BERNA
18.05.2016 - 12:150

Niente «selfie» con i pazienti per i medici

La Federazione dei medici svizzeri ha formulato alcune raccomandazioni in merito all'utilizzo dei social media per

BERNA - I medici dovrebbero astenersi dal diventare "amici" su Facebook con i loro pazienti o di scattare "selfie" in ambito professionale. Queste alcune delle raccomandazioni disponibili online formulate dalla Federazione dei medici svizzeri (FMH) sull'utilizzo dei social media.

Violazione della sfera privata dei pazienti o divulgazione d'informazioni confidenziali: alcuni studi internazionali mostrano una crescita del numero dei casi con conseguenze disciplinari o giuridiche per le professioni nell'ambito sanitario, indica oggi la FMH nell'ultimo bollettino settimanale.

I medici devono "dar prova di molto ritegno nei social media quando si tratta di utilizzare informazioni e immagini inerenti a un paziente", si legge. È possibile creare un account su una rete sociale per uno studio o un ospedale al fine di comunicare con i pazienti. Ma questi account devono essere puramente professionali e distinti da quelli privati. Le persone attive professionalmente nell'ambito sanitario devono anche essere caute con i commenti sulle reti sociali. Queste non devono servire da piattaforma di critiche verso i colleghi, sottolinea il testo della FMH.

Infine, particolare importanza viene data alle regole di protezione e sicurezza: i dati medici confidenziali devono essere scambiati unicamente tramite connessioni sicure o documenti criptati.

La FMH rende attenti soprattutto i giovani ai rischi specifici dei social media nel contesto medico e li invita a regolamentarne l'utilizzo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Tags
medici
pazienti
social media
media
fmh
selfie
ambito
devono essere
utilizzo
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-22 13:12:49 | 91.208.130.86