Fotolia
BERNA
03.05.2017 - 11:080

Gli svizzeri sono pronti, gli insetti non ancora

Da lunedì tre specie di insetti sono legalmente consumabili in Svizzera, ma i prodotti sono introvabili

BERNA - L’aneddoto è divertente: l’aperitivo a base d’insetti che era previsto martedì a Palazzo federale è stato annullato per ragioni burocratiche. Il prodotto, proveniente dall’Olanda, non soddisfaceva infatti le norme svizzere che esigono un’etichetta con la dicitura “derrata alimentare commestibile”, cosa che le autorità olandesi si sono formalmente rifiutati da fare.

La “Galerie des Alpes”, il ristorante al secondo piano del Palazzo del Parlamento, non ha potuto ripiegare su nessun produttore svizzero poiché, come afferma Eva van Beek, portavoce dell’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV), «nessuna azienda ha ancora ricevuto l’autorizzazione per la commercializzazione di larve della farina, grilli domestici o cavallette.

Ritardo - Secondo Jürgen Vogler di Grimiam, associazione che milita per il consumo di insetti, «le linee direttrici dettate da Berna sono conosciute solo dal mese di aprile, mentre per assicurare tre generazioni di insetti, come esige la legge per far sì che gli insetti possano essere consumati, servono almeno 30 settimane. I produttori non potranno dunque essere a norma prima di quest’estate. La domanda potrebbe variare fra 100 e 200 tonnellate all’anno». «I ristoranti che da lunedì offrono degli insetti nel loro menù lavorano dunque nell’illegalità, a meno che non posseggano qualche deroga speciale», afferma nuovamente Vogler.

Nessuna base legale in Europa - «La Svizzera è il solo Paese europeo ad aver legalizzato la produzione e il consumo d’insetti. Altrove, in Europa, il fenomeno è tollerato ma non c’è ancora una base legale», ha sottolineato il consigliere nazionale Isabelle Chevalley (Verdi Liberali), autrice di tre interpellanze incentrate sul consumo di insetti.

Nella grande distribuzione, dopo aver mostrato interesse per questo mercato, Migros e Coop dovranno pazientare ancora un po’ prima di poter proporre nei loro scaffali hamburger, polpette e altri prodotti a base di insetti.

8 mesi fa Larve, grilli e coleotteri sulle tavole svizzere
8 mesi fa Abbiamo offerto grilli, locuste e vermi ai ticinesi: ecco chi li ha provati
10 mesi fa Noccioline e popcorn? No, vermi e grilli
1 anno fa Coop introduce gli hamburger di insetti
Commenti
 
elvetico 8 mesi fa su tio
Se è vero che NOI siamo ciò che mangiamo, non posso immaginare cosa sarà la prossima ondata umana-entomatica ! Se è vero che le cellule di cui siamo fatti hanno una memoria che si trasmette di generazione in generazione, nutrirsi di entomi non potrà certamente migliorare e/o affinare l'evoluzione umana. Che in Asia ne mangino non significa che questo schifo possa divenire il cibo del futuro. C'è un'enorme propaganda in merito a questo schifo nutritivo, c'è da chiedersi il perché ! Troppa propaganda puzza di manipolazione e anche di speculazione. L'umanità avrà bisogno di proteine e la carne probabilmente sparirà dalle tavole ? Ci sono al mondo dei legumi e delle alghe ricchissimi di proteine che possono sostituire la carne animale la quale non è detto che sia sana visto che per la maggior parte deriva da allevamenti di produzione intensiva dove pure gli animali sono nutriti con schifezze varie. E a un certo punto bisognerà anche tenere sotto controllo le nascite: le donne africane per esempio partoriscono MOLTI, TROPPI figli: il pianeta non può e non potrà essere sovrapopolato di morti di fame e nutrire (si fa per dire) milioni se non miliardi di umani con gli entomi. Ci stiamo veramente degradando.
MIM 8 mesi fa su tio
Ai futuri mangiatori di scarafaggi e affini, che accusano gli altri di avere la mente chiusa, chiedo loro di mangiare anche un po' di carne di cane o di gatto. E' la risposta che do sempre a chi mi da dell'ottuso. L'apertura mentale non è ad assetto variabile, e non mi ritengo minorato mentale se non mangerò insetti.
Meno 8 mesi fa su tio
@MIM Ma ti è già successo di essere accusato di avere la mente chiusa da parte di questi futuri mangiatori di insetti? Piuttosto mi chiedo, hai mai mangiato scampi/aragoste/gamberetti?
RubenDF 8 mesi fa su tio
@MIM Non necessariamente una persona che non mangia o mangerà insetti ed affini è chiusa di mente. Saremo beh liberi di fare quello che vogliamo.
MIM 8 mesi fa su tio
@RubenDF Esatto, la penso esattamente come te :-)
MIM 8 mesi fa su tio
@Meno Si, questa era l'accusa. Ho mangiato anche i crostacei di mare certo, e continuerò a mangiarli; ma non gli insetti; come del resto continuerò a mangiare carne, ma non cani o gatti ;-)
Meno 8 mesi fa su tio
@MIM Ehehe bravo =) Io invece non riesco neanche a mangiare gli scampi aragoste ecc. a causa del loro aspetto da insetti! Mi dicono che non so cosa mi perdo. Ma va bene così =)
lo spiaggiato 8 mesi fa su tio
@Meno Aragosta?... mmhhmmm, buonissima... buono anche il gatto... il cane non l'ho ancora provato... per gli insetti vedremo quando si presenterà l'occasione... :-)))
KilBill65 8 mesi fa su tio
Gnam gnam il cibo del futuro e' alle porte!!....
Pilot 8 mesi fa su tio
Io non voglio nemmeno pensarci!!!
RubenDF 8 mesi fa su tio
Sicuramente non fa parte della nostra cultura culinaria, ma secondo me bisognerebbe assaggiarli per poter dire "non mi piace". ??
pardo54 8 mesi fa su tio
Ma per piasee! Polenta, ris e pascta altro che insetti.
elvicity 8 mesi fa su tio
teneteveli pure ...
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
insetti
base
consumo
consumo insetti
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 21:03:51 | 91.208.130.86