Archivio Tipress
GRIGIONI
17.01.2017 - 21:310

«Le visite in hotel avvengono sempre con discrezione»

Al World Economic Forum di Davos fiorisce la professione più antica del mondo. Amelie, 25 anni, racconta la sua esperienza

DAVOS - 2'800 tra politici, manager ed economisti si sono ritrovati a partire da oggi a Davos. Ma alcune delle persone presenti al WEF non cercano solamente soluzioni ai problemi del Mondo. Alcuni, infatti, cercano pure avventure di natura sessuale.

 Il business è fiorente durante la manifestazione, dice a 20 Minuten il direttore della ditta svizzera Megaescort. E il lavoro è molto attrattivo per le donne. «Le nostre ragazze vengono volentieri qui a Davos, perché possono guadagnare bene».

Diversi appuntamenti al giorno - Una delle donna che offrono il loro corpo durante il WEF è la 25enne Amelie. La giovane svizzera rivela di aver già avuto oggi un primo appuntamento con un partecipante al Forum economico mondiale e più precisamente con un avvocato. E per i prossimi giorni Amelie ha già trovato otto clienti, «a volte anche più di uno al giorno».

500 all'ora - Il WEF piace molto alla ragazza. «Qui ovunque regna un'atmosfera speciale». E il lavoro è piuttosto redditizio. «I partecipanti al Forum hanno abbastanza soldi per prenotare una ragazza per tre ore, rispetto alla canonica ora». Il costo per 180 minuti di piacere? 1'500 franchi. «Ma molti mi offrono pure da bere».

Falsi stereotipi - Ma i soldi a disposizione sono solo l'unica differenza con i clienti normali. «Lo stereotipo che gli uomini potenti spesso richiedano pratiche sessuali insolito è falso. Almeno per la mia esperienza. Ogni uomo ha comunque le sue fantasie e le sue esigenze».

Spesso in hotel - Ma come funzionano questi appuntamenti? «Mi capita spesso di incontrare gli uomini direttamente nella camera d'albergo. A volte invece andiamo a mangiare o bere qualcosa insieme prima di finire in stanza». Le visite in hotel avvengono però sempre con molta discrezione. 

Solo sesso? - Non per tutti i clienti tutto ruota attorno al sesso, specifica la ragazza. «Spesso parliamo di cose importanti. Mi confidano i problemi con cui sono confrontati al WEF». I visitatori del Forum provengono da oltre 100 paesi. La clientela, come ricorda Amelie, è internazionale. «Ma il più delle volte vengo contattata da svizzeri».

 

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
amelie
wef
forum
davos
hotel
visite
hotel avvengono
discrezione
ragazza
clienti
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 11:43:42 | 91.208.130.86