Keystone
BERNA
13.12.2017 - 09:550

Approvate le modifiche sui decreti stranieri di fallimento

Il Consiglio degli Stati ha accettato la semplificazione della procedura di riconoscimento e il miglioramento della posizione dei creditori

BERNA - Semplificare la procedura di riconoscimento dei decreti stranieri di fallimento e migliorare la posizione dei creditori delle succursali svizzere di una società estera insolvente. Sono questi gli obiettivi della modifica della legge federale sul diritto internazionale privato (LDIP) approvata oggi - con 36 voti senza opposizioni e 5 astenuti - dal Consiglio degli Stati. Il disegno passa al Nazionale.

La LDIP disciplina il riconoscimento in Svizzera dei decreti di fallimento stranieri. Secondo il diritto vigente sono riconosciuti soltanto quelli pronunciati nello Stato della sede, rispettivamente del domicilio, del debitore. Occorre inoltre che tale Paese garantisca la reciprocità.

Queste condizioni si sono rivelate problematiche nella prassi: ritardano e in parte impediscono il riconoscimento ledendo gli interessi dei creditori svizzeri e stranieri perché, se il fallimento non è riconosciuto, rimane possibile l'esecuzione individuale a scapito dell'insieme dei creditori.

Il disegno, rinunciando al requisito della reciprocità, agevola il riconoscimento dei decreti di fallimento stranieri. Esso prevede inoltre che siano riconosciuti quelli pronunciati nel centro degli interessi principali del debitore. Questi elementi sono già stati attuati in forma analoga nel diritto svizzero dell'insolvenza bancaria internazionale e in tale settore hanno dato buoni risultati, è stato spiegato alla Camera dei Cantoni.

Per arrivare ad una semplificazione si deve poi poter rinunciare alla cosiddetta procedura di fallimento ancillare se non occorre proteggere i creditori indigeni.

«Migliorare il riconoscimento di insolvenze estere è importante, pensate ad esempio al caso di compagnie aeree berlinesi - senza fare nomi - che vanno in bancarotta. Per proteggere i creditori è necessaria una procedura efficace», ha detto la consigliera federale Simonetta Sommaruga per spiegare in maniera semplice la situazione.

Potrebbe interessarti anche
Tags
riconoscimento
fallimento
creditori
decreti
procedura
decreti stranieri
stati
stranieri fallimento
diritto
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-19 04:53:25 | 91.208.130.87