GRIGIONI
24.10.2017 - 18:190

Niente piattaforma per i whistleblower

COIRA - Il governo grigionese è contrario a creare nell'amministrazione cantonale una piattaforma di segnalazione per allertatori civici (whistleblower in inglese). Al momento non vi è necessità di agire, scrive l'esecutivo rispondendo a una mozione del gruppo parlamentare socialista.

All'interno del cantone vi sono già diverse strutture cui possono rivolgersi i dipendenti che vogliono segnalare disfunzioni: vengono in tal ambito citate il centro di consulenza psicologica, presso l'ufficio del personale, nonché uno sportello per indicazioni relative a presunti casi di corruzione presso il Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste. Chi opera presso il cantone deve inoltre annunciare eventuali malfunzionamenti presso il controllo cantonale delle finanze.

Il governo teme inoltre che una speciale entità favorisca una cultura della sfiducia. Intende però seguire l'evoluzione della situazione all'interno dell'amministrazione, come pure in altri cantoni e città. Una nuova valutazione sarà effettuata in occasione della futura revisione totale della legge sul personale.

Il PS aveva chiesto di puntare su uno spazio esterno al cantone in cui un allertatore civico poteva rivolgersi senza temere di subire ripercussioni.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
cantone
piattaforma
whistleblower
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-24 21:19:00 | 91.208.130.87