbienti. Il testo passa al Nazionale;

- RETI ELETTRICHE: approvato senza opposizione la proposta della Conferenza di conciliazione in merito alla Strategia reti elettriche.

Ordine del giorno di giovedì 14 dicembre (08.15-12.00):

- Preventivo 2018 (proposta della Conferenza di conciliazione);

- Messaggio 2017 sugli immobili del DFF (divergenze);

- Protezione minorenni (proposta della Conferenza di conciliazione);

- Franchigia opzionale di 500 franchi con riduzione massima dei premi dell'80 per cento (mozione);

- Iniziative parlamentari, cantonali, petizioni.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
conciliazione
mozione
conferenza conciliazione
conferenza
minorenni
proposta conferenza conciliazione
voti
stati
proposta conferenza
proposta
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-16 16:03:24 | 91.208.130.86