Keystone
SVIZZERA
24.12.2017 - 10:410

«Quasi il 57% degli svizzeri è (ancora) favorevole a "No Billag"»

Un sondaggio pubblicato oggi sulla SonntagsZeitung dimostra come l'iniziativa - contrariamente a quanto avviene normalmente con il procedere di una campagna di votazione, non sta perdendo sostegno

BERNA - Quasi il 57% della popolazione rimane favorevole a "No Billag": l'iniziativa, contrariamente a quanto avviene normalmente con il procedere di una campagna di votazione, non sta sostanzialmente perdendo sostegno. È quanto emerge da un sondaggio pubblicato dalla SonntagsZeitung.

Se dovesse esprimersi oggi il 44,4% degli interpellati voterebbe un sì convinto, il 12,2% tendenzialmente sì, mentre per il no sarebbero rispettivamente il 9,9% (tendenzialmente) e il 28,1% (sicuramente). Sommando queste quote si ottiene un 56,6% di favorevoli e un 38,0% di contrari. Gli indecisi sono il 5,4%.

Al sondaggio online, condotto dal 7 al 18 dicembre dall'istituto Marketagent.com, hanno preso parte 1264 persone fra i 18 e i 75 anni nella Svizzera tedesca e romanda. Non viene tenuto conto del Ticino, cosa che secondo gli estensori del rilevamento demoscopico non inficia la bontà dei risultati visto la quota relativamente limitata dei votanti a sud delle Alpi.

Secondo la SonntagsZeitung a preoccupare i difensori del canone radiotelevisivo sono essenzialmente due aspetti. Il primo è che il sostegno all'iniziativa non sta scemando, come invece avviene spesso una volta che si affrontano gli argomenti concreti: in un sondaggio analogo di novembre il sì era al 57,3%, il no al 34,4%, gli indecisi all'8,3%. I favorevoli non sono quindi scesi nemmeno di un punto percentuale.

Il secondo aspetto riguarda il fatto che i sostenitori della proposta di modifica costituzionale sono sempre più convinti: i sicuri di votare sì sono infatti saliti di 2,7 punti percentuali (dal 41,7 al 44,4%).

L'argomento portato avanti dalla SRG SSR e dalla presidente della Confederazione Doris Leuthard secondo il quale un sì a No Billag significherebbe la fine dell'ente radiotelevisivo convince solo il 42% del campione. Va notato anche che il 60% degli interpellati è contento dei programmi SSR.

I risultati del sondaggio allarmano i presidenti dei due partiti, PS e PPD, che più di altri si sono schierati contro l'abolizione del canone radiotelevisivo. «La SSR e i suoi alleati devono comunicare in modo più razionale, perché i fatti parlano chiaramente per un no», afferma il presidente socialista Christian Levrat in dichiarazioni riportate dalla SonntagsZeitung. Il consigliere agli stati friburghese teme qualcosa di simile al grounding di Swissair: «Nessuno pensava a un tracollo di Swissair, fino a quando questo non è avvenuto».

A suo avviso servono «più argomenti e meno emozioni». Non si convince la gente con un dibattito sul quarto potere, «dobbiamo mostrare chiaramente cosa significhi il sì», afferma Levrat. Se l'oggetto venisse approvato si andrebbe infatti verso la televisione a pagamento e solo per lo sport ciascun utente dovrebbe pagare più di 700 franchi all'anno, sostiene il politico PS.

Da parte sua il presidente PPD Gerhard Pfister critica la SSR. «I vertici non sono sufficientemente disposti a rivedere l'offerta della SSR e a riconsiderare il servizio pubblico sotto l'aspetto della rilevanza», afferma al domenicale. «Solo se la SSR accetterà le critiche, invece di reagire con manifestazione di panico, gli svizzeri - anche quelli che non sono sempre contenti con la SSR - respingeranno l'iniziativa», si dice convinto.

Pfister auspica anche maggior ritegno da parte dei dipendenti SSR: «I collaboratori comunicano in modo troppo offensivo». L'argomentazione della chiusura dell'ente non viene presa sul serio dai votanti. Secondo il consigliere nazionale zughese il contributo migliore che potrebbero dare i lavoratori SSR sarebbe di svolgere bene il loro compito e di rimanere discreti.
 

Commenti
 
MIM 2 sett fa su tio
Forse l'arroganza della SSR ha dato la bastonata finale. Hanno trasmesso alla RSI programmi andati in onda negli anni 70-80, ancora nei ricordi di molti. Forse lo scopo era "noi siamo la storia", peccato che il risultato ottenuto è che la gente si interroga sui costi: quelle belle trasmissioni erano frutto di fantasia e non costavano centinaia di milioni di franchi.
Sir Stanley 2 sett fa su tio
Telefilm americani riciclati, giochi a quiz patetici nei quali si tenta maldestramente di imitare lo schifo che arriva dall'Italia, Sport su sport con commentatori sgrammaticati e all'apparenza analfabeti. E se c'è qualche proposta un po' più originale è la replica della replica di una replica andata in onda nel 1980. Sarebbe in questo modo che la TSI difende la nostra cultura? Alla TSI la cultura viene violentata per 23 ore su 24. Sembrerebbe quasi che i quiz di bassissimo livello, contenenti domande alle quali una volta anche un bambino di otto anni sapeva rispondere, vengano proposti per verificare che effettivamente il palinsesto RSI sia riuscito nell'intento di rendere i cittadini ignoranti, ottusi e rincoglioniti. Più che un servizio pubblico è un servizio di sistema, volto ad eliminare qualsiasi residuo di senso critico nella popolazione. E ci riesce benissimo, dato che nessuno si indigna per il fatto che se un bambino guarda la TSI negli orari di punta nove volte su dieci vede violenza, cadaveri, assassini, omicidi, sbirri, prevaricazioni varie a danno di qualcuno. Con il pericolo di creare un'assuefazione ed una banalizzazione della violenza tale da indurre qualcuno a pensare che effettivamente la realtà sia questa. Un'idea di ciò che a Comano viene ritenuta cultura la troviamo nella recente tristissima e autolesionistica sortita di Canetta, il quale ci ricorda che senza i soldi del canone non avremmo avuto la serie Frontaliers (per come recitano pensavo lo facessero gratis). Non aveva qualche altro prodotto TSI migliore da proporre per farci sentire in colpa? Evidentemente no... e questo la dice tutta.
beta 2 sett fa su tio
Ieri sera sono stati capaci di riesumare addirittura il Quirino e la Mariuccia . Chissà che cifra astronomica hanno dovuto cacciare ? Un bel SI non ve lo leva nessuno !
Il Codu 3 sett fa su fb
Andrea nel 2020 il secondo canale verrà cmq eliminato,visibile solo via streaming,i miei genitori manco sanno cos è,figurati se si mettono li ad imparare a usare il pc o cell x vedere la tsi2 a 67 e 55 anni....pagare forse 365 fr x solo la tsi1,ma dai per favore!!
Alessio Empathy 3 sett fa su fb
Io la TV spazzatura come i nostri vicini 🇮🇹 non la voglio. Non per niente un po' in tutta Europa la TV italiana la definiscono così.
Mariantonietta Lettieri 3 sett fa su fb
Ivan
Manu Barcella Capobianco 3 sett fa su fb
Brava Ornella pienamente daccordo con te!
Alessandro Kom 3 sett fa su fb
La Rai , oltre a farmi vedere Vespa e le sorelle Parodi, ha già rinunciato alla formula 1 , Tennis,motociclismo,calcio, e, a parte qualche gara , lo sci . La Fininvest ci propina la d’Urso , il grande fratello, Maria de Filippi, perciò se devo poter guardare sport è qualcosa di più decente di film visti e rivisti dovrò , come già faccio, versare l’obolo a Murdoch , che sommato al canone Rai mi costa 600 e passa eurini l’anno. Auguri , quando la vostra tv “di stato” verrà saccheggiata da qualche “imprenditore del ramo” , non aspettatevi che vi regalino programmi gratuiti e di qualità . Buone feste a tutti.
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Il direttore generale ha preferito scegliere una televisione di qualità piuttosto che salvare il maggior numero di posti di lavoro. Se l'iniziativa sarà accettata ci saranno molte famiglie disperate. Mi chiedo come possa fare sonni tranquilli.
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Quanti posti di lavoro avrebbero salvato i deputati approvando il controprogetto che prevedeva 200 franchi per economia domestica e l'esenzione per le aziende? Ora tutti dipendenti della televisione Svizzera rischieranno di restare senza lavoro e spetterà ai cittadini sostenerli. Il direttore generale Gilles Marchand, che sembra guadagni 500'000 franchi l'anno, non poteva avere come piano B quello di salvare almeno una parte dei posti di lavoro?
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Il controprogetto proponeva di limitare il canone a 200 franchi per economia domestica ed esentare le aziende. Cosa c'era di male in questo? Non è a favore della televisione Svizzera, ma quello che conta è quello che vogliono i cittadini Svizzeri.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
In effetti il contropogetto sarebbe passato senza alcun problema. Immagino si sia scelto di provare il tutto per tutto perché 200.- non sarebbero bastati per coprire nemmeno le spese per un servizio minimo appena decente.
Tebupo Te 3 sett fa su fb
I deputati potevano salvare la metà dei posti di lavoro, ora invece tutti i dipendenti della televisione Svizzera rischiano di andare in disoccupazione a carico dei cittadini. Tu te la saresti sentita di giocare d'azzardo con i posti di lavoro degli altri? Il direttore generale che percepisce, sembra, 500'000 franchi all'anno non è riuscito a prevedere questo scenario? Mi sembra incredibile.
Gaggini Luca 3 sett fa su fb
Ovvio..
Tebupo Te 3 sett fa su fb
La maggior parte dei seguenti deputati hanno impedito al popolo di scegliere il controprogetto che limitava il canone a 200 franchi. Hanno ritenuto sufficiente lasciar scegliere se pagare 400 franchi o niente. Queste persone possiedono un grande umorismo oppure stanno tentando di distruggere la televisione Svizzera. Fabio Abate Isidor Baumann Didier Berberat Pirmin Bischof Ivo Bischofberger Pascale Bruderer Wyss Andrea Caroni Raphaël Comte Robert Cramer Josef Dittli Roland Eberle Joachim Eder Stefan Engler Erich Ettlin Anita Fetz Peter Föhn Jean-René Fournier Olivier Français Hannes Germann Konrad Graber Brigitte Häberli-Koller Claude Hêche Thomas Hefti Peter Hegglin Werner Hösli Claude Janiak Daniel Jositsch Karin Keller-Sutter Alex Kuprecht Christian Levrat Filippo Lombardi Werner Luginbühl Liliane Maury Pasquier Thomas Minder Philipp Müller Damian Müller Ruedi Noser Paul Rechsteiner Beat Rieder Géraldine Savary Martin Schmid Anne Seydoux-Christe Hans Stöckli Beat Vonlanthen Hans Wicki Roberto Zanetti
Massimo Walter Antonio Canonica 3 sett fa su fb
Io mi domando perché il canone radio e tv è obbligatorio per tutti anche per chi non ha né la radio né la tv? Non si può obbligare a pagare il canone radio e tv solo ed esclusivamente a chi ha 1 abbonamento con UPC Swisscom TV o simili?
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
La RSI la si puo vedere anche con un'antenna. Comunque di sicuro si possono proporre molte cose, proprio perché la SSR é in mano alla confederazione. Se viene eliminata qualsiasi decisione in campo audiovisivo spettere ai privati che si mettono in gioco ( se ce ne saranno)
Massimo Walter Antonio Canonica 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi io lo trovo impossibile visto che tutti i canali SSRSRG sono in digitale terrestre mentre le antenne 📡 ricevono solo in analogico. E poi Paolo Bianchi come ho detto prima ci sono molte persone che non hanno né la tv né la radio quindi per queste persone trovo ingiusto che devono pagare il canone radio e tv. Comunque anche se le antenne 📡 ricevono in digitale terrestre allora trovo giusto che paghino il canone radio e tv così come chi ha 1 abbonamento con UPC Swisscom TV e simili. Ma non deve essere obbligatorio per tutti. Poi ci sono anche molte persone che anche se hanno 1 TV non guardano più i vari canali tv come RSI RAI Mediaset o altro perché queste persone come me guardano i film serie tv ecc su Netflix Amazon Infinity Nowtv tramite la loro tv o la loro console come la PS4 Xbox.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Massimo Walter Antonio Canonica L'analogico terrestre é appunto per essere captato con le antenne. Unica cosa, se hai ancora un vecchio televisore analogico hai bisogno di un decoder. L'obbligatorietà per tutti é stata ulteriormente estesa nella votazione di 2 anni fa. Poi se la cosa non va bene e si hanno altre proposte si sarebbe potuto farne un'iniziativa, ma evidentemente chi ha voglia di investire soldi e tempo in iniziative sono solo chi ha poi grandi interessi economici da guadagnare.
Massimo Walter Antonio Canonica 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi ma i canali SSRSRG non sono tutti in digitale terrestre? Io ho 1 TV Sony 4K di nuova generazione ha il decoder digitale terrestre integrato e ho varie applicazioni come Netflix Amazon tv e altre ancora e sulla PS4 ho altre applicazioni come NHL tv Infinity e Nowtv e come me ci sono molte altre persone. Io 2 anni fa non ho votato perché non sono stato bene ed ero in ospedale. Se sapessi cosa e come fare farei in modo di togliere l'obbligo per tutti perché come ho già detto ci sono molte persone che non hanno la tv e nemmeno la radio
Fabio Cassina 3 sett fa su fb
Benissimo
Gio65 3 sett fa su tio
E mi raccomando! NON FATE CONFUSIONE!! La domanda sarà più o meno così: Volete accettare il referendum a favore della "NO BILLAG" ? o no...forse sarà: volete rinunciare alla TV di stato votando SI alla NO, insteso come NO BILLAG, non no che SI a favore..chiaro?
Tato50 3 sett fa su tio
@Gio65 Chiarissimo, mi sto già tagliando i polsi con il rasoio elettrico ma è complicato come votare ;-))
Tebupo Te 3 sett fa su fb
La RSI chiede solidarietà per i suoi 1300 dipendenti quando non ne ha dimostrata nessuna per quelli licenziati nel 2016. Certo che ora hanno una carta in meno da giocare a loro favore. Da: http://m.tio.ch/ticino/attualita/1067737/-dipendenti-rsi-trattati-come-delinquenti- «Dipendenti RSI trattati come delinquenti» SSM e Impressum criticano la modalità dei licenziamenti in atto a Comano. Una dipendente: «Ecco come mi hanno licenziata dopo 31 anni di servizio»
Gio65 3 sett fa su tio
Nella remota possibilità cercare un'altro lavoro come fanno tutti! Cos'è tra poco dovremmo viaggiare tutti in treno per evitare licenziamenti di personale in esubero forse?
1303 3 sett fa su tio
Voti si, canone troppo caro e televisione, a mio parere, troppo a sinistra e lo si vede nei dibattiti. Poi ognuno faccia quello che vuole.
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Il consiglio degli stati ha bocciato il controprogetto ben sapendo che il popolo aveva deciso di ridurre il canone a circa 400 franchi. Chiedete a loro di assumersi la responsabilità di un'eventuale bocciatura. Da: http://m.tio.ch/svizzera/politica/1166047/ora-delle-domande-e--no-billag--al-nazionale--esercito-agli-stati In seguito, la Camera del popolo riprenderà il dibattito, iniziato due settimane fa, sull'iniziativa popolare "Abolizione del canone Billag". Il suo testo prevede che la Confederazione non possa riscuotere canoni, né sovvenzionare o gestire emittenti radiofoniche o televisive. Quale alternativa all'iniziativa, già respinta dal Consiglio degli Stati, una minoranza di destra propone di limitare il canone a 200 franchi per economia domestica ed esentarne le aziende. Salvo sorprese, oggi dovrebbero venir bocciate sia l'iniziativa che il controprogetto.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
L'abbassamento del canone a 400 non é legato a questa iniziativa, ma era stato deciso in votazione 2 anni fa. E difatti dal 2019 sarà di 365Fr evidententemente hanno ritenuto che per il momento bastasse, ma di certo non esclude ulteriori abbassamenti in futuro quando si saranno sviluppate ulteriori ottimizzazioni del settore.
Tebupo Te 3 sett fa su fb
È vero, ma il popolo con la votazione di due anni fa ha fatto capire chiaramente che 400 franchi erano ancora troppi. Il consiglio degli stati ha deciso di lasciare al popolo la decisione fra pagare 400 franchi (o 365 ma cambia poco) oppure non pagare nulla. A mio avviso è da irresponsabili. Accettando il controprogetto il consiglio degli stati avrebbe dato alla televisione Svizzera una possibilità a continuare di esistere. Invece hanno scelto di giocare d'azzardo. Spero per loro che l'iniziativa sia respinta oppure saranno ricordati come quelli che hanno fatto chiudere la televisione Svizzera.
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Inoltre mi sembra incoerente la decisione di far pagare il canone alle aziende. Non importa se guadagnano più di 500'000 franchi l'anno e nemmeno se sono una su 4. Le aziende sono frequentate da dipendenti che già pagano il canone. Perché farlo pagare ancora?
Cielorosa 3 sett fa su tio
Chi vota sì alla NoBillag mi dica per favore cosa dovrà fare un semplice operaio a cui salterà la fonte principale di sostentamento dopo una vita di sacrifici. Buon Natale.
Cielorosa 3 sett fa su tio
Chi vota sì alla NoBillag mi dica per favore cosa dovrà fare un semplice operaio pensionato a cui salterà la pensione. Buon Natale.
Cielorosa 3 sett fa su tio
Chi vota sì alla NoBillag mi dica per favore cosa dovrà fare un semplice operaio pensionato a cui salterà la pensione. Se foste voi? Buon Natale.
ugobos 3 sett fa su tio
pagare per giochi, telegiornali che raccontano un mucchio di cretinate e ci fanno il lavaggio del cervello mi sembra un po esagerato. trasmissioni interessanti ne fanno forse 1 al mese. il resto chi vuole guardare sport e giochi che se li paghi. quanti miliardi buttati via per stupidate con tutti i problemi che ci sono. magari qualcuno non ha ancora capito cos è il lavoro. se scavi un buco e lo richiudi sembrerebbe per molti che è un lavoro serio. chi invece fa la legna per l inverno capisce niente.
Jalal David Mantovan 3 sett fa su fb
Basta essere passivi davanti la TV! Sveglia! Essere attivi vuol dire decidere quando e cosa guardare, non essere risucchiati dalla pattumiera in diretta. Anime perse.
Tarok 3 sett fa su tio
basta billag peggio della gestapo
Simone Marchesi 3 sett fa su fb
Ma farne a meno della televisione??No eh??
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
Se si pagassero in base al salario ogni cosa magari ci sarebbero meno tromboni
Diandra Peroni 3 sett fa su fb
Rsi puo benissimo far pagare lei un canonene per chi volesse la rsi lo pagerei anche volentiri ma 400 e rotti franchi all anno solo x rsi e radio che neanche ascolto mi sembra soldi buttati noi famiglia di 5 persone che neanche arriviamo al minimo vitale :(
Sahil Lamba 3 sett fa su fb
Arrivare un accordo per bassare il.prezzo no! Invece di no billag! Così nostro cantone e non solo ... avrà e funzionale ancora ...e tante famiglie avrà poco di soldi in piu per loro ....no! Invece
Giovanni Johnny Lillo 3 sett fa su fb
Lo ribadito anch'io un sacco di volte! Visto che la cosa si sta lentamente mettendo decisamente male per SSR/RSI, fate dietro front se non volete perde TUTTO!! Canone a ...300CHF mi pare equo...fate ciò che è possibile fare con quei soldi e basta...basta rompere i coglioni e speculazioni licenziamenti e 42 mestieri....ma basta per favore!
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Dal 2019 il canone diventerà di 365.-. Non mi pare il caso di abbattere tutto per 60.- all'anno...
TIC 3 sett fa su tio
Quanto odio verso la nostra Radiotelevisione svizzera, quanto egoismo leggendo certi commenti... povera Svizzera e soprattutto, povero Ticino. Per fortuna siamo a Natale ...
Francesco Alessandra Propizio 3 sett fa su fb
Salve a tutti e ora di togliere sta billag
WGWG 3 sett fa su tio
Se è nata questa iniziativa un motivo ci sarà pur stato. Oggi c'è disinformazioni terrorismo mediatico. Per sperperare e mantenere certi inutili progetti dell' UE e paesi dell'est(vedi il miliardo e spiccioli a fondo perso ) i soldi ci sono per cui non vedo che non si possano investire quel denaro in Svizzera e abbassare la quota radiotelevisiva.
Lucilla Ferrara 3 sett fa su fb
Io credo che contribuire a lasciare a casa più di 13000 persone in tutta la Svizzera non sia da persone normali. Schizofrenia che arriva (ma va?) dai Prima-i-Nostri che solo per cattiveria ed egoismo sono disposti a far perdere il lavoro proprio a tutti questi NOSTRI. Una porcheria anti Svizzera perché distrugge il Servizio Pubblico in favore degli interessi privati, sicuramente anche stranieri, cui il nostro Paese sarà assoggettato. È vero: la nostra Scuola non funziona se non riesce a infondere nella popolazione quelle conoscenze che dovrebbero essere antidoto al becero populismo. Quando passerà il SI il nostro Paese sprofonderà in un baratro.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Votano "prima i nostri" e vogliono lasciare a casa i nostri. Si lamentano degli stipendi in Ticino e vogliono lasciare a casa chi ha uno stipendio decente. Piangono che il Ticino é dimenticato da Berna e votano contro l'unica cosa in cui il Ticino riceve molto più di quel che da. Sparano a zero sulla penisola a sud e prendono ad esempio la Mediaset. Si lamentano della (presunta) faziosità della RSI e votano ciò che porterà a un informazione pilotata dai pochi che finanzieranno (tipo il TG4). Dicono che la RSI fa propaganda e non si accorgono che da 20 anni si stanno facendo lobotomizzare dal Mattino. Questa gente é l'apoteosi dell'incoerenza.
Alex Cava 3 sett fa su fb
La vera faccia di Lega e UDC si è vista -per l'ennesima volta- nel disprezzo dimostrato verso i lavoratori, durante il recente sciopero a Locarno... Questa è una delle loro iniziative ingannevoli, che portano avanti forti di grossi mezzi di propaganda. Speriamo di non abboccare, anche stavolta.
Gonzales Graciela 3 sett fa su fb
La billag non esiste piu ! Manca informazione, la gente vota si soltanto per no pagare. Ma dietro tutto questo ce di piu. Io voto NO :-)
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Esiste e come, quindi SII
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Ehm, l'azienda billag si esiste al momento, ma ha perso il contratto per la riscossione del canone, è quindi inutile votare per la riforma solo basandosi solo su di lei, anzi, è un voto sprecato e senza un minimo di ragionamento, cosa che il futuro del nostro paese richiederebbe.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Avdija Besic Fra 1 anno la chiudono in ogni caso...
Simon James Wachter 3 sett fa su fb
Brava! Ci vuole più gente come lei! Grande sto con te!👍🏻👍🏻👍🏻😁
Simon James Wachter 3 sett fa su fb
*lei
Stefano Dias 3 sett fa su fb
Comunque ribadisco il prossimo 4 Marzo NO a No Billag! Non lasciamo a casa migliaia di persone, non perdiamo la coesione nazionale e non illudiamoci che dopo pagheremo meno perché con i privati pagherete anche per accendere la radio!
Avdija Besic 3 sett fa su fb
SI, SI E SIIII
Stefano Dias 3 sett fa su fb
Beh se non hai già ora lavoro dopo il SI ne troverai ancora meno!
Leo Veg 3 sett fa su fb
Hai miei tempi non esisteva la bilag..io votero`pe eliminarla, poi questi fanno ricatti..e chi se ne frega!
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Esato
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Mi può dire che ricatti sono stati fatti? Piccola nota... i tempi cambiano, non siamo più nel 1950.
Leo Veg 3 sett fa su fb
Ma nemmeno pagare!!
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
La societâ Billag verrà comunque eliminata dall anno prossimo. A prescindere da questa votazione
Leo Veg 3 sett fa su fb
Comunque io vado a votare
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Certo, votare é un dovere civico. Ma non sarebbe male farlo da informati...
Leo Veg 3 sett fa su fb
Io sono informato.e voto no bilag..
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Non posso non avere qualche dubbio visto che, da quanto ho capito, ignorava il fatto che la Billag verrà comunque smantellata, a prescindere dal risultato della votazione. E comunque il canone si pagava anche prima che venisse creata la Billag AG eh. Semplicemente veniva incassato direttamente dalla Swisscom ma non é che non si pagasse niente.... Ma vabbé, faccia come crede, ovviamente. Buona votazione :)
Leo Veg 3 sett fa su fb
Si pagava molto meno..che comincino a pagarla quelli della rsi.
Hardy 3 sett fa su tio
Ormai è chiaro cosa succederà. L'unico peccato è che per moltissimi favorevoli il voto significa unicamente spedire a casa Canetta, Mammone e Ceroni, "fargliela pagare" a quei 7000 ricchi raccomandati che lavorano per il servizio pubblico nonché liberarsi degli odiosi e "sinistri" programmi che esso propone. Pochi credo sappiano che una volta accettata l'iniziativa le frequenze precedentemente occupate dal servizio pubblico saranno messe all'asta e chi se le aggiudicherà potrà usarle come vuole: a meno che Teleticino non abbia in serbo il grande salto non vedo chi potrebbe promuovere la cultura e il territorio della Svizzera italiana per giunta in italiano, potrebbe davvero arrivare chiunque a fare quello che gli pare. Magari non succederà, ma se dovesse succedere a me da cittadino e telespettatore spiacerebbe. La Confederazione non potrà più conferire un mandato di servizio pubblico ad alcuna azienda, e non dimentichiamoci delle conseguenze sul mercato del lavoro. Io personalmente voterò "no" all'iniziativa.
Damiano Cioldi 3 sett fa su fb
Vado leggermente fuori tema. Ma sono solo io che sembra ricordare che quando votammo sul canone obbligatorio per tutti nel 2015 ci venne "promesso" un canone a 400 fr per tutti dal 2018?
Niko Masiero 3 sett fa su fb
E invece sará di 365 dal 2019... Direi che hanno controbilanciato l'anno in più con un costo minore, e non lo trovo neanche cosi male
Damiano Cioldi 3 sett fa su fb
Mmh... Vedremo. Di promesse ne fanno tante
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
In realtà se ben ricordo nel 2015 non é mai stata fatta una cifra esatta ma solo indicativa. Riguardo all'abbassamento a 365.- : non é una promessa, é una decisione chiara e netta.
Damiano Cioldi 3 sett fa su fb
Resta il fatto che avevano promesso una dimuzione (la cifra era chiara...), che non c'è stata. Propendo comunque ad essere contro il no billag, ma riconosco che qualcosa di buono, questa iniziativa, la sta facendo
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Damiano Cioldi Non so se avevano promesso una data d'entrata esatta, comunque vedendo iniziative che dopo 20 anni devono ancora essere applicate 1 anno di ritardo non é male, considerando anche i tempi della politica. A me sembra che abbiano capito che é necessario ottimizzare il servizio, ma di certo rivoluzionare il servizio radio-televisivo non si fa in 1 giorno, e nemmeno in 1 anno come chiede la noBillag (o meglio no al servizio pubblico)
mary50 3 sett fa su tio
Da quanto sento parlando con la gente, non è chiaro per tutti, chi non vuole più la Billag, deve votare SI a no Billag. Attenzione al tranello!!! saluti
Michele Frigerio 3 sett fa su fb
Chi é causa del suo mal pianga se stesso
Lucadue 3 sett fa su tio
Cerchiamo di vederci chiaro, se passa l'iniziativa No Billag avremo una RTV pubblica con meno mezzi finanziari a disposizione, e con questo dovrà venire riposizionata in modo confacente ai costi-benefici che sa offrire. Il fatto che al giorno d'oggi sia un azienda sovradimensionata sia nei costi che nel personale impiegato è palese. In quanto alla solidarietà nazionale, mi par disonesto il fatto che con la scusa della minoranza linguistica, si mungano milioni a josa ai connazionali germanofoni. Anche in questo la sproporzione è palese. Detto questo, personalmente, non sono favorevole al voler sopprimere la SSR con questa iniziativa, tuttavia auspico che con un numero di votanti favorevole a NOBillag, la nostra RTV venga ridimensionata in modo ottimale.
Veronica Palmeri 3 sett fa su fb
Va bene pagare ma decisamente meno...almeno la metá dovrebbe essere.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Copio e incollo. Peccato solo che con 150 fr il servizio pubblico non può andare avanti. Forse non vi rendete conto che in Svizzera siamo pochi, ma abbiamo un servizio pari (dal mio punto di vista anche superiore) a quello tedesco, a quello francese e quello italiano, tanto per citarne 3. Forse non vi rendete conto che nella nostra nazione si parlano 4 lingue diverse e sono tutte lingue ufficiali. Tutte e 4 (il romancio meno, è ovvio) abbiamo stessi servizi. Anche noi ticinesi, che ci lamentiamo sempre di non essere mai considerati, di essere l'ultima ruota del carro ecc., abbiamo gli stessi servizi dei francofoni e dei germanofoni.
Ivan Zivko 3 sett fa su fb
Purtroppo il governo non sta facendo abbastanza per far capire le conseguenze di un si. Dovrebbero spegnere le trasmissioni per tre mesi da qui alla votazione e mandare in disoccupazione migliaia di persone ( e tutti hanno almeno un amico che in qualche modo dipende dalla rsi), magari poi il messaggio passa.
Christophe Rezzonico 3 sett fa su fb
E vabbé tanto ciò SKY. Buahaahahah
Gio Previ 3 sett fa su fb
Ricordo che la proposta di abbassare il canone a chf 365 é stata presentata solamente DOPO l'iniziativa di votazione. Strano che non ci abbiano mai pensato prima...... nessuna sorpresa se vi fosse un rialzo immediato qualora non dovesse passare la votazione... Continua a non capire (da una vita) perché chi come me che non guarda nemmeno la televisione debba assumersi un canone obbligatorio (chf 451) invece che essere libero di scegliere come usare i miei soldi come qualsiasi altro servizio/abbonamento invece che essere obbligato a pagare per un servizio che non voglio. Come qualsiasi altro ente o azienda la RSI troverà modo di finanziarsi senza usare modi da dittatura. Semplice. NO BILLAG!
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Si direbbe che alcuni hanno la memoria corta. L'abbassamento é la diretta conseguenza dell'ultima votazione sul canone di due anni fa. Spero solo che se dovesse passare questa iniziativa ti ricorderai di chi é la colpa delle conseguenze e non ti metterai ad incolpare quelli sbagliati.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Gio Previ: ma anche no! L'abbassamento del canone é stato deciso già due anni fa. Ora é semplicemente stata fissata la cifra. Ad ogni modo, va specificato che ad essere veramente caro ed ingiustificato é il costo dei fornitori di servizi (Swisscom, UPC, Sunrise TV ecc) che si mangiano 1500.- all'anno e non fanno null'altro che mettere a disposizione dei materiali prodotti da altri. In questo senso il costo del canone, pagaronato a quello dei fornitori di servizi, é irrisorio (circa 1/4). Se davvero gli iniziativisti volessero fare gli interessi di chi non arriva a fine mese, sarebbe molto più sensato abbassare i costi dei fornitori piuttosto che quelli del canone. Ma Quadri eccetera puntano solo ai loro interessi, non a quelli di chi non arriva a fine mese. Ah, tra le altre cose: chi riceve la complementare é già oggi esentato dal pagamento delle Billag quindi una buona parte di coloro che non arrivano a fine mese la Billag non la devo pagare... My 2 cents
Gio Previ 3 sett fa su fb
Filippo grazie comunque per il commento ed informazione sui fornitori.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Prego. Poi intendiamoci: la SSR (e quindi la RSI) é tutt'altro che perfetta e, ovviamente, ognuno é libero di votare ciò che meglio crede. Però ritengo sia importante essere informati su ciò che si vota. Da qui la mia precisazione precedente ;)
Mami Bi 3 sett fa su fb
occhiaperti 3 sett fa su tio
L'iniziativa "No Billag" sarà ritirata al momento che il CF conferma di codificare il segniali digitali e farne avere solo ai registrati tramite un canone, e, liberare tutti quali che non vogliono consummare i servizi della SSR di dover pagare un canone. Questo richiede che, chiunque è autorizato di distribuire i segnali della SSR fa i conti con la SSR - Non ci vuolo più un'amministrazione costosa che manda le fatture > significa un'altro motivo per ridurre il canone. Perché non mettono i segnali all'asta e i grandi "player" del Internet-TV, Swisscom, Sunrise, UPC etc. si fanno la gara. Non può essere che una SSR decide di produrre qualsiasi emme e fare pagare gli abonnati con l'argomento che stanno facendo un servizio al pubblico.
Willy Montella 3 sett fa su fb
Io direi che soprattutto per il Ticino la cosa migliore sarebbe una billag in base al reddito . Salveremo centinaia di posti di qualità e ben retribuiti, il servizio pubblico e non andremmo a incidere in maniera eccessiva nelle tasche dei ticinesi .
87 3 sett fa su tio
Invece che dare un mandato milionario ad un'azienda dedita alla sola riscossione, è così difficile far pagare il canone tramite i provider di servizi (Bluewin, Sunrise, Ticinocom...), in modo tale che il canone sia pagato da chi sfrutta il servizio? È così difficile far pagare il canone tramite imposta federale diretta, in modo che anche i meno abbienti non ricevano un precetto se non hanno la disponibilità di pagare il canone radiotelevisivo? È così difficile provare a far pagare il canone radiotelevisivo tramite gli incassi dell'IVA, in modo che chiunque spende in Svizzera contribuisce a finanziare il canone radiotelevisivo (chi più spende, più finanzia il canone)? In Svizzera non è facile far accettare i cambiamenti.
pontsort 3 sett fa su tio
@87 Pienamente d'accordo, solo che si preferisce fare iniziative per eliminare il servizio pubblico, almeno si trovano dei finanziatori. E se non ci si accontenta di rai e mediaset non illudiamoci di guadagnarci qualcosa. Le offerte private di sport e film già ora costano di piu del canone, figuriamoci quando la concorrenza non ci sarà più
Alex Cava 3 sett fa su fb
Uno dei tanti sondaggi farlocchi, a cui siamo tristemente abituati: come spiegare che "il 60% degli interpellati è contento dei programmi"? Ricordo il DOPPIO inganno dei promotori l'iniziativa: - il primo parte dal titolo: Billag è agenzia di riscossione a fine vita, già previsto dal 2019 il cambio e la riduzione del canone a 365 franchi. Il nome "Billag" viene strumentalizzato sfruttando l'antipatia verso qualsiasi fattura da pagare.... Il titolo vero sarebbe piuttosto "Per vietare qualsiasi finanziamento pubblico ai media" oppure "Per privatizzare..." Ma il termine (privatizzare) è stato usato solo in un secondo tempo e sottovoce (da Bühler e da Quadri ad esempio), data l'insofferenza sempre maggiore dei cittadini alle privatizzazioni (...) - il secondo inganno è che la paventata privatizzazione è comunque impossibile, date le dimensioni limitate del mercato svizzero: i promotori sanno benissimo che la SSR non potrebbe sopravvivere alla concorrenza dei colossi stranieri. Nel complesso, ogni privatizzazione si è rivelata un fallimento: - costi in salita, - qualità in picchiata. SEMPRE. Per questo i cittadini, ultimamente, le bocciano! Questo caso è ancor peggiore, perché la privatizzazione è mascherata da una propaganda ingannevole. Meglio votare NO!
Wanda Fumagalli 3 sett fa su fb
NO a no billag...!🤗😂
Michele Sersale 3 sett fa su fb
Speriamo di no
Sascha Niederhauser 3 sett fa su fb
Sarebbe molto meglio abbassare i costi della cassa malati che la Billag...
Zorica Brcina 3 sett fa su fb
Perfetto
Marco Edoardo Dozio 3 sett fa su fb
Comunque andra..... non cambiera nulla.... a parte che il canone non potranno piu riscuoterlo... perche la berna politica se ne impippera del volere popolare.... e triveranno comunque i fondi per sostituire il canone...
Gianluigi Zanolli 3 sett fa su fb
Nonostante la propaganda e il terrorismo, ancora il 57%?
Mike Crt 3 sett fa su fb
Ormai se non campano col terrorismo mediatico non danno che altro fare 😂
TIC 3 sett fa su tio
Un franco al giorno per : Tre radio in tedesco, tre radio in francese, tre radio in italiano. Due televisioni in tedesco francese e italiano. Trasmissioni in romancio. Vi sembra tanto ?
Gennarino Cat 3 sett fa su fb
Sempre più patetici i “ si al canone più esoso del mondo “ paventano mentendo spudoratamente scenari apocalittici pur di mantenere i loro ingiustificati salari & privilegi. Eppure dimenticano stranamente una cosa : nel mondo ci sono tantissimi canali rtv che propongono ottimi programmi senza percepire un centesimo di canone !
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Forse non hai in chiaro la dimensione del mercato ticinese, non é neanche un decimo di quello di telelombardia. Trovami un esempio di televisione di qualità che non percepisce canone e che ha un bacino d'utenza di massimo 500 000 persone.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
500'000? Paolo Bianchi sei stato fin troppo largo 😂
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
é per dargli qualche possibilità in piu😂😂
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Credere che la realtà RSI sia paragonabile con quella, tanto per fare un esempio, di Mediaset é quantomeno ingenuo (o vogliamo davvero credere che il Karubian di turno pagherebbe in pubblicità quel che pagano la Ferrero o la Barilla?) Inoltre anche Mediaset profitto indirettamente del canone italiano: basterebbe informarsi un po' sulla suddivisione tra canone e sponsor privati in Italia per capire come funziona il sistema italico.
Mar Zy 3 sett fa su fb
Fanculo Billag! Son solo dei ladri e se ne approfittano di persone che soldi non ne ha. Che se ne approfittano di persone in assistenza e/o disoccupazione che magari hanno il canone televisivo compreso nell'affitto, di studenti che vivono soli e faticano ad arrivare a fine mese. Che se ne approfittano di ragazzi rifugiati che per vivere hanno pochi chf al mese ma che magari hanno avuto la "fortuna" di avere uno smartphone prestato o regalato. Vaffanculo! Billag=ladri approfittatori😠😠😠😠😠😠😠
Moreno Gi 3 sett fa su fb
Beata ignoranza!
Mar Zy 3 sett fa su fb
Vivile, e scoprirai che le scempiaggini sono vere e non puoi fare nulla per cambiarle.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Ad eliminare il canone (e tutto il servizio radiotelevisivo) non ci guadagni nemmeno un anno di aumento di cassa malati. Sono loro i veri ladri che lucrano sul popolo facendo pagare molto di pu gli svizzeri rispetto alle nazioni attorno a noi.
Valle Cairoli 3 sett fa su fb
Si paga 1 billag a economia domenstica, se ha figli che studiano o la casa di vacanza non lo paga due volte, se è in AVS e ha le complementari non paga, se non ha telefono, pc, tv e non ascoltanla radio non paga....basterebbe leggere il sito della www.billag.ch per evitare di far figuracce
Alex Cava 3 sett fa su fb
Il canone è anche basso in rapporto alla qualità. Poi... ci lamentiamo per 365 franchi? Ne diamo 1500 al telefono, 2/3 mila alla cassa malati, 20 mila di affitti... Il problema in Ticino sono piuttosto gli STIPENDI, che devono essere adeguati alla Svizzera, non il canone!
Moreno Gi 3 sett fa su fb
Ma vivile cooooosa Mar Zy...per me una persona che non sa manco scindere quello che fa una societá da quello che impone la Confederazione non merita manco risposta, prendersela con la Billag per il lavoro che svolge é proprio NO SENSE! Torno a ripetere: BEATA IGNORANZA.
Simon James Wachter 3 sett fa su fb
AHAHAHAHAHAHAH sai di quant'è il beneficio economico del canone che paghi (se lo paghi) sul territorio ticinese? PIÙ DI 200 milioni di franchi all'anno! Se passa l'iniziativa, vuoi mettere te quei soldi che verranno persi?😂 Come hanno detto già molti, informati prima di scrivere certe cose. Ignoranza=commenti come i tuoi 😂🤙🏻
Loris Bianchi 3 sett fa su fb
Ma quanto le state fracassando ....
TIC 3 sett fa su tio
Se ci tenete ad un'azienda svizzera, che impiega il 98% di svizzeri e fa un'informazione controllata e di buon livello, votate No.
york11 3 sett fa su tio
@TIC Ma sei proprio sicuro? Sé sapessi quanti frontalieri e quanti dipendenti outsourcing lavorano alla RSI inorridisci, in realtà una televisione di qualità senza forza straniera è impossibile per professionisti specializzati in un bacino così esiguo.
Andrea Molteni 3 sett fa su fb
Poi però non lamentatevi se tutte le cose che guarderete saranno in tedesco o francese, se per avere informazioni sul Ticino e sulla Svizzera bisognerà leggere le notizie ansa, se gli unici programmi intelligenti che resteranno saranno grande fratello e simili... A volte la coerenza Svizzera proprio non riesco a capirla... Che poi mi chiedo... Avete davvero letto BENE il testo dell'iniziativa?? Perché facile sparare a zero quando si tratta di risparmiare, ma se davvero leggeste bene quello che l'iniziativa chiede, forse cambiereste idea... Con la no billag non chiude solo la rsi, ma anche radio e TV private come teleticino, radio fiume ticino e via dicendo... Quindi riflettete gente, riflettete
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Il fatto é che una buona fetta di chi é favorevole alla No Billag si informa solo su TIO e sul Mattino, quindi a loro non cambierà nulla. E poi tacciano la RSI di parzialità 😂
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Non ci lamenteremo, stai tranquillo.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Filippo Pfister dimentichi quelli che guardano il grande servizio RAI, dimenticandosi che pure quello è pagato da un canone.
Andrea Molteni 3 sett fa su fb
Pepe Ticino ripeto... Leggiti bene il testo dell'iniziativa... Oppure basta dire aboliamo il canone e va bene tutto?
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Andrea Molteni Sì. Poi deciderà il mercato. Personalmente me ne frego, non guardo la tele da quando son bambino per me possono anche mettere le tartarughe ninja 24 ore al giorno.
Alex Cava 3 sett fa su fb
"Poi deciderà il mercato", è diventato il mantra dei nuovi ladri dei nostri giorni: quelli in giacca e cravatta. Sempre: arricchiti grazie alle speculazioni sugli ex-servizi pubblici.
Andrea Molteni 3 sett fa su fb
Ah proprio un bel ragionamento...se tutti andassero a votare con la teoria "me ne frego tanto poi decidono gli altri" allora siamo bell'e che a posto...
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Alex Cava mai portato giacca e cravatta in vita mia. Se poi chi si vuole arricchire con la tele porti giacca e cravatta o qualsiasi cosa indossino ora alla RSI non m'importa un fico secco. M'importa di non pagare per un servizio che non uso. Tutto qua.
Andrea Molteni 3 sett fa su fb
Pepe Ticino forse non lo sai, ma anche solo il fatto di avere un computer o un Tablet che ti permetta di ascoltare la radio o vedere la TV ti impone di pagare il canone. Idem se hai la radio in macchina.. Purtroppo si pensa di essere esenti ma in realtà non è così, questa votazione è una grandissima presa per i fondelli
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Andrea Molteni eh infatti è questa la bestialità. Io la tele non ce l'ho ma avendo smartphone e computer devo pagarla lo stesso. Altro motivo per votare SI.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Pepe Ticino: dispiace leggere ancora queste frasi egoistiche: "M'importa di non pagare per un servizio che non uso". Con la stessa motivazione, io potrei rifiutarmi di pagare l'asfalto difronte casa sua, il suo impianto fognario, la sua acqua corrente, la ferrovia per la sua città, il suo ospedale, le sue scuole... Se ognuno si pagasse il suo, molte di queste cose sarebbero impossibili da mantenere... Lei davvero vuole tornare alla società "delle bestie"?
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Alex Cava con la differenza che io non avrei nessuna difficoltà a spiegarle perchè le strade pubbliche vanno a beneficio anche di chi non le usa, allo stesso modo salute pubblica, rifiuti, ecc... . Ora vorrei vedere un argomento per cui anche la televisione dovrebbe essere pagata da tutti.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Si chiama "cultura" e "informazione". Fattori sempre più urgenti ed indispensabili, a quanto pare...
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Non guardo la tele da più di 10 anni, sta dicendo che manco di cultura e sono disinformato?
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Visto che non sa cos'è lo stato sociale non la definirei di certo una persona con una vasta cultura o informazioni.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Molti pagano le casse malati benche non abbiano bisogno, perché sono in salute senza bisogno di cure. Allo stesso modo la tv e tutto ciò che gli ruota attorno (molti eventi culturali beneficiano del canone e si troverebbero in difficolta senza) risulta utile se non indispensabile per poter beneficiare di cultura e conoscenza per diversa gente.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi la salute riguarda tutti, anche chi è sano sa che domani può ammalarsi o avere un incidente e comunque sa che invecchierà. La cultura è un termine vasto e ambiguo, ciò che per lei e cultura per qualcun altro non lo è. La conoscenza, fino ad un certo punto, è compito della scuola e non della televisione.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Alex Cava ridi ridi fra qualche mese riderò io mi sa ;)
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino L'interesse che ci sia una emittente che permetta a tutti di avere la parola dovrebbe essere anche nel tuo interesse. Leggo molti che vogliono votare si perché la RSI è di sinistra, ma ti immagini l'infinocchiata che si beccano questi se invece del Blocher di turno ci mette lo zampino il Soros di turno?
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi Infatti adesso è la RSI che ha il monopolio nel decidere a chi dare la parola nella tele, ciò che è inaccettabile secondo me. A me non importa che arrivi Blocher o Soros, mi importa di avere la SCELTA di pagare per l'uno o per l'altro o per nessuno. Scelta che oggi mi è negata.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Se viene eliminata la RSI a decidere chi parla sara chi ha i soldi gli altri possono protestare fin che vogliono, ma la loro libertà di parola si limiterà ai post su facebook o su tio, ma per il resto sarà tagliato fuori.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Libertà di scelta un piffero. Qui si tratta solo di libertà di speculare sulle risorse pubbliche, che tutti noi abbiamo costruito. Basta balle.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi no a decidere saranno gli utenti che sceglieranno quale canale guardare e quale no. Ma anche se così non fosse, poco male, nel 2017 la televisione è obsoleta e per informarsi e dibattere non è più necessaria.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Certo, si scegliera tra le migliaia di canali che fioriranno grazie alla scomparsa della cattiva RSI che monopolizza tutto, come no.
Andrea Molteni 3 sett fa su fb
Pepe Ticino perché tu sicuramente ti informi e dibatti su fb, posto adattissimo per parlare dei problemi e delle notizie di cui la maggior parte finte...
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Andrea Molteni non uso molto facebook per informarmi, piuttosto portali internet e altri social media e talvolta giornali, per dibattere con sconosciuti però si (è il social media più popolare in Ticino). Se lei preferisce informarsi da un'unica fonte affari suoi, ciò che mi piacerebbe e che anche il pagamento di questa fonte fosse un affare suo e non mio. Poi che le notizie non RSI siano "per la maggior parte finte" è una sua opinione che assolutamente non condivido.
Pietro Righetti 3 sett fa su fb
Una televisione e una radio in tre lingue contemporaneamente è coesione.
Sandra Vetruccio 3 sett fa su fb
SI a no billag.
Gonzales Graciela 3 sett fa su fb
Con un "si" non chiuderà solo la RSI ma anche tante altre ditte Ticinesi. Peccato non approfittare di tutti i soldi che ci danno in più come minoranza. Per 1.- fr al giorno nessuno può darti di più.
Bandito976 3 sett fa su tio
Fanno del terrorismo. Se passa no billag ci sará ancora margine di manovra. Se non passa una volta che avrete votato non si cambia piú niente. Ragionate!!!
Pe Ve 3 sett fa su fb
Il 57% si lamenterà che la qualità del servizio è diminuita. Noi italofoni siamo quelli che riceviamo più soldi per abitante e abbiamo addirittura la faccia tosta di lamentarci? 🤦🏼‍♂️ VERGOGNA! Info per i “no billag”: accettando questa iniziativa andrete a colpire anche il servizio di informazione che le reti tele e radio offrono, che se paragonato con i nostri vicini di Francia e Italia (gli altri non li conosco abbastanza bene), è ancora di livello quantomeno decente, se non addirittura buono. Probabilmente però l’informazione non è qualcosa di importante per voi. TIO probabilmente vi basta...
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
TIO e il Mattino. Che tristezza...
Luca Mer 3 sett fa su fb
Servizio di informazione??? Lo guardo o ascolto ogni 2 mesi... sempre più fazioso... praticamente l’organo di propaganda delle sinistre.... bah! Sono stufo di pagare per questo scempio che lei chiama servizio di informazione.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Giusto, molto meglio l'informazione dei canali privati, sembra oggettiva e mai parziale. Tipo il TG4 di Mediaset 😂😂
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Luca Mer credo che lei abbia dei problemi. È come minimo la 5a volta che le dico quanto le sto per dire. Si sta comportando nella stessa maniera in cui si comporta un bambino. Sta a piangere su facebook per dei presunti torti che le vengono fatti, ma non fa nulla per cambiarli. Esiste un organo, porca miseria vi aderisca e faccia qualcosa per cambiare il servizio pubblico.
Simone Coltamai 3 sett fa su fb
La soluzione migliore sarebbe una diminuzione del canone. Inoltre perchè pagare un'azienda privata, basterebbe integrarla come % del reddito netto (p. es. 2%, tassa minima 200.- e massima 1000.-) all'interno dell'imposta federale diretta. Oppure dare questo mandato alle aziede elettriche. Così sì che si avrebbe già un risparmio. Ora che il madato passerà dalla Billag ad un altro ente privato (di cui non ricordo il nome) cosa succederà ai dipendenti di Billag? Saranno riassorbiti da Swisscom? Il suo unico scopo è quello di percepire il canone... Sono convinto che sia ora di un cambiamento ma non sono sicuro che No Billag sia quello giusto - senza schierarmi.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Simone Coltamai il canone è già sceso di prezzo, dal 2019 verrà a costare 365 fr. Copio e incollo una mia risposta a chi proponeva il canone a 150 fr. Spiego perché non è possibile. Peccato solo che con 150 fr il servizio pubblico non può andare avanti. Forse non vi rendete conto che in Svizzera siamo pochi, ma abbiamo un servizio pari (dal mio punto di vista anche superiore) a quello tedesco, a quello francese e quello italiano, tanto per citarne 3. Forse non vi rendete conto che nella nostra nazione si parlano 4 lingue diverse e sono tutte lingue ufficiali. Tutte e 4 (il romancio meno, è ovvio) abbiamo stessi servizi. Anche noi ticinesi, che ci lamentiamo sempre di non essere mai considerati, di essere l'ultima ruota del carro ecc., abbiamo gli stessi servizi dei francofoni e dei germanofoni.
Simone Coltamai 3 sett fa su fb
Lore Cairoli ma infatti non ho mai detto che passi in avanti non ne sono mai stati fatti. Ribadisco però il fatto che riscuotendo il canone in un altra maniera sarebbe sicuramente possibile diminuirne i costi, un riparmio di cui beneficerebbero i cittadini. Il mio 200 frs. era poi solo un esempio, l'ideale sarebbe una % dell'imponibile, con un importo minimo ed un tetto massimo (quasi come succede oggi con la tassa militare).
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Su questo posso essere d'accordo. Non per questo voterò di abolire la SSR, questa votazione riguarda solo il mantenimento o l'abolizione. Nulla di più, nulla di meno. Per altri cambiamenti c'è la possibilità di proporli come è stata proposta questa votazione.
Alex Cava 3 sett fa su fb
"TV di sinistra" è una balla, già smontata in diverse occasioni: piuttosto i vari dirigenti nei posti chiave sono in maggioranza PPD e PLR. Anche il famoso sondaggio che gli iniziativisti hanno diffuso... è stato smentito dallo stesso autore! :-)
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli guardi che stiamo facendo qualcosa per cambiare la situazione, votiamo SI.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Quello non è cambiare la situazione. Quello è fuggire.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli fuggire da che cosa? La SSR è un relitto che non voglio pagare, punto. Provi ad usare argomenti per cui dovrei pagarla invece che ridicoli giochi di parole.
Luca Mer 3 sett fa su fb
Pepe, questo Signor Cairoli dalle banalità che scrive secondo me è il classico giovane pipidino fresco fresco di studi universitari, che sa molto poco del mondo reale ma che si sta dando da fare per inserirsi gioiosamente nella greppia dello stato o parastato.... 😄
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Luca Mer grazie per avermi dato dello studente universitario, purtroppo sono solo un liceale. Dall'alto della sua grande esperienza, mi potrebbe allora spiegare come gira il mondo e in cosa io difetto? Io per sdebitarmi potrei spiegare decentemente cos'è lo stato sociale all'amico Pepe Ticino.
Luca Mer 3 sett fa su fb
Signor Cairoli, quello sarebbe il compito dei suoi docenti, profumatamente pagati anche da me proprio per educare i giovani ticinesi. Quando andavo io al liceo, l’80% dei miei docenti erano apertamente di sinistra e sinistra estrema. Mi ci volettero ancora 3-4 anni, lontano da questi ambienti, per cominciare a capire come va davvero il mondo. Arriverà quindi anche io suo momento, non si preoccupi. Ma questo è un altro discorso...
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
E ancora una volta non risponde a quello che dico ma continua per la sua strada. È un piacere fare discussioni del genere. Visto che, a quanto pare, anche i docenti sono di sinistra (cazzo, tutti di sinistra, mi domando allora come faccia la destra a sopravvivere) e non sanno come gira il mondo, rinnovo la richiesta di insegnamento da parte sua sulla realtà della Svizzera e del mondo. Da liceale ho una sete di conoscenza da soddisfare, quindi non vedo l'ora che mi spieghi queste cose.
Gennarino Cat 3 sett fa su fb
“ qualità del servizio “ ? Se le definisce “ qualità “ delle notizie manipolate e apertamente faziose e schierate, o una trasmissione in cui rifanno “ la cavergnesa “ in versione radical chic multikult.... 🤢🤢🤢🤢
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Luca Mer ancora con sta storia? Ma solo questo sa dire? Poi una volta ogni due mesi è proprio una fine analisi...
Giovanni Johnny Lillo 3 sett fa su fb
Lore Cairoli molti non hanno capito...il referendum verte sul mantenimento o meno del canone riscosso da Billag e non sul mantenimento o meno della SSR/RSI. C'è di vero che senza questo canone (pizzo, taglieggio,tassa, balzello), la nostra TV è destinata a morire. Allora dico: O muori e non rompi il c....o tirando in ballo un sacco di menzogne e piagnistei, oppure ti rassegni e dici: Popolazione ok....ritirate il referendum e vedremo di tirare avanti in qualche modo se ci deste almeno 300CHF! Questo vorrei sentir dire!!! Senza se e senza ma...basta davvero...basta....o ti adatti o muori....libero d morire per quanto mi riguarda io appoggerò il referendum
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Ehm, no. Billag ha perso il mandato della confederazione e smetterà di riscuotere il canone; la votazione è sul mantenimento o abolimento del canone, sull'impossibilità di avere un emittente ufficiale per la confederazione, sull'abolimento dell'ombudsman che si occupa di giudicare la ssr e altre cose che non ricordo.
Uluru Roby Thai 3 sett fa su fb
SI a no Billag grande come tutto il Ticino 💪
Fabio Poncioni 3 sett fa su fb
Sonntagszeitung è di TaMedia ditta decisamente interessata al fatto che la SSR/SRG sparisca dal mondo mediatico. Andate a vedere i marchi che TaMedia possiede e potrete capire molto bene il perché https://www.tamedia.ch/de/marken
Lorenzo Bumbum Bonfiglio 3 sett fa su fb
male informato! si legga gli articoli su no billag sul Tages-Anzeiger, è più la NZZ che spinge per il si.
Taty Mil 3 sett fa su fb
Mi piace vedere chi vota no billag da dell'ignorante a chi vota si😠.Complimenti!!!
Alex Cava 3 sett fa su fb
No, dai. Ci sono ignoranti (=disinformati) in entrambi gli schieramenti...
Taty Mil 3 sett fa su fb
È vero ma ognuno può dare la sua opinione senza dare dell'ignarante all'altro.
Luna Rinaldi 3 sett fa su fb
Ora di marzo ci uscirà dagli occhi questa benedetta billag che 2 ovaie 😖😖😖😖
All Win 3 sett fa su fb
Ma davvero esiste chi guarda ancora la RSI?
Giulia Mozzini 3 sett fa su fb
Io
All Win 3 sett fa su fb
Si ma tu sei consapevole di avere dei problemi però
Giulia Mozzini 3 sett fa su fb
C'è il quotidiano e il tg
All Win 3 sett fa su fb
Si? Corro a guardare a dopo
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Stando ai dati sullo Share i media targati SSR sono ancora i più seguiti. E a ragione dire, visto che dai media esteri arrivano solo porcherie
All Win 3 sett fa su fb
Filippo Pfister ma tu hai intenzione di passare la giornata a rispondere a tutti quelli che non la pensano come te o intendi anche vivere una vita reale? Giusto per capire eh
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Ho intenzione di fare quel che mi pare se permette. E nessuno la obbligato a leggere i miei commenti ne, se crede, a basarsi sui fatti invece che su delle tesi assurde.
All Win 3 sett fa su fb
Ma si tutti i giovani in svizzera sono appassionato di "signora in giallo" e "tenente colombo" hai ragione mi era sfuggito.. Molla l' osso e zero vero patrimonio nazionale .. Ma di che stiamo parlando
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Io so i dati dello share. Non so come siano divise tra fasce d età. Ad ogni modo se ai programmi RAI preferisce guardare il grande fratello su Mediaset é libero di farlo, ovviamente. Ma dato che la domanda era "esiste chi guarda ancora la RSI?", la risposta é: si, ed é pure parecchia
All Win 3 sett fa su fb
Bho guarda fai una cosa, lasciami il tuo indirizzo che non me la sento di pagare la bolletta di una cosa che francamente mi fa schifo, quindi lascio a te il privilegio visto che ti sento tanto affezionato
Mattia Losa 3 sett fa su fb
Sicuro potrebbero fare qualcosa di più stimolante nella programmazione, però almeno non ci sono programmi spazzatura (nel senso della volgarità), senza calcolare, che puoi guardarti un film in pace senza 2 ore di pubblicità. A me non dispiace alla fine poi se viene ridotta la tassa, non è una grande spesa. Bisogna calcolare anche che molti programmi verrebbero cancellati lasciando a casa un bel po' di gente.
Willy Montella 3 sett fa su fb
Io
All Win 3 sett fa su fb
Ti prego dimmi quali sono i bei programmi della RSI ti prego, così magari mi invogli a guardarla, illuminami
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Lei ha fatto una domanda e io le ho risposto con dati oggettivi. Punto. Se poi non le va bene la risposta sono fatti suoi ma non mi sembra il caso di fare ironia. Vabbé, complimenti per la maturità e l'educazione. La saluto. Buona giornata
All Win 3 sett fa su fb
"Faccio quello che mi pare se permette"
Mattia Losa 3 sett fa su fb
Tranne il fatto che è soggettivo il fatto che un programma sia bello, come detto potrebbero fare qualcosa di più stimolante. Però ha la sua utilità. Dopo per quel che mi riguarda per l'uso che ne faccio è sufficiente. (Tralasciando che la billag non è solo per la televisione)
All Win 3 sett fa su fb
Ale Pego hahahah ma vah la contenti loro contenti tutti, nel caso buon natale ♡
Ale Pego 3 sett fa su fb
Si ahahaha..tanti auguri anche a te😀
Mattia Losa 3 sett fa su fb
Caspita che mito! Devi essere il più simpatico tu... Non si può più discutere di un argomento senza che qualche beota ti insulti.
Simon James Wachter 3 sett fa su fb
All Win ma smettila! Almeno c'è gente che s'interessa di certe cose! E non scrive commenti inutili...
All Win 3 sett fa su fb
Si ma stai calmo
Luca Magnate 3 sett fa su fb
se fossero stati meno di parte e più equi come dovrebbe essere una TV nazionale, a quest'ora non si trovavano in questa situazione.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Sono di parte? Perfetto, è la sua opinione. Immagino quindi, visto che la confederazione offre un organo preposto (ma che se passa questa iniziativa verrà anche lui eliminato), lei stai facendo qualcosa per eliminare questa faziosità.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Tanto per, nel caso invece lei stai solo a piangere su facebook ma non faccia nulla: https://ombudsman-rtv-priv.ch/organo-di-mediazione/amp/
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli Un esempio in cui un intervento del ombusdsman ha cambiato concretamente le cose? Poi cosa credi, che la gente ha tempo da perdere per ste cavolate?
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Sono sul sito stesso che ho linkato. Deve però conoscere la lingua tedesca. Cavolate? Cavolate è stare a lamentarsi su facebook. Una persona che agisce seguendo il suo pensiero fa cavolate? Le cavolate sono quelle che sta dicendo.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Invece mi sembra che già da anni la SSR si sia messa in discussione. Il canone a 365 franchi, dal 2019, sarà occasione per ridimensionare e razionalizzare.
Valle Cairoli 3 sett fa su fb
L’esempio lo trova sul sito stesso postato da Lore Cairoli.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Valle Cairoli no, non c'è. Non si scaldi troppo a cercarlo, semplicemente non esiste. L'ombudsman è una foglia di fico per nascondere la loro parzialità, ma nella pratica non serve a niente.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Non c'é peggior cieco di chi non vuole vedere
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Forse le conviene una visita dall'oculista. Sono nel sito.
Valle Cairoli 3 sett fa su fb
Buon Natale e siate felici
Libero pensatore 3 sett fa su tio
Quante balle per 40 chf/mese. Se chiude la RSI il danno sarà enorme, e costerà altro che 40 chf/mese. Per quanto concerne il fatto di usufruire o meno dei servizi offerti la questione non dovrebbe memento porsi. Il servizio pubblico va pagato indipendentemente dal fatto che se ne usufruisca o meno. Io pago la CM e non l'ho mai ulitizzata, tramite il pagamento delle imposte pago una marea di servizi sussidiati dallo stato che non uso (musei, impianti di risalita, impianti sportivi, culturali...). Ma va bene così. Creiamo pure un nuovo esercito di disoccupati, così staremo tutti meglio.
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Ho paura, purtroppo, e questo mi spiace molto, che non stia passando un semplice messaggio. Non si tratta dei disoccupati (che ci saranno e saranno tanti), si tratta di salvaguardare qualcosa di Svizzero che sarà lì anche per i nostri ragazzi, per figli, nipoti in futuro. Un'azienda che si prende cura del Ticino, che lo racconta, che è presente in cose a cui magari non pensi (Festival, concerti, sostegno a realtà locali), che dà possibilità a ticinesi "figli di nessuno" come me permettendogli di crescere e imparare, che investe negli eventi, nelle associazioni ticinesi, nella musica di casa nostra. Io non sono preoccupato per me; lavoro in RSI da 11 anni, dovesse passare il sì ho già deciso di andare via da qui, sono preoccupato per tutti i ragazzi che sognano di fare dei lavori (tanti lavori) che solo la RSI e le emittenti private finanziate dal canone permettono di fare in Ticino! Un abbraccio a tutti, buon Natale ❤
Silvana Canonica 3 sett fa su fb
Come vedere ancora Tenente Colombo ogni domenica????
Davide Motta 3 sett fa su fb
No, meglio il regionale del 73’ al mattino😂😂
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Cara Silvana, non entrerei mai nei dettagli di gusti e opinioni su programmi (che sono di per sè opinabili) 😊 Ci mancherebbe altro!! Ma la RSI è tanto altro. Io lavoro, ad esempio, per un progetto web e social nato per raccontare, valorizzare, dare spazio, voce, opportunità ai giovani della Svizzera italiana. E ci stiamo riuscendo... Mi creda, oggi investire sui giovani è fondamentale per il futuro del nostro Cantone, ma non lo si fa perché sono una nicchia commercialmente parlando. Lo fa la RSI per fortuna 😊 E questo è solo uno dei tanti esempi... Le auguro una buona giornata, Pablo
Federico Bernasconi 3 sett fa su fb
Pablo inutile discutere con chi porta i paraocchi.. purtroppo la gente guarda solo dove vuole guardare... la gente non pensa che dietro ad ogni cosa ci siano persone che si impegnano a creare contenuti interessanti , ecc...
Mela Nia 3 sett fa su fb
Silvana e davide, appunto. Mica ci sono solo il regionale e il tenente Colombo!! Passano comunque anche tanti bei film, anche nuovi, linea rossa trasmissione-dibattito x i giovani, trasmissioni varie di intrattenimento (che non sono il mio genere ma il pubblico mica sono solo io). E come dice Pablo la Rsi è anche tanto altro! Quante manifestazioni sponsorizza? E x es lo show case di Tiziano ferro non sarebbe stato possibile altrimenti... e si potrebbe continuare!
Uluru Roby Thai 3 sett fa su fb
La RSI e' una televisione di Sinistra non mi rappresenta, e sono svizzero da 4 generazioni patrizio di Lugano... SI a no Billag 💪
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Ancora con 'ste leggende della TV di sinistra? Nonostante la CORSI sia in mano al centrodestra da anni? Mah... La campagna di lobotomizzazione dei domenicali sta facendo un sacco di danni
Luca Mer 3 sett fa su fb
“Un’azienda che si prende cura del Ticino...”.... già solo questo concetto mi fa rabbrividire!! Mi prendono i miei soldi e si vogliono anche prendere cura di me... No grazie! 🤔
Luca Marsili 3 sett fa su fb
Uluru Roby Thai Si ma gli stipendi,specialmente nelle alte sfere, sono moooolto di destra...💰 💰💰💰💰
Luca Di Meco 3 sett fa su fb
Siamo in mano agli ingnoranti Pablo. Mi spiace. Se ne renderanno conto solo tra 2/3 anni del danno che fanno. Poi comincieranno a piangere e a incolpare qua e la, senza nemmeno rendersi conto che sono la causa della propria miseria. Buone feste !
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Alla fine il voto è sacrosanto e ognuno deciderà in totale coscienza e consapevolezza di cosa (anche) si perderà 😊 L'unica cosa che mi infastidisce è veramente questo accanimento contro noi dipendenti della RSI, che siamo persone normali, ticinesi che si svegliano al mattino e fanno un lavoro, con gioie e dolori, cose belle e cose difficili, come tutti
Gennarino Cat 3 sett fa su fb
Ecco mancava il commento di colui che dall’alto del suo vuoto cosmico si permette di dare dell’ignorante a chi ha il grave torto di non “ pensarla “ in maniera radical chic !!!!
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Io? Ma proprio no... Anzi!! Bisogna votare coscientemente per se stessi e per la società in cui si vive, valutando serenamente i pro e i contro. E qualunque sia il risultato, lo si accetta... La Svizzera è la casa della democrazia e io ne sono felicissimo di questo!! Poi radical chic io proprio proprio no, glielo garantisco 😁 ✌️ Saluti e Buon Natale
Luca Di Meco 3 sett fa su fb
Certo Sig. Cat. Per me questa è ignoranza e me ne fotto delle etichette che lei mi vuol dare.
Claudio Cafarelli 3 sett fa su fb
Se le posso esprimere il mio parere, semplicemente costa troppo. Troppo. Inaccettabile
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Caro Claudio non deve certo chiedere a me di esprimere un parere ci mancherebbe altro!!! È un punto di vista più che comprensibile, la valutazione secondo me è delicata... Fortunatamente il canone verrà già abbassato a 365 franchi a partire dal 2019, non sarà più la Billag a riscuoterlo, per le aziende sarà direttamente la Confederazione! Ed è solo la prima parte di un percorso che porterà per forza di cose la SSR e la RSI a evolvere. Quello che per me vale la pena sottolineare è solo che si perderà qualcosa ed è più complesso dei posti di lavoro (alla fine chi sono io per ritenere il mio posto di lavoro più importante di altri? Nessuno). Si parla di futuro, di un Cantone che ha già tolto praticamente ogni possibilità di guardare serenamente a crescere per i nostri giovani, di aziende che non pagano i ticinesi come dovrebbero (o che addirittura non li assumono). Da tutto questo, fortunatamente, la RSI è fuori: è un'azienda che punta sui ticinesi, che dà possibilità ai giovani, che sostiene associazioni e eventi in Ticino. Tutto qui, io ci credo in quello che faccio, credo che possa essere davvero qualcosa di utile per il mio Ticino... Spero che alla fine ci credano in molti, ma non mi permetterei mai di giudicare le scelte delle altre persone!! Un augurio di Buon Natale 😊
Dino D'ambrosio 3 sett fa su fb
Uluru Roby Thai.finiscila con sta storia di destra o sinistra.
Uluru Roby Thai 3 sett fa su fb
Dino D'ambrosio finiscila lo dici a qc un altro mister nessuno 😉 chiaro!!! SI a no Billag 💪🇨🇭 e vinceremo!!!!!
Luca Di Meco 3 sett fa su fb
“qc un altro” “è vinceremo” ....
Uluru Roby Thai 3 sett fa su fb
Forse xche' parlo le 3 lingue nazionali + inglese + un discreto Tailandese intelligentone 😉
Dino D'ambrosio 3 sett fa su fb
Certo che vincerai, cosi risparmio la bellezza CHF 460 all'anno. quindi vota Si a no Billag.
Uluru Roby Thai 3 sett fa su fb
Dino D'ambrosio, x me non e' questione di costi... Ma di imparzialita' politica, cosa che non e' RSI 😉
Alex Cava 3 sett fa su fb
Ricordo che già dal 2019 è previsto un canone più basso (365.-) e razionalizzazioni in molti settori... La SSR si mette in discussione già da tempo: è giusto migliorare, non smantellare!
Valle Cairoli 3 sett fa su fb
Silvana Canonica non stiamo votando per eliminare un programma perché non ci piace ma per mantenere la RSI, due cose ben diverse. Inoltre se il programma non le aggrada,può sempre inviare una letterina all’ombusdman...
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Valle Cairoli può farci un esempio in cui l'ombusdman si è rivelato più di una foglia di fico? Cioè che in seguito a rimostranze si sono fatti dei cambiamenti concreti?
Gio Previ 3 sett fa su fb
Ricordo che la proposta di abbassare il canone a chf 365 é stata presentata solamente DOPO l'iniziativa di votazione. Strano che non ci abbiano mai pensato prima...... nessuna sorpresa se vi fosse un rialzo immediato qualora non dovesse passare la votazione... Continua a non capire (da una vita) perché chi come me che non guarda nemmeno la televisione debba assumersi un canone obbligatorio (chf 451) invece che essere libero di scegliere come usare i miei soldi come qualsiasi altro servizio/abbonamento invece che essere obbligato a pagare per un servizio che non voglio. Come qualsiasi altro ente o azienda la RSI troverà modo di finanziarsi senza usare modi da dittatura. Semplice.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Gio, dovrebbe ripassarsi il significato del "servizio pubblico" e il suo valore per ogni democrazia. La "dittatura" di cui parla è piuttosto quella di chi si compra ogni votazione, come ultimamente succede, a suon di milioni di franchi... https://it.wikipedia.org/wiki/Servizio_pubblico
Luca Mer 3 sett fa su fb
Il canone è stato leggermente abbassato per i prossimi due anni, giusto prima della votazione. Poi ovviamente ricomincerà ad aumentare. Pensano che siamo tutti scemi.... UN CHIARO SI ALL’INIZIATIVA.
Luca Di Meco 3 sett fa su fb
Anche io parlo le 3 lingue nazionali e l’inglese. Poi non capisco perchè se sono contro no billag devo essere per forza di sinistra... sta storia del di qua o di là vi logora
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Ehm, il canone a 365 fr era del 2015, mi dispiace deludervi.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Gio Previ Le cose sono due. O hai la memoria corta, o menti sapendo di mentire. L'abbassamento é la conseguenza della votazione di 2 anni fa accettata dal popolo.
Valle Cairoli 3 sett fa su fb
Vada sul sito dell'ombusdman e troverà dei casi concreti.
Gio Previ 3 sett fa su fb
Paolo in questo caso semmai memoria corta...Quindi mi correggo e sarà abbassato visto il volere del popolo espresso nel 2015 e non per volere della RSI.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Gio Previ Il bello della ssr é proprio che é nostra, quindi é possibile proporre un'iniziativa per determinare eventuali cambiamenti. Si vuole pagare meno, si faccia un iniziativa per ridurlo (possibilmente al punto da permettergli ancora da operare). Ma con questa iniziativa gli si toglie il principale mezzo di finanziamento lasciandogli solo 1 anno per adattarsi....E non dimentichiamo la parte dell'iniziativa che impedisce alla confederazione di gestire una tv, quindi sara per forza privata. E sui privati nienete più potere vogliono raddoppiare il prezzo dell'offerta? fin che trovano qualcuno disposto a pagare e loro ci guadagnano nessuno glielo impedisce.
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Luca Di Meco, Pablo Creti, credo che dovreste cominciare a fare le ricerche, se no e penalità, perche la gente e stufa e passa SI, Buon Natale e auguri per Diso😉
Luca Di Meco 3 sett fa su fb
Io non lavoro per la RSI
Avdija Besic 3 sett fa su fb
PS. Una dritta, ci sono tante aggenzie do collocamento iscrivetevi o portate CV,😂😂😂 Sono sicuro che vi faranno sapere!😁😁😁
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Non ho mai pensato e mai penserò che il mio posto di lavoro possa valere più di altri... Ho già valutato il dopo e andrò via da qui, il Ticino è il mio cuore e di sicuro mi mancherà da morire, ma rischia di diventare un posto che spezza le speranze dei ragazzi sul nascere... Buon Natale anche a te ✌️🙂
Cristian Pasotti 3 sett fa su fb
Dino: ma continuerai a votare contro una sanità pubblica come esiste in tutti i Paese civili, perché sarebbe troppo illllllllllllllibbbbbbbbberale fare il contrario, e non risparmierai migliaia di franchi l’anno. A leggervi, Freud si sparerebbe in bocca 😉
Dino D'ambrosio 3 sett fa su fb
Cristian Pasotti Cosa centra la sanità pubblica? Ho scritto voterai per il semplice motivo che io non posso votare , ma mi piace l'idea di non dover pagare più in futuro la Billag oppure ad una bella dimunuizione del canone. Freud lascialo riposare in pace per i fatti suoi.
Cristian Pasotti 3 sett fa su fb
Dino: anche l’italiano riposa in pace. Detto ciò: c’entra eccome. Perché iniziativisti e sostenitori, erano gli stessi contrari a qualsivoglia forma di sanità pubblica. .Passino i primi, ma i secondi effettivamente sarebbero impossibili anche per Freud. Perché ritenere vitali per il proprio budget 365 fr. votare sì, per poi essere a favore di un sistema che gli fotte, a testa, ogni anno, migliaia di franchi è un caso che va ben oltre Freud...
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Gio Previ quindi mi stai dicendo che siccome non ho figli all'asilo non dovrei pagare le tasse per mantenere gli asili in Svizzera?
Luca Di Meco 3 sett fa su fb
Cristian Pasotti ha detto tutto.
Dino D'ambrosio 3 sett fa su fb
Cristian Pasotti Buone Feste sig. Pasotti.
Paolo Maclondon 3 sett fa su fb
Lo si potrebbe fare sborsando anche qualche franco in meno. Altrimenti facciamo che si paga in base al reddito considerato che è una tassa come un’altra che incide di più x alcuni rispetto ad altri!
Igor Gutschen 3 sett fa su fb
Pablo Creti già peccato che per farlo chiede denaro alla collettività; perché invece per creare una start up non fate una raccolta fondi; in Svizzera deve sempre tutto passare per lo Stato
Betty Beltrami 3 sett fa su fb
Mi dispiace solo per chi non ha un parente all’interno della tv pubblica (madre, zia, cugino ecc...) tante raccomandate con la simpatia di un mignolo contro uno spigolo, mentre quelli bravi e che non hanno parentele varie ma talento (spesso si vedono immagini eccezionali o sevizi interessanti), ecco questi sì che meriterebbero di rimanere o trovare subito un impiego idoneo. Ma so già che in ticino vale la regola dell’amico dell’amico del parente di... troppo cara billag e i servizi per noi in Ticino sono limitatissimi in confronto a tutti gli altri!
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Ad onor del vero va anche specificato che ad essere veramente caro ed ingiustificato é il costo dei fornitori di servizi (Swisscom, UPC, Sunrise TV ecc) che si mangiano 1500.- all'anno e non fanno null'altro che mettere a disposizione dei materiali prodotti da altri. In questo senso il costo del canone, pagaronato a quello dei fornitori di servizi, é irrisorio (circa 1/4). Se davvero gli iniziativisti volessero fare gli interessi di chi non arriva a fine mese, sarebbe molto più sensato abbassare i costi dei fornitori piuttosto che quelli del canone. My 2 cents
Betty Beltrami 3 sett fa su fb
Filippo Pfister hai ragione paghiamo praticamente tutto doppio e non c’è abbastanza scelta, in tedesco ci sono tante opzioni, per il ticino una, ogni tanto sulla 2 c’è qualche film o programma interessante, ieri sera c’era un bel film per famiglie ma e troppo limitato per tutti i soldi che paghiamo
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Premesso che sono contrario alla "No Billag" (anche) perché ritengo le trasmissioni RSI infinitamente migliori di quelle provenienti dal Italia, vedo che sul principio siamo d'accordo :) La scelta degli iniziativisti di sparare contro la SSR e non contro chi davvero fa spendere inutilmente le famiglie (Swisscom eccetera) mi sembra davvero ipocrita.
Betty Beltrami 3 sett fa su fb
Filippo Pfister infatti non ti dico di Swisscom quanto paghiamo ogni mese, per poi avere il solito servizio e dover ancora pagare per vedere la tv, veramente non è Normale, solo abbiamo sempre costi esorbitanti e abbiamo palesemente dei limiti che in altri paesi sarebbero una barzelletta. La pensiamo nel medesimo modo. Mi dispiace solo per chi ha talento e non è figlio o parente di... che nonostante la professionalità perderà il lavoro mentre i raccomandati andranno sicuramente in altre aziende.
Carmen Bottegal 3 sett fa su fb
Mettete l'antenna
Corinne Franceschi Soldini 3 sett fa su fb
Devono abbassare la billag è scandaloso il grande costo!!
Lhayla Blendinger 3 sett fa su fb
Corinne verrà abbassata a 365fr.
Luca Mer 3 sett fa su fb
365 franchi... E poi fra due anni ricomincia a salire. Siamo tutti scemi. Certo.
Corinne Franceschi Soldini 3 sett fa su fb
È comunque troppo, soprattutto per chi ha dei figli e non fa parte del ceto medio o alto. Guardare la tv ormai è un lusso per privilegiati ci rendiamo conto? Mi dispiace per la tsi che fa parte dell’infanzia e che tratta tematiche del Ticino. Soprattutto per l’informazione ma devono mettersi d’accordo perché è diventato insostenibile il prezzo tra servizio e billag
Lhayla Blendinger 3 sett fa su fb
Luca Mer non mettermi parole in bocca che non ho detto. Questa è una tua supposizione. Ah giusto per capirci? A tasse come staremo messi? Considerando l’incremento della disoccupazione e dell’assistenza che si creerà?
Dani Luconi 3 sett fa su fb
La Billag scenderà a 365 franchi perché quei geni la faranno pagare a tutti indistintamente, anche all’artigiano che ha un misero ufficio con segretaria. Non facciamo gli ipocriti sul costo del canone. Invece di sparare solo su chi promuove l’iniziativa iniziate a sparare su chiunque, politico e non, che non ha proposto un controprogetto. Tutti a piangere ma di contro progetti nemmeno l’ombra è
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Ehm, in realtà molte aziende non pagheranno più il canone. Evita di sparare minchiate per favore. Giusto per essere chiari, per vedere i servizi ssr basta un antenna da 5 fr a media-markt. Nulla di più, chi si lamenta del costo totale è perché ha scelto di avere determinati servizi, cosa che ha fatto nella sua libertà di scelta e quindi non ha senso lamentarsi.
Dani Luconi 3 sett fa su fb
http://m.tio.ch/svizzera/attualita/1169813/dal-2019-canone-radio-tv-a-un-franco-al-giorno
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Ho fatto la piccola ricerca. Sembra che tu stia dicendo minchiate. https://www.swissinfo.ch/ita/cf--dal-2019-canone-radio-tv-a-365-franchi--1-fr--al-giorno/43607260 (Tanto per dirlo, swissinfo è un altro portale che è finanziato con il canone.)
Dani Luconi 3 sett fa su fb
Ehm se gli articoli non si sanno leggere è meglio non commentare è. Se sleghi il pagamento del canone dal possesso di un apparecchio di ricezione vuol dire che fai pagare indistintamente a tutte le economie domestiche il canone. Verrà soppressa anch la distinzione tra tv e radio. Quindi si stai dicendo minchiate per tirare acqua al tuo mulino.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
:D Come promesso nel 2015 durante la campagna di votazione relativa alla nuova legge sulla radiotelevisione (LRTV), le imprese il cui fatturato è inferiore a 500'000 franchi saranno esentate dal pagamento della tassa di ricezione. L'ammontare per le altre sarà calcolato in funzione del loro giro d'affari. Con vendite comprese tra 500'000 franchi e un milione dovranno ad esempio versare 365 franchi all'anno. Tra uno e cinque milioni 910 franchi. L'importo massimo di 35'590 franchi è previsto per quelle società che hanno un giro d'affari superiore a un miliardo.
Dani Luconi 3 sett fa su fb
Ma ci sei o ci fai ? Se il gettito dato dal canone radio tv attualmente è di 1.3 miliardi all’anno e dal 2019 è di 1.25 miliardi malgrado l’abbassamento del canone a 365 franchi vuol dire che ci sarà molta più gente (imprese comprese) che dovrà pagarlo. Non è difficile, è matematica. Calcolando che oggigiorno la maggior parte delle imprese che non posseggono apparecchi di ricezione lo pagano ridotto (solo radio).
Alex Cava 3 sett fa su fb
Betty Beltrami, è vero: c'è nepotismo alla RSI, anch'io mal sopporto un Savoia assunto su due piedi dopo i fallimenti politici... Ma il male è diffuso in tutto il Cantone, specialmente nelle grosse aziende. La TV pubblica non è certo perfetta ma non mi sembra un buon motivo per smantellare un altro pezzo della Svizzera e darne i pezzetti in pasto ai privati. Dobbiamo migliorare, non smantellare. Chi di noi può pensare di chiedere il divorzio, al primo caffè bruciato dal coniuge...?
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Credo tu abbia problemi di comprensione del testo. Te lo scrivo schematicamente nella speranza che questa volta funzioni : IMPRESE FATTURATO MINORE 500'000 ----> NO PAGANO TRA 500'000 E MILIONE ---> 365 FR TRA 1 E 5 MILIONI ---> 910 FR
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Ehm, avete visto rsi senza filtri? Sono presenti pochissime relazioni di parentela in rsi. Piccola nota: nepotismo e savoia centrano come i cavoli a merenda.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Corinne Franceschi Soldini Lo sai che con 365Fr non paghi nemmeno 1 anno di aumenti di cassa malati? se il motivo per eliminare la ssr é che si é con l'acqua alla gola, non lo trovo un gran guadagno distruggere un servizio pubblico costruito in decenni per respirare un anno. Quessta votazione é solo un modo per sviare dai veri problemi e al contemmo dare in pasto ai privati la possibilita di nuovi guadagni. Passata questa arriveranno con qualcos'altro fin che non ci sara piu niente da distruggere.
Davide Giambonini 3 sett fa su fb
A differenza dell'italia nn abbiamo un bacino pubblicitario così grande quindi l'unico modo per garantire il suo esercizio e in più dobbiamo pagare per la ricezione dei canali esteri. E un altre precisazione il canone a prescindere dalla questione Billag il canone si abbasserà , era già in programma prima
Alessandro Kom 3 sett fa su fb
Filippo Pfister Minkia peggio di Mediaset la vedo dura , ma mai porre limiti. Magari il “ nostro Silvio” , dopo avere venduto il Milan ai cinesi, un pensierino alla “tv Svizzera di stato” , lo potrebbe fare, magari presentandosi pure per essere eletto presidente della confederazione. Auguri davvero, molti non sanno cosa vedranno se RSI “ sparirà “ .
Yolanda Iuliano 3 sett fa su fb
È tropo caro,potevano fare 100fr a famiglia,è così sicuro tutti lo potevano pagare.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Capisco il discorso. Però va specificato che ad essere veramente caro ed ingiustificato é il costo dei fornitori di servizi (Swisscom, UPC, Sunrise TV ecc) che si mangiano 1500.- all'anno e non fanno null'altro che mettere a disposizione dei materiali prodotti da altri. In questo senso il costo del canone, pagaronato a quello dei fornitori di servizi, é irrisorio (circa 1/4). Se davvero gli iniziativisti volessero fare gli interessi di chi non arriva a fine mese, sarebbe molto più sensato abbassare i costi dei fornitori piuttosto che quelli del canone. My 2 cents
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Peccato solo che con 100 fr il servizio pubblico non può andare avanti. Forse non vi rendete conto che in Svizzera siamo pochi, ma abbiamo un servizio pari (dal mio punto di vista anche superiore) a quello tedesco, a quello francese e quello italiano, tanto per citarne 3. Forse non vi rendete conto che nella nostra nazione si parlano 4 lingue diverse e sono tutte lingue ufficiali. Tutte e 4 (il romancio meno, è ovvio) abbiamo stessi servizi. Anche noi ticinesi, che ci lamentiamo sempre di non essere mai considerati, di essere l'ultima ruota del carro ecc., abbiamo gli stessi servizi dei francofoni e dei germanofoni.
Yolanda Iuliano 3 sett fa su fb
Lore Cairoli ci sono famiglie che pur tropo li e pesante pagare così tanto.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Esiste la possibilità di pagare il canone semestralmente, dividendolo quindi in 4 per aiutare le persone che non hanno 440 fr (dal 2019 365 fr)
Yolanda Iuliano 3 sett fa su fb
Lore Cairoli quello non lo so,noi lo paghiamo tutto di colpo,è così non ci pensiamo più,però comunque è sempre tanto.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Esiste quella possibilità. È inutile lamentarsi che 440 fr in un colpo sono troppi, ma ignorare altre possibilità date.
Yolanda Iuliano 3 sett fa su fb
Lore Cairoli e sempre tanto per molte famiglie,che anche se si può pagare in 4 volte,sempre sono 440fr a pagare. Come detto,potevano fare a molto di meno,è la gente sicuro lo pagava tranquilli,
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Dal 2019 costerà 365 fr. Non può essere abbassato ulteriormente. Copio e incollo un messaggio dove spiego perché. Peccato solo che con 150 fr il servizio pubblico non può andare avanti. Forse non vi rendete conto che in Svizzera siamo pochi, ma abbiamo un servizio pari (dal mio punto di vista anche superiore) a quello tedesco, a quello francese e quello italiano, tanto per citarne 3. Forse non vi rendete conto che nella nostra nazione si parlano 4 lingue diverse e sono tutte lingue ufficiali. Tutte e 4 (il romancio meno, è ovvio) abbiamo stessi servizi. Anche noi ticinesi, che ci lamentiamo sempre di non essere mai considerati, di essere l'ultima ruota del carro ecc., abbiamo gli stessi servizi dei francofoni e dei germanofoni.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Il canone è anche basso in rapporto alla qualità. Poi... ci lamentiamo per 365 franchi? Ne diamo 1500 al telefono, 2/3 mila alla cassa malati, 20 mila di affitti... Il problema in Ticino sono piuttosto gli STIPENDI, che devono essere adeguati alla Svizzera, non il canone!
Yolanda Iuliano 3 sett fa su fb
Alex Cava ecco,bravo!!pero mentre non lo faranno,c’è gente che pur tropo li e pesante. (Scusate il mio Italiano😅)
Nora Nori 3 sett fa su fb
Povera svizzera e soprattutto povero Ticino, dove stiamo andando a finire
Christine Vedova Gianpietro Zappa 3 sett fa su fb
NON ho la TV da 10 anni e NON mi manca ... Ora nessuno è immune al licenziamento ...
Antonello Gehringer 3 sett fa su fb
Nessuno è immune al patetico cinismo
Christine Vedova Gianpietro Zappa 3 sett fa su fb
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Cosa vuol dire non avere la tv da 10 anni? Può benissimo usufruire del servizio ssr anche senza. Sa, sono anche canali radio, di informazione o può vedere i canali televisivi dai rispettivi siti, sia i vecchi programmi che in streaming quello che è trasmesso al momento. Non vedo come possa influire il non avere la TV :D
Valle Cairoli 3 sett fa su fb
Se non ha la tv, il pc e il uno smartphone e non ascolta radio può chiedere di venire esonerata, lo ha fatto?
Christine Vedova Gianpietro Zappa 3 sett fa su fb
Programmi Radio e TV li trovo banali e dispersivi !!!
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Non ti piace un programma tv e quindi la ssr è da abolire? Cazzo, che logica di ferro. Come ho fatto a non pensarci pure io?
Christine Vedova Gianpietro Zappa 3 sett fa su fb
Lore Cairoli ... a chi bestemmia NON rispondo !!!
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Tratto dal sito treccani: Espressione ingiuriosa e irriverente contro Dio e i santi e le cose sacre Personalmente sono anche io del parere che vadano evitate. Quindi mi può indicare dove ne trova nei miei scritti?
Daniela Saldarini 3 sett fa su fb
Signora, ma solo questa frase sa scrivere ? Patetica...
Daniela Saldarini 3 sett fa su fb
Christine Vedova Gianpietro banali sono le frasi che continua a scrivere....
Luca Mer 3 sett fa su fb
E certo che si stupiscono, loro: “ma come, la maggioranza ANCORA favorevole all’iniziativa malgrado la sistematica opera di persuasione e manipolazione che il regine SSR-SRG sta attuando da mesi?” 😄
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Non ti rendi conto che è una contraddizione? È quindi ovvio che la ssr non faccia quello che tu sostieni.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Persuasione... Manipolazione... Regime... :-) :-) :-) Un tale accanimento contro un valore svizzero si spiega solo in un modo: i milioni investiti in propaganda dai colossi privati...
Luca Mer 3 sett fa su fb
Il primo valore del popolo svizzero è la libertà! È fare di testa propria senza ubbidire alle ideologie e ai regimi. E questo valore si concretizza a scadenze regolari in importanti votazioni popolari. Per il momento, la libertà di pensiero e il dissenso verso la subdola propaganda SSR SRG sta ancora resistendo, malgrado i ricatti, il bullismo e la sistematica diffamazione dell’iniziativa. È una cosa straordinaria, e voglio dare il mio piccolo contributo affinché questo spirito di libertà si mantenga fino in marzo e si concretizzi nelle urne. Un CHIARO SI ALL’INIZIATIVA! Contro l’arroganza SSR SRG e la sua informazione faziosa!
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Cazzo, sembra di leggere un diramato delle aziende che vogliono approfittarsi della chiusura ssr per diventare ancora più ricche. La libertà la ssr dove l'ha messa in discussione? DOVE? Come continuo a dirle, ma lei continua ad ignorarmi scrivendo insulti e poco più, la presenza delle ssr, che ha degli obblighi nei confronti dei cittadini, favorisce la sua cara libertà. Mi fa un esempio di ricatti, bullismo o sistematica diffamazione?
Luca Mer 3 sett fa su fb
La chiusura della SSR SRG l’avranno provocata gli ingordi arroganti ed estremisti suoi amici, che in parlamento hanno rifiutato qualsiasi compromesso, tipo un canale tv e uno radio per ogni lingua, canone a 150 franchi. Avete voluto fare gli estremisti boriosi abituati ad essere al di sopra di tutto? Il popolo si ribella? Bene. E poi grattatevi.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Il "popolo si ribella"? Finora vedo ribellarsi solo quattro politici-mercenari (di Lega e UDC), con forti legami con UPC Cablecom, che evidentemente paga bene... E pochi ingenui che credono ad una vuota propaganda... Meglio votare NO. Giù le mani dalla Svizzera!
Luca Mer 3 sett fa su fb
🤡 Ah scusi, pensavo si stesse commentando una notizia secondo cui il 57% dei votanti sosterrebbe (ancora) l’iniziativa malgrado la sistematica diffamazione che ne viene fatta da mesi dai maggiori media del paese. È questione di punti di vista?! 😄😄😄
Alex Cava 3 sett fa su fb
Sondaggio probabilmente farlocco... che stranamente coincide con gli interessi (monetari) del promotore... che stranamente contrasta con il "60% contento dei programmi"... Quanti sondaggi abbiamo già visto smentiti, dopo le votazioni? La statistica era una cosa seria, ad oggi sta diventando vuota propaganda...
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Votano "prima i nostri" e vogliono lasciare a casa i nostri. Si lamentano degli stipendi in Ticino e vogliono lasciare a casa chi ha uno stipendio decente. Piangono che il Ticino é dimenticato da Berna e votano contro l'unica cosa in cui il Ticino riceve molto più di quel che da. Sparano a zero sulla penisola a sud e prendono ad esempio la Mediaset. Si lamentano della (presunta) faziosità della RSI e votano ciò che porterà a un informazione pilotata dai pochi che finanzieranno (tipo il TG4). Dicono che la RSI fa propaganda e non si accorgono che da 20 anni si stanno facendo lobotomizzare dal Mattino. Questa gente é l'apoteosi dell'incoerenza.
Ornella Guerra 3 sett fa su fb
Chi è favorevole non fa fatica a pagare.. quando arriva anche quella fattura sono in ginocchio. RSI non la guardo programmi e films patetici. Chi dira non pensate hai dissocupati io dico no quando mio marito é restato senza lavoro e io incinta 7 mesi nessuno si è preoccupato sono stati cavoli nostriiii
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Capisco il discorso. Però va specificato che ad essere veramente caro ed ingiustificato é il costo dei fornitori di servizi (Swisscom, UPC, Sunrise TV ecc) che si mangiano 1500.- all'anno e non fanno null'altro che mettere a disposizione dei materiali prodotti da altri. In questo senso il costo del canone, pagaronato a quello dei fornitori di servizi, é irrisorio (circa 1/4). Se davvero gli iniziativisti volessero fare gli interessi di chi non arriva a fine mese, sarebbe molto più sensato abbassare i costi dei fornitori piuttosto che quelli del canone. My 2 cents
Guido Bentivoglio 3 sett fa su fb
già, fosse gratuito ricevere il segnale (antenne digitale terrestre) allora sarebbe meno fastidioso pagare anche la tassa.
Uluru Roby Thai 3 sett fa su fb
La penso come te brava e un bel SI a no Billag 💪 🇨🇭
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Guido Bentivoglio in realtà é proprio così. I canali SSR si possono vedere con una semplice antennina da 10.-, senza pagare un centesimo a Swisscom, UPC, ecc.
Luca Di Meco 3 sett fa su fb
sono le persone come te che se ne sono sbattute della tua situazione. mi spiace, ma è questa la verità. Finche non mettiamo un freno a queste ripicche non miglioreremo mai la nostra qualità di vita.
Ornella Guerra 3 sett fa su fb
Luca lo sai quante persone sono restate dissocupati con la chiusura della cartiera e della primotec di Tenero? Hai visto qualcuno indignarsi?Ho avuto un apprendista di 54 anni per la formazione di assistente di cura, era un disegnatore di macchine perso cassa pensione ecc dopo una vita di lavoro!!! Mi diceva che vuoi devo pur vivere certo non mi aspettavo di finire in cpa a cambiare protezioni , ma sono anche fortunato ad avere un altra possibilità. Quindi indignamoci per tutti quelli che perdono il lavoro!!!
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Luca Di Meco sei arrivato l'altroieri da oltreramina con i tuoi "forza azzurri" e ci vieni a raccontare di come migliorare la "nostra" qualità di vita? Un pò come l'hai migliorata a casa tua vero?
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Con quello che ci guadagni dall'eliminazione del canone non ci paghi nemmeno 1 anno di aumento di cassa malati (l'aumento, non tutto il premio). Con questa iniziativa si va a distruggere quanto costruito in decenni, dando campo libero ai privati pronti ad accappararsi i settori redditizi e lasciar sparire tutto il resto (sono proprio curioso di sapere chi si metterà in gioco in ticino. E aggiungo anche che ti invito a farli bene i calcoli (considerando anche gli aumenti dei prezzi visto che non ci sara piu concorrenza) perché a meno che non ti accontenti dei canali italiani, con gia solo film e sport si fa in fretta a spendere di piu, e parecchio.
Alex Cava 3 sett fa su fb
Ricordo che già dal 2019 è previsto un canone più basso (365.-) e razionalizzazioni in molti settori... La SSR si mette in discussione già da tempo: è giusto migliorare, non smantellare!
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Votare SI alla no Billag, cosi provino il trattamento della Disoccupazione anche loro, cosi vedono di persona come ci si sente!!
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Cazzo che gran motivo. Roviniamo la vita a 1500 persone solo in Ticino perché io non ho avuto una gran vita. Che persone ci sono a questo mondo.
Avdija Besic 3 sett fa su fb
E loro a quanti rovinano la vita? Non te lo sei chiesto!
Pont Sort 3 sett fa su fb
Avdija Besic È evidente che a un patrizio doc come te interessa molto il destino di un servizio che va a beneficio della popolazione....
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Ho diritto al VOTO, quindi buona giornata😉
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Rovinare la vita? Scusa ma credo che un servizio di informazioni rovini la vita a ben poche persone.
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Pont Sort, di quale beneficio parli? Quello che se non ho ne tele ne radio in machina ma ho natel devo pagare Billag, e no hanno rotto cazzo, quindi SI
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Furto legale STOP SI, SI,SI
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Lore Cairoli, vuoto SI e non devo dare spiegazione a nessuno di voi, ne io ne nessuno CAPITO
Lucilla Ferrara 3 sett fa su fb
Mi spiace per suo marito, ma allora cosa facciamo: lasciamo a casa persone perché prima di loro altre sono rimaste disoccupate?
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
"Lore Cairoli, vuoto SI e non devo dare spiegazione a nessuno di voi, ne io ne nessuno CAPITO" *voto Mi puoi gentilmente dire dove ti ho chiesto spiegazioni? Comunque, le discussioni in genere funzionano come scambio di opinioni, quindi se non presenti la tua non si può discutere tesoro mio, cosa che però tu vuoi fare altrimenti non avresti commentato.
Cristian Pasotti 3 sett fa su fb
Guido: lo è già, invece. Non esiste solo la via cavo, via antenna si riceve eccome.
Cristian Pasotti 3 sett fa su fb
Poi vabbè: che uno abbia la vita rovinata dall’esistenza dell’SSR-SRG fa un po’ ridere...
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Nemmeno il tuo maestro di italiano si è preoccupato troppo per te da come scrivi...
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Lore Cairoli, non devo spiegare niente a nessuno...........
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Credo che, come ti è già stato detto, delle lezioni di italiano possano essere utili per il tuo futuro. Ti ho già detto, ma lo ribadisco ( =ripeto, lo spiego per aiutarti nella comprensione) che io non ti ho mai chiesto di spiegare qualcosa.
Alessandro Kom 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi Esattamente .
Alessandro Kom 3 sett fa su fb
Lore Cairoli Appunto i soliti rosiconi che vedono sempre il mal comune con il proprio gaudio . É tipico dei frustrati e degli ignoranti .
Alessandro Kom 3 sett fa su fb
Uluru Roby Thai Ti piace Valentino Rossi? Dove guarderai la MotoGP?
Luca Mer 3 sett fa su fb
E ci mancherebbe! Bisogna fermare gli sperperi dei megalomani SRG-SSR! E mettere fine anche al controllo dell’informazione (e di riflesso al controllo sociale) esercitato da questo strumento di propaganda SSR-SRG, sempre diligentemente al servizio delle sinistre e del cosiddetto politicamente corretto. Gli arroganti in governo e parlamento non hanno voluto presentare al popolo un controprogetto ragionevole con un canone a 150 franchi annui? Bravi, poi grattatevi... UN CHIARO SI ALL’INIZIATIVA!
Michele Anzalone 3 sett fa su fb
Pienamente d'accordo. Se avessero presentato un contro progetto era meglio, e probabilmente passava perchè era una soluzione a metà strada. Invece si cerca il "muro contro muro" cercando con vittimismi d'ottenere e lasciare tutto come prima. Però molta gente non è gnucca e questo lo ha notato.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Peccato solo che con 150 fr il servizio pubblico non può andare avanti. Forse non vi rendete conto che in Svizzera siamo pochi, ma abbiamo un servizio pari (dal mio punto di vista anche superiore) a quello tedesco, a quello francese e quello italiano, tanto per citarne 3. Forse non vi rendete conto che nella nostra nazione si parlano 4 lingue diverse e sono tutte lingue ufficiali. Tutte e 4 (il romancio meno, è ovvio) abbiamo stessi servizi. Anche noi ticinesi, che ci lamentiamo sempre di non essere mai considerati, di essere l'ultima ruota del carro ecc., abbiamo gli stessi servizi dei francofoni e dei germanofoni.
Alex Cava 3 sett fa su fb
"TV di sinistra" è una balla, già smontata in diverse occasioni: piuttosto i vari dirigenti nei posti chiave sono in maggioranza PPD e PLR. Anche il famoso sondaggio che gli iniziativisti hanno diffuso... è stato smentito dallo stesso autore! :-)
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Lei da per sicure 2 cose: - rsi di sinistra - rsi grande mezzo di propaganda e diffusione Allora perché ci sono iniziative con largo seguito come questa? Perché ci sono molte persone che si dichiarano apertamente di destra? Lo spiego io per abbreviare i tempi, perché i 2 punti non sono veri :D
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Complotti. Complotti ovunque. 😂
Leo Veg 3 sett fa su fb
NO BILAG
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Il problema è che qualsiasi media è troppo di sinistra quando si è fascisti...
Vasco Medolago 3 sett fa su fb
vi lamentate che il canone costa troppo e non deve essere obbligatorio pagarlo dato che non tutti lo usufruiscono, però accettate di pagare sempre di più le casse malati ? COERENZA ZERO
Luna Rinaldi 3 sett fa su fb
Hai ragione,però la cassa malati serve per la nostra salute,mentre la billag no. Basterebbe togliere un tot al mese si risentirebbe meno sul nucleo famigliare che avere una fattura da 400 rotti fr e credimi che preferisco dare da mangiare a mio figlio che guardare la tv
Carmen Bottegal 3 sett fa su fb
Paragone improprio
Luna Rinaldi 3 sett fa su fb
Carmen Bottegal dici il mio????
Willy Montella 3 sett fa su fb
Per non parlare poi di affitti spropositati visti i tassi attuali
Carmen Bottegal 3 sett fa su fb
Luna Rinaldi. No. Mi riferisco al commento del Signor Vasco Medolago
Alex Cava 3 sett fa su fb
Ricordo che già dal 2019 è previsto un canone più basso (365.-) e razionalizzazioni in molti settori... Il canone già oggi sarebbe molto basso, considerando la qualità generale. Il problema del Ticino sono piuttosto gli stipendi bassi...
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paragonare la salute pubblica alla televisione. Immaginate essere così rincoglioniti.
Leo Veg 3 sett fa su fb
La cassa malati aumenta non per la nostra accettazione, studia!
Lucilla Ferrara 3 sett fa su fb
Luna Rinaldi e la SSR serve alla sia libertà: ci pensi quando i media di questo Paese saranno in mano a gruppi economici privati, magari anche stranieri, che decideranno LORO cosa e dove trasmettere. Un’informazione completamente asservita agli interessi privati e una programmazione sul modello della tv spazzatura che abbiamo qui accanto ma soprattutto la perdita del riverbero nella vita sociale e culturale del Paese. Nonché più di 13000 disoccupati che saranno a carico nostro oltre ai drammi personali delle persone. È questo al quale lei vuole contribuire?
Vasco Medolago 3 sett fa su fb
dopo aver letto commenti del tipo, "paragonare la salute alla tv che ricoglionito" e altri commenti poco sensati, posso tranquillamente dire che io non sarò un genio, ma certa gente non sa guardare oltre il suo naso, votate quello che volete, vedremo chi avrà ragione poi, Buone feste😘
Cristian Pasotti 3 sett fa su fb
Carmen: visto che quando si ha avuto la possibilità di passare a una sanità un po’ più pubblica e farsi spennare meno dalle casse malati (sennò “si è illibbbbbbbbbbbberali”), la gente ha votato contro, il paragone ci sta eccome
Carmen Bottegal 3 sett fa su fb
Due valori diversi
Leo Veg 3 sett fa su fb
No bilag
Leo Veg 3 sett fa su fb
Bilag sei agli sgoccioli...
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Non è agli sgoccioli, la società billag ha già una fine segnata. Basterebbe informarsi prima di parlare...
Davide Giambonini 3 sett fa su fb
Gente saranno più di 6000 persone che coporteranno il lavoro, per una spesa di 250'000'000 franchi all'anno alle disoccupazione e poi all'assistenza ! Già in Ticino siamo nella merda con la disoccupazione e inoltre molte di queste nn troveranno più lavoro in altro settore ! Io chiedo a tutti solo di rifletterci. Dire si a al no billag equivale a buttare benzina sul fuoco e il Ticino soprattutto, sarebbe spacciato, E poi subetrerebbero i privati ESTERI che di sicuro nn riassumeranno nessuno è piuttosto si porteranno il proprio personale (Berlusconi )
Leo Veg 3 sett fa su fb
Per fortuna io sono svizzero e posso votare quello che voglio..
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Tesoro mio, tutti i cittadini possono votare quello che vogliono, altrimenti non saremmo in democrazia; l'unica cosa che ti viene richiesta è di informarti sulla questione di voto e di non decidere la sorte di un paese (quindi di 8 milioni di persone nel nostro caso) in base a come ti gira quel giorno.
Leo Veg 3 sett fa su fb
Tesoro..so esattamente come votare...no bilag!
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
E dove ho detto che non sai cosa votare? Inizio a domandarmi se le persone che hanno il tuo stesso pensiero non sono in grado di leggere i commenti altrui o li leggono e scelgono di ignorarli in quanto non sono in grado di rispondere. Comunque, piccola precisazione che male non fa, billag è morta, diventerà sepolta fra poco. Ha perso il contratto di riscossione del canone. Quindi, se proprio vuoi esprimere il tuo pensiero anche quando non ti viene richiesto, vedi di farlo nel modo corretto ed evitando errori. Noterai che sarà utile anche per te.
Leo Veg 3 sett fa su fb
E`una votazione..e come tale votero`...per fortuna!
Flavio Zana 3 sett fa su fb
ma perché al posto di un si o un no non si spiega perché i giornalisti e commentatori hanno ville faraoniche? un umile taglio di stipendi abbasserebbe i costi e risolverebbe tanti malcontenti..
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Ville faraoniche?
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Chi ha ville faraoniche? 😅 Io vivo in un appartamento di 2.5 locali in Via Motta a Massagno✌️
Flavio Zana 3 sett fa su fb
Pablo Creti non conosci qualcuno con una villa imbarazzante?
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Flavio tra i miei colleghi conosco solo persone con appartamenti, te lo posso giurare 😊
Flavio Zana 3 sett fa su fb
Pablo Creti ok, allora metti che come svizzero descrivo una situazione svizzera..
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Flavio ehm ok... Ma io sono Ticinese, non sono raccomandato, non ho amicizie importanti, non ho parentele, ho studiato qui, non sono ricco, la mia ragazza lavora a ore al cinema per mantenersi a scuola, viviamo in un normale appartamento, non sono comunista, faccio la spesa alla coop, pago bollette e tasse come tutti e che altro? Ce ne sono tanti di stereotipi su noi dipendenti della RSI che andrebbero cancellati 😅
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Io sono ben felice che c'è un datore di lavoro in Ticino che paga salari dignitosi e occupa pochissimi frontalieri. Vogliano farli chiudere per invidia?
Jari Cheng 3 sett fa su fb
Pablo Creti si ma con i lavandini in oro 😉
Flavio Zana 3 sett fa su fb
la billag è a livello federale, il ticino occupa 1/25 esimo dell’intera popolazione. la mia non è una polemica ma una visione più globale. voi difendete un posto di lavoro, io esercito la mia libertà di poter descrivere una situazione moooolto più grande del piccolo ticino. è troppo semplice guardare e dare importanza al proprio orticello quando la questione è di dimensioni nazionali.
Flavio Zana 3 sett fa su fb
Pablo Creti la billag è a livello federale, il ticino occupa 1/25 esimo dell’intera popolazione. la mia non è una polemica ma una visione più globale. voi difendete un posto di lavoro, io esercito la mia libertà di poter descrivere una situazione moooolto più grande del piccolo ticino. è troppo semplice guardare e dare importanza al proprio orticello quando la questione è di dimensioni nazionali.
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Flavio Zana il Ticino paga il 5 per cento del canone e ne ottiene indietro il 21 per cento. Bisogna essere veramente cretini e darsi la zappa sui piedi da soli....
Pablo Creti 3 sett fa su fb
Non sto giudicano la tua posizione caro Flavio. Ho solo risposto che io e tutti i colleghi che conosco di ville faraoniche non ne abbiamo 😊 Che siamo lavoratori, ticinesi, che si impegnano e tengono molto a quello che fanno e che pensano che possa essere qualcosa di bello e utile per il Ticino (e la Svizzera). Un caro saluto, Pablo
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
E ogni tanto posa il Mattino della domenica e leggiti un libro che ti fai una cultura
Alex Cava 3 sett fa su fb
Nooo... Ora dovremmo aspettarci un articolo del Mattino sulle "Ville Faraoniche"? Ovviamente, dove si organizzano in segreto eserciti di comunisti?
Stefano Dias 3 sett fa su fb
Adesso si sfiora il ridicolo! Villa Faraonica mi sembra una cagata pazzesca
Norman Casagrande 3 sett fa su fb
Allora, dove sono queste ville Flavio? O si scrive quello che si puo' provare o e' meglio star zitti.
Maurizio De Gasperi 3 sett fa su fb
E' triste, cinque persone con argomenti razionali e un Flavio che non ascolta.
Luana De Leo 3 sett fa su fb
Dovrebbe essere al 100% "NO BILLAG" ! Quel 43% che è favorevole vuole pagarmi anche la mia??
Arti Korita 3 sett fa su fb
Sono d'accordo con te .
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Non hai capito che l'iniziativa farà chiudere la tv pubblica per sempre?
Luana De Leo 3 sett fa su fb
Ma certo. Niente è gratis.
Silvana Canonica 3 sett fa su fb
Allora NO ,NO BILLAG
Luna Rinaldi 3 sett fa su fb
Gli do pure la mia da pagare 😂😂😂😂
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Probabilmente non avete in chiaro il concetto di servizio pubblico. Per fortuna viviamo in uno stato sociale, dove i servizi vengono pagati da tutti. Quale sarà il prossimo passo? Eliminiamo la scuola pubblica cosi da lasciar campo libero ai privati e ognuno si paga il servizio (e il levello) che vuole? poi passiamo agli ospedali pubblici? A questo punto nella dichiarazione delle imposte mettiamo un questionario dove diciamo per quali servizi vogliamo pagare.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi dove starebbe scritto che viviamo in uno stato sociale dove i servizi vengono pagati da tutti?
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Ehm, tesoro mio, lo stato sociale (o welfare state) è una tipologia di stato, come lo è, ad es., lo stato dittatoriale. Lo stato sociale è la tipologia più diffusa ed è anche la tipologia del nostro stato. Per maggiori informazioni consiglio un libro di storia, economia o diritto a livello liceale o parificato.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli parli con me?
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Mah, sicuramente non a Paolo Bianchi visto che sembra sapere cos'è lo stato sociale.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Non sarebbe male fare un ripasso del funzionamento dello stato per chi vota
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli eppure è Paolo Bianchi che confonde lo stato sociale (cioè il welfare state, inteso come lo stato che emette servizi) e LO stato tout-court. La Svizzera HA uno stato sociale (come qualsiasi paese occidentale, chi più e chi meno) ma non Ê uno stato sociale. Ergo da qui la mia domanda: "dove sta scritto che saremmo uno stato sociale". Ovviamente metaforica perchè gli stati sociali non esistono. Fatemi sapere per quei libri e ripassi, grazie.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli guarda che ad un certo punto devi capire quando è il momento di tacere...
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Luana De Leo, il SI e giusto Silvana Canonica, ti vuole deviare!!
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
In genere è quando si sbaglia. Eppure la vedo ancora scrivere nessaggi.
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Lore Cairoli, ha cominciato a fare le ricerche? 😂😂😂
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Ok, siamo in uno stato on uno stato sociale. Preferisci così? comunque non cambia il succo.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi E quindi? Tutti gli stati al mondo hanno uno stato sociale, cosa sarebbe il suo punto?
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli e cosa avrei scritto di sbagliato?
Anna Nikki Giudici 3 sett fa su fb
E allora facciamo che se passa il sì pagate voi che avete votato sì x tutti i disoccupati che ci ritroveremo sul gobbone? Perché quella sì che sarà una spesa notevole a carico della comunità! Per non parlare delle ditte collegate alla rsi, agli eventi che non avranno più sponsor... li mandiamo tutti da voi che x risparmiare 400 fr all'anno ne sborserete altrettanti al mese!
Stefano Dias 3 sett fa su fb
Sarebbe una bella idea. Quelli che votano SI pagano la disoccupazione per tutti i dipendenti della SSR-Rsi! Poi vediamo se era più cara la Billag 🤔
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Anna Nikki Giudici vi rendete conto che con questo argomento date degli incapaci ai dipendenti RSI che fuori dalla tele sarebbero dei buoni a nulla incapaci di trovare lavoro? Non è un gran argomento sapete...
Avdija Besic 3 sett fa su fb
Anna Nikki Giudici, e se bovesse passare NO, tu e tutti voi che voterete NO insieme a quelli della SSR-RSI, pagate noi ci state? Fatte non ridere ma piangere,😂😂😂😂😂😂
Anna Nikki Giudici 3 sett fa su fb
Caro Pepe Ticino, io so solo che il nostro cantone non è in grado di assorbire 1200 nuovi disoccupati, che siano della rsi, delle ffs o dell'ubs. Che via la rsi, sul nostro territorio non arriverà una nuova emittente televisiva, vedremo canale 5 o telezüri, quindi quei mille e passa disoccupati che faranno, cambieranno lavoro? E in quale settore gli consigliamo di riciclarsi, visto come siamo messi?
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Anna Nikki Giudici Che ci saranno 1200 nuovi disoccupati lo dice lei, prima di tutto. Fra quei 1200 sono convinto che qualcuno di capace ci sia e sarà capace o a trovare un lavoro in un altro settore o ad occupare lo spazio lasciato libero dalla RSI. In ogni caso non è un mio problema, non si tengono aziende fallite per i posti di lavoro. Se un'azienda è fallita va chiusa, punto. E la SSR è fallita anni se non decenni fa ma viene tenuta in piedi artifiicialmente tramite il canone. E più avanti questo zombie e più difficile sarà per chi ci lavora recuperare le quote di mercato che altri (netflix, youtube, amazon prime le dicono qualcosa?) avranno occupato.
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Pepe Ticino l'azienda ssr ha ricevuto un mandato dalla confederazione a fare servizio pubblico e tale servizio viene mantenuto con l'incasso del canone. Dire che la RSI è fallita anni fa significa non sapere cos'è un servizio pubblico
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
È fallita ed è dimostrabile dal fatto che le quote di mercato dell'audiovisivo se le prendono sempre più aziende americane (ho fatto esempi sopra). Indipendentemente dal servizio pubblico (in cui secondo me ha anche fallito ma quello è meno evidente da dimostrare).
Anna Nikki Giudici 3 sett fa su fb
Oltretutto, dire che i disoccupati non sono un problema nostro, denota un'incapacità empirica di riconoscere un problema sociale, e quindi di noi tutti: come viene finanziata l'indennità di disoccupazione? E come fai a dire che i 1200 dipendenti rsi non perderanno il lavoro, visto che è assodato che se passasse il no billag cesserebbe di esistere la tv di stato, e quindi la ssr? Vorrei finalmente trovare qualcuno che si esprimesse a favore del no billag mettendo in tavola tutte le conseguenze che ci saranno: avrebbe il coraggio delle sue opinioni, invece di cercare di edulcorare la situazione.
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Pepe Ticino ma non era prima i nostri???? Coerenza mai vero?
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Scusate ragazzi ma i vostri argomenti diventano sempre più deboli. Si sta parlando di SSR e canone, la disoccupazione e prima i nostri non c'entrano niente.
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
La disoccupazione centra sì. È una dei fattori che verrebbero a galla in seguito alla chiusura della rsi e della ssr.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli certo, lo si può usare in mancanza di veri argomenti. Poi le casse malati non si toccano se no licenziano, ffs idem, praticamente ogni votazione tocca in modo vicino o lontano dei posti di lavoro. Solo che ad avere veri argomenti quello lo si evita perchè chiunque sa che è pura speculazione (nel senso che non c'è modo di sapere se e quanti licenziamenti si saranno). Se questi sono i vostri argomenti fate pure. I ricatti morali normalmente non vanno lontano.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Mi pare sei tu che devi ancora portare un argomento oltre al chiudiamo perché non lo uso.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
È propaganda di sinistra pagata col contribuente. Uccide la competizione nel settore audiovisivo. Uccide la competizione nei media dato che la SSR può permettersi di far pagare meno la pubblicità e gli altri quindi devono far scendere i prezzi. È una televisione scarsa (solo falò si salva a volte). C'è troppo nepotismo. Ci sono troppi frontalieri e stranieri. La televisione è un media obsoleto. Danneggia la coesione nazionale perché non c'è necessità di sinergie e le 3 TV fanno praticamente quello che vogliono senza collaborare fra di loro. Che vinca il SI o il NO la TV di stato ha i giorni contati, votando SI si fa un favore al settore che così può recuperare il ritardo con l'estero. Ne avrei altri ma questi sono i principali, e comunque se vuoi vendermi un prodotto sei tu che dovresti convincermi, non io spiegarti perché non voglio comprarlo.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Ancora con sta manfrina dei frontalieri quando sapete benissimo che alla RSI sono meno del 3%? Suvvia! Mentite sapendo di mentire! Che tristezza... Parlando in generale: - Votate "prima i nostri" e volete lasciare a casa i nostri. - Vi lamentate (giustamente) degli stipendi in Ticino e volete lasciare a casa chi ha uno stipendio decente. - Piangete che il Ticino é dimenticato da Berna e votate contro l'unica cosa in cui il Ticino riceve molto più di quel che da. - Sparate a zero sulla penisola a sud e prendete ad esempio la Mediaset. - Vi lamentate della (presunta) faziosità della RSI e votate ciò che porterà a un informazione pilotata dai pochi che finanzieranno (tipo il TG4). - Dite che la RSI fa propaganda e non vi accorgete che da 20 anni vi state facendo lobotomizzare dal Mattino. É l'apoteosi dell'incoerenza!
Lore Cairoli 3 sett fa su fb
Hai dimenticato il nepotismo, quando lo stesso Canetta ha portato i numeri e le relazioni famigliari in rsi erano pochissime.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Filippo Pfister 3% sono il 3% di troppo. Poi sappiamo benissimo che la RSI spinge i dipendenti a trasferire in modo che poi lo zerbino di turno possa fare bella figura. Prova piuttosto a darmi il numero di permessi B, C, naturalizzati e quanto viene speso in commesse all'estero. Per il resto non rispondo, luoghi comuni uno sopra con cui praticamente dai del imbecille alla maggioranza dei ticinesi. È un'ottima strategia che vedrai si rivelerà vincente.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Lore Cairoli pochissime sono pochissime di troppo (fosse vero, la verità è un pò diversa). Già vedere il figlio del presidente della CORSI in RSI è una cosa inguardabile, per non parlare del fratello del Canetta a fare fiction orrende.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Effettivamente in un cantone dove ci sono comuni con piu frontalieri che residenti avere un'azienda con addirittura il 3% di frontalieri é un'oscenità...Per la faziosità, continua ad essere ripetuto, ma poi gli esempi portati sono veramente pochi. Per la competizione sono interessato a sapere in che parte del mondo con massimo 500'000 utenti esiste almeno una emittente di qualità (considera che telelombardia ha piu di 10 volte il nostro bacino), quindi scordati la concorrenza, perché anche ammesso che salga l'introito totale della pubblicità nessuno si mettera a pagare come da mediaset o rai per una realtà cosi piccola. Mi chiedo su che base dice che danneggia la coesione nazionale quando si dice il contrario e comunque trasmette molti servizi che mostrano tutta la svizzera e fanno scoprire varie particolarita svizzere. Che la tv ha i giorni contati in ogni caso, non ne sarei cosi sicuro, anche i giornali erano dati per spacciati già quando é comparsa la radio, eppure ci sono ancora. Sono dispiaciuto che non trovi niete che ti interessa, anche se sono curioso di quali siano i programmi che guardi. E non c'é da dimenticare l'utilità alla democrazia grazie ai molti dibattiti, che sarei proprio curioso di sapere chi sarebbe disposto ad avere dibattiti imparziali con invitati di tutte le aree politiche quando ci mette i propri soldi. Infine vorrei ricordare che essendo di nostra proprietà possiamo influire in molti modi sulla sua attività, anche attraverso iniziative (come dimostra questa iniziativa per chiuderla). Cosa che con i privati non potremo fare.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Poi se non rispondi, più che luoghi comuni (ne hai citati piu te) é perché ha toccato un tasto dolente che mette alla luce l'ipocrisia alla quale gli iniziativisti sono portaati dagli interessi economici che li tocca personalmente e non é il semplice 365 Fr del canone, con il quale se va bene puoi comprarti un computer nuovo non di troppa alta qualità ogni 3 anni.
Filippo Pfister 3 sett fa su fb
Io non do dell'imbecille a nessuno, casomai dell'incoerente. E sono due cose diverse eh... Sostenere che "la RSI spinge i dipendenti a trasferire" senza uno straccio di prova mi pare francamente al limite del ridicolo. E il "per il resto non rispondo" non fa altro che confermare la totale mancanza di argomenti dei no billag. Io ho riportato fatti concreti e percentuali, poi pensi e faccia come creda. Grazie per avere, una volta più, confermato quanto già pensavo. Ciò detto, mi pare che la discussione, vista la totale mancanza di argomentazione, sia diventata inutile e stucchevole, quindi chiudo qua. Buon Natale!
Stefano Casalinuovo 3 sett fa su fb
Troppi frontalieri? Sai quanti sono Pepe Ticino?
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi non ho la tele e non la guardo. Se c'è qualcosa di interessante da guardare lo cerco su internet in streaming. Se non lo trovo su internet pace. Comunque io ho parlato di "frontalieri E stranieri", sappiamo benissimo che la pratica RSI è quella di far trasferire i frontalieri appena assunti. Una TV nazionale che promuove la coesione non sono 3 TV a sè stanti con budget proprio ma una tele che promuove sinergie e collaborazioni fra regioni linguistiche. Oggi i soldi cadono dal cielo e non hanno questo bisogno. Per il resto semplicemente la vediamo diversamente, per me la RSI è tutto fuorchè imparziale ma questo è soggettivo ed è questo il problema di fondo: la RSI non potrà mai far contenta tutti, per qualcuno sarà sempre troppo di destra/sinistra.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Filippo Pfister Quello che fai tu è sovraporre le persone che votano SI con quelle che votano "Prima i nostri" con quelle che guardano mediaset. A parte che secondo me la sovrapposizione è piuttosto limitata, non mi puoi chiedere di difendere una categoria di cui non faccio parte. Poi il share dimostra come sono distribuiti gli ascolti fra utenti della televisione (quindi quanto è guardata la RSI rispetto alla TSR per esempio) mica quanto è popolare la televisione. In tutta Europa c'è il canone e in tutta Europa c'è un gran malcontento rispetto alla TV di stato. Poi indovina da quale paese arrivano gran parte dei film e serie TV che guardiamo. Da uno degli unici paesi occidentali senza canone (gli USA). Non è una coincidenza secondo me. Buon natale anche a te.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Stefano Casalinuovo Troppi. Smetterò di dirlo quando saranno zero.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Anche se sono 3 emittenti distinte, i servizi trasmessi se li passano traducendoli. Per esempio i servizi del tg riguardanti altre regioni non vengono fatti in ticino, ma solo tradotti. Altro esempio molti servizi di bon entendeur, kassensturz e pattichiari se li passano. Quindi alla fine é esattamente come un'unica tv. Ma gira e rigira ricompare il fatto che il principale argomento per te é che non lo usi e non vuoi pagarlo. A questo punto applichiamolo per tutto e quella parte di imposte che pago per cose che non uso la destino alla tv.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi Quindi per te la coesione viene promossa passandosi i programmi e tradurli? Mi sembra un pò poco. Comunque è un tuo diritto non essere d'accordo di pagare per un servizio che non usi, sta poi a chi è a favore convincerti del contrario. Se del caso poi si raccolgono le firme e si vota. Però oggi non si vota per la scuola pubblica o le strade pubbliche, ma la televisione pubblica quindi sta a chi è a favore, come te, convincere i contrari come me di mantenere il servizio pubblico. La prossima votazione, che ne so gli aerei da guerra, sarò io a spiegarti perchè ci servono aerei da guerra e alla fine si vota.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino La coesione viene fatta mostrando altre realta della svizzera oltre la nostra e con lo sguardo delle persone di altre regioni che ovviamente parlano altre lingue. O per te la coesione dovrebbe essere fatta con una sola tv in tedesco? Comunque il punto é che fin che su tutti i servizi c'é collegialità e si paga per garantire dei servizi anche se non utilizzati tutti sono contenti. Se si inizia ad elimirne, poi un domani chi ci perde oggi potrebbe cominciare a fregarsene e votare per eliminare servizi che loro non usano ma tu si.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi non c'è mai stata "collegialità" su tutti i servizi. Il servizio chiamato "controllo dell'immigrazione" è stato bellamente smantellato 15 anni fa, gli aerei da guerra sono stati bocciati, posta e swisscom privatizzate. Ogni servizio deve auto-giustificarsi continuamente altrimenti, come successo col canone, va messo in discussione. Mica è un problema, è sempre stato così in ogni società umana solo che in Svizzera spesso si vota.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Non é sempre stato così una volta c'era la collegialità. Ora mi dimostri che siamo già nel circolo vizioso delle ripicche e sarebbe forse il caso di opporsi invece fare il gioco di chi vuole smantellare tutto.
Pepe Ticino 3 sett fa su fb
Paolo Bianchi certo quando c'era il segreto bancario e il muro di Berlino stavamo tutti bene e nessuno voleva smantellare niente. Oggi non c'è più l'abbondanza di una volta e quindi è normale che il cittadino si chieda perchè deve sopportare determinati costi. Da una parte c'è chi vuole togliere dall'esercito, chi le casse malati, chi le ffs mentre altri il canone. Se lei vuole farne un complotto è libero di farlo, per me si tratta di normali questioni di una società in evoluzione oltre che di sana democrazia.
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Pepe Ticino Vedila come vuoi, comunque a furia di smantellare ci troveremo con un pugno di mosche e i privati che si fregano le mani. E per inciso, tutte le cose che hai citato le voglio mantenere.
Elena Melone 3 sett fa su fb
Le medie raccontano però sempre il contrario
Alex Binsacca 3 sett fa su fb
Non si paga già abbastanza in Ticino ?
Pietro Morosoli 3 sett fa su fb
Alex....tutto troppo in Ticino !!!
Luna Rinaldi 3 sett fa su fb
In Ticino tutto più caro,ma i salari sono sempre bassi 😖😖 oltre Gottardo salari più alti e pagano meno tasse cassa malati più basse e assicurazione auto più basse del Ticino
Potrebbe interessarti anche
Tags
no
ssr
sondaggio
billag
no billag
iniziativa
sonntagszeitung
svizzeri
presidente
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-21 01:46:28 | 91.208.130.86