ZURIGO
07.02.2017 - 21:070

Scaricava materiale pedopornografico dalla prigione, condannato

L’uomo si trova in carcere dal 1993 per aver abusato dei figli della ex-moglie

ZURIGO - Un pedofilo, che a suo tempo aveva conquistato le prime pagine dei giornali e si trovava in prigione dal 1993 per aver abusato sessualmente dei figli della ex-moglie, è tornato a far parlare di se.

L’uomo infatti, anche da dietro le sbarre, è riuscito in qualche modo a soddisfare le proprie pulsioni malate verso i bambini grazie a un amico che, di nascosto, a trafugare un modem e una carta SIM all’interno del penitenziario di Pöschwies, permettendo così al detenuto di scaricare alcuni manga erotici sulle cui pagine erano illustrati rapporti sessuali fra adulti e bambini.

Il prigioniero ha tentato di nascondere al meglio tutto il materiale, ma gli agenti di sicurezza del carcere hanno rilevato alcuni segnali da un telefono cellulare, provenienti dalla cella del pedofilo, riuscendo così a confiscare il tutto.

Il pedofilo è stato condannato dal Tribunale del distretto di Dielsdorf a una pena pecuniaria di 75 aliquote giornaliere da 10 franchi. Sentenza confermata nella giornata di lunedì dalla Corte suprema di Zurigo. Il detenuto è accusato unicamente di possesso di materiale pedopornografico, in quanto è stato impossibile stabilire se sia stato effettivamente lui a scaricare i file in questione.

L’avvocato difensore invece si è battuto per l’assoluzione del proprio cliente, affermando che l’uomo non sapeva che quelle immagini si trovavano sulla sua scheda di memoria.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
materiale
materiale pedopornografico
pedofilo
prigione
zurigo
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-18 04:22:17 | 91.208.130.87