keystone
BERNA
14.09.2017 - 09:490

Utile più che raddoppiato per le FFS

La puntualità dei treni è nettamente migliorata grazie anche a una migliore pianificazione dei cantieri. «I nostri clienti sono ovviamente più soddisfatti»

BERNA - Utile più che raddoppiato per le FFS nel primo semestre: 152 milioni di franchi, contro i 72 milioni dei primi sei mesi del 2016. Il buon risultato è dovuto in particolare all'aumento dei passeggeri, mentre il traffico merci ha dovuto far fronte a "forti pressioni": FFS Cargo ha chiuso in negativo.

Uno dei principali fattori trainanti è rappresentato dal programma di efficienza RailFit20/30 lanciato a settembre 2016, che sta dando buoni frutti, scrivono le Ferrovie federali in una nota diramata stamane.

Il numero dei dipendenti è diminuito di 242 unità rispetto all'esercizio precedente, attestandosi a 32'875 unità. "Continua però a sussistere l'urgenza di attuare ulteriori risparmi", aggiunge la direzione aziendale, citando "i crescenti costi dovuti alle messe in esercizio come quella della galleria di base del San Gottardo" e il risultato negativo di FFS Cargo, comparto per il quale il 2017 "è iniziato in salita".

La perdita semestrale del comparto merci è stata infatti di 25 milioni di franchi, contro i 4 dei primi sei mesi 2016. In particolare, una forte flessione ha interessato il traffico di esportazione/importazione, con una contrazione anche del traffico di carri completi.

La prestazione di trasporto complessiva nel traffico merci è aumentata del 2,1% fino a 8,58 miliardi di tonnellate-chilometro nette. SBB Cargo International ha registrato un fatturato record di 157 milioni e un aumento del risultato semestrale da 3 a 8 milioni. Tuttavia - notano le FFS - ciò è avvenuto nel periodo antecedente l'interruzione della tratta Basilea-Karlsruhe, avvenuta il 12 agosto e che presumibilmente si concluderà il 7 ottobre.

Rispetto all'esercizio precedente, il numero dei passeggeri sui treni delle FFS è aumentato dell'1,3%, per un totale di 1,25 milioni di viaggiatori al giorno. A fine giugno, gli abbonamenti generali in circolazione erano 469'841 (+2,4%), i "metà-prezzo" 2'439'500 (+4,8%).

Maggiore puntualità, clienti più soddisfatti - Treni più puntuali, passeggeri più soddisfatti: la direzione FFS se ne rallegra nella nota diramata oggi a commento del bilancio aziendale del primo semestre.

Nei primi sei mesi dell'anno, la puntualità ha registrato un netto incremento di 2,1 punti, a 89,8 punti, malgrado la presenza di numerosi cantieri nella Svizzera occidentale, si apprende dal comunicato.

Anche la puntualità di coincidenza, ovvero il numero di viaggiatori che riescono a cambiar treno in tempo, ha evidenziato un andamento positivo raggiungendo quota 96,9 punti (+0,6), "grazie a una più efficiente pianificazione dei cantieri" con l'esecuzione di più lavori nei momenti di minor traffico, come i fine settimana.

Non sorprende dunque che la soddisfazione dei clienti sia aumentata, secondo le FFS, di 0,5 punti rispetto all'esercizio precedente, raggiungendo quota 74,8.

Le Ferrovie federali indicano anche che sono sempre meno i clienti che acquistano il biglietto allo sportello: la quota self-service è ulteriormente aumentata di 3,1 punti percentuali attestandosi all’84,5%. I canali di vendita digitali (mobile, online) hanno registrato una nuova forte crescita di 5,8 punti percentuali, raggiungendo una quota complessiva del 32,4%, «a dimostrare la crescente importanza della digitalizzazione nei canali di distribuzione delle FFS».
 

 

 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
punti
ffs
traffico
esercizio
clienti
puntualità
quota
utile
raggiungendo quota
merci
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-17 22:03:50 | 91.208.130.87