Tipress
SVIZZERA
29.04.2016 - 11:010

«Per un'educazione senza percosse»

Niente punizioni corporali, questo è il messaggio che la fondazione della Protezione dell'infanzia Svizzera lancia con un video in vista del "No Hitting Day" di domani

BERNA - Le punizioni corporali non devono essere utilizzate nell'educazione dei bambini. Questo il messaggio che la fondazione Protezione dell'infanzia Svizzera vuole far passare tramite un videoclip intitolato "Schlag Rahm, nicht Kinder!/Fouettez la crème, pas les enfants!" (non esiste una versione in italiano).

La pubblicazione del video è in relazione al "No Hitting Day", ossia il giorno dell'educazione senza violenza, che cade domani. Genitori ed educatori devono rispettare il diritto dei bambini all'incolumità fisica e psichica, indica la fondazione in un comunicato odierno.

Protezione dell'infanzia Svizzera chiede alla politica di ancorare questo diritto anche nel codice civile. Le norme del diritto penale devono poi essere adeguatamente completate. Esperienze in altri Paesi hanno mostrato che queste norme e le campagne di sensibilizzazione hanno fatto diminuire la violenza utilizzata nell'educare.

Il Consiglio nazionale nel 2008 non ha voluto vietare punizioni corporali inflitte ai bambini, secondo la fondazione, non dando seguito a una iniziativa parlamentare della frazione del Partito socialista (PS). I bambini sono già abbastanza protetti dalle disposizioni della Costituzione federale e dalle norme di diritto penale, aveva detto la Camera del popolo allora.

Secondo un sondaggio del 2007, le punizioni corporali inflitte dai genitori ai propri figli non sono una rarità in Svizzera. Circa il 68% degli interpellati riteneva gli schiaffi o le sculacciate legittimi. Da uno studio dell'Università di Friburgo del 2004 risultava che 35'000 bambini sotto i 4 anni venivano regolarmente schiaffeggiati.

Altre punizioni fisiche rivolte ai bambini, secondo lo studio, comprendevano tirate di capelli o sculacciate. Per i piccoli queste sanzioni hanno gravi conseguenze sulla salute, sia fisiche che psichiche, scrive Protezione dell'infanzia Svizzera.

Nel video della fondazione vi è la protagonista del film Heidi, Anuk Steffen.

Commenti
 
Leon5693 1 anno fa su tio
Certo e poi ci ritroviamo figli che denunciano i genitori per maltrattamenti mai avvenuti e prima che questo poi venga a galla passano mesi se non anni. Intanto i genitori messi alla gogna e i figli se la ridono :-( . Purtroppo l'arma è sempre a doppio taglio ma abbiamo anche dato un buono spunto a quei ragazzini che non amano le restrizioni dei genitori e pensano bene di denunciarli. Non parliamo poi dei casi di pedofilia smentiti poi dopo anni. Già accusiamo uno di pedofilia, gli roviniamo la vita e poi una stretta di mano e via.... Soprattutto nei casi dubbi, dove si sa che sono ragazzi problematici prima di affilare i coltelli verso i genitori....verificare meglio
cheyenne24 1 anno fa su tio
…i vostri figli non sono vostri. Sono i figli e le figlie del desiderio che la vita ha di se stessa. Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi, e, benché vivano con voi, ciò non di meno non vi appartengono. Potete dar loro i vostro amore, ma non i vostri pensieri, perché essi hanno i loro, di pensieri. Potete custodire i loro corpi man non le loro anime, perché le loro anime abitano la casa del futuro, che neppure in sogno potete visitare. Potrete cercare di essere simili a loro, ma non potrete farli simili a voi, perché la vita procede e non si attarda mai sopra il passato. Voi siete gli archi da cui i figli come frecce vive sono scoccati avanti. L'arciere vede il bersaglio sulla linea dell'infinito, e con la forza vi tende, perché le frecce cadono rapide e lontane. E che il vostro tendervi nella mano dell'Arciere avvenga nella gioia; perché, come ama le frecce che volano, così ama l'arco che sta fermo. Da il Profeta
MIM 1 anno fa su tio
@cheyenne24 L'inizio del tuo commento è il contrario della sua conclusione. Tu fornisci loro le ali e loro voleranno dove vorranno, non sono delle frecce che tu lanci su un bersaglio preciso. Detto questo, per tornare al tema del blog, credo che confondere l'educazione con le percosse è un errore che fanno in molti. La violenza non insegna niente, ma lasciar fare senza correggere è ancora molto peggio.
F.Netri 1 anno fa su tio
@cheyenne24 Aaaaameeeennnn!!!
Don Quijote 1 anno fa su tio
@cheyenne24 Va beh, in ogni caso per costruire un arco e poter scoccare le frecce bisogna piegarlo in un modo ben definito, è quello che facciamo noi genitori con i figli ... con la filosofia puoi accontentare il cervello ma non la pancia!
siska 1 anno fa su tio
Eh sì quelli che dicono che un ceffone da 1 a 3 volte nella vita non vuol dire niente embé sono proprio quelli che se hanno dei filgli é più probabile che la mano ci scappa e se hanno una compagna o moglie la mano gli scappa di più e più volte........forse i problemi mentali gravi li hanno gli uomini che menano anche solo con un ceffone la propria donna e soprattuto uomini che in questa società si nascondono dietro ad una facciata sociale e professionale o magari perché sono imbesuiti dal mattino alla sera e lì sì che la mano dell'ubriacone scappa!!
Don Quijote 1 anno fa su tio
Ma non c'è un'associazione per proteggere i genitori da questi baccalà? Un conto sono i maltratamenti, un'altro conto è ricevere un'innocuo ceffone (che da fastidio per 10 secondi) due o tre volte nella vita. Questa gente è ridicola, forse hanno problemi mentali.
cacos 1 anno fa su tio
@Don Quijote ciao Don , se non parliamo di vale spesso sono in accordo con te. ah ah ah
Don Quijote 1 anno fa su tio
@cacos Beh, quando posto qualcosa sulla MotoGP sono in modalità sfottimento e puro divertimento ... :-))
cacos 1 anno fa su tio
@Don Quijote avanti cosi allora la prossima al week
GI 1 anno fa su tio
strano che non abbiano pensato semplicemente a "sbattete la panna, non battete i bambini"....
siska 1 anno fa su tio
Come chi alza le mani su una donna a mio parere é un'infame anche perché gli uomini che menano le donne hanno sicuramente molti problemi di autostima e aggressività accumulata e poi insomma eh he é più facile facile menare una donna che un'altro uomo o no?
moonie 1 anno fa su tio
@siska immagina menare un bambino! eppure qua ci sono molti fan della violenza a scopo educativo... la donna è il meno, almeno una avrebbe la capacità di difendersi, un bambino no.
SosPettOso 1 anno fa su tio
@siska Avrei dovuto scrivere così: <em>Sono il primo a dire che non bisogna usare violenza in nessun modo.</em> ...perché è così che la penso. Però poi non sono così drastico come te che porteresti via un figlio alla sua famiglia per una sberla. ...e non lo sono nemmeno con chi alza le mani su di una donna. Quando è la donna che ti salta addosso con calci, pugni, cercando anche di graffiarti, una sberla magari ci starebbe anche bene. Cercando di risolvere differentemente la relazione in modo da non dovermi separare da mio figlio, ho resistito per mesi con una donna così. Non ho mai alzato le mani ed a un certo punto me ne son dovuto andare. Ogni tanto mi chiedo se una sberla ben data l'avrebbe spinta ad impostare differentemente la relazione....
moonie 1 anno fa su tio
@SosPettOso vero, ci sono anche donne così. comunque se per impostare o gestire una relazione bisogna alzare le mani, forse è meglio interromperla!
siska 1 anno fa su tio
@SosPettOso Caro SosPettOso, mi dispiace molto per la tua passata situazione, certo che sì vi che sono donne che il ceffone se lo vanno a cercare purtroppo, e tu sei l'eccezione di uomo che per non trascendere e finire nei guai seri ha preferito andarsene e ti dico una cosa importante per te e per altri uomini come te hai fatto benissimo! Però questa tua relazione era già distorta forse già all'inizio della tua storia sentimentale in quanto se uno o una continua a provocare é già una storia malata dall'inizio. Le mani comunque non vanno mai alzate da ambo le parti e si deve fare di tutto per non arrivare a ciò! Comunque come donna mi dispiace che un uomo rispettoso fino all'ultimo abbia incontrato una donna come questa che hai conosciuto. Ti auguro di incontrare una persona degna della tua natura e viceversa.
siska 1 anno fa su tio
@moonie Ciao moonie se leggi il mio post sotto capisce che anche a me fa male e mi da molto fastidio chi mena i bambini solo perché non gestiscono le emozioni! ....e le donne vengono ammazzate solo se provano a reagire contro questi l.......uomini!
cacos 1 anno fa su tio
@moonie cara moonie come ho detto qualche sberla o sculacciata l'ho presa, tengo a precisare che ho una bella famiglia mia madre mi adora mio papa se ne è andat, io stesso ho una figlia che adoro e lei ricambia mai alzato le mani su di lei. Una sculacciata a scopo educativo non fa male al bambino se poi gli si spiega il perché e se c'è amore e serenità nella famiglia stessa. Vero che ci sono genitori che sfogano le loro frustrazioni sui bambini e li sono d'accordo che le autorità intervengano.anche portando via il bimbo stesso se del caso. Ma facciamo attenzione oggigiorno se guardi un bambino rischi che ti danno del pedofilo o da una sculacciata rovinano una famiglia . In quanto ai fan della violenza ho letto i post e mi sembra che tutti dicono la stessa cosa.
siska 1 anno fa su tio
Concordo anch'io con SosPettOso, chi alza le mani é una persona fallita già in partenza. Soprattutto i genitori che alzano le mani sui loro figli sono quelli che credono che il figlio sia di sua proprietà e quindi può permettersi di "recuperarlo" dandogli schiaffoni??? Ma soprattutto otterranno mai quello che vogliono?? Nooo perché i figli non sono di proprietà di nessuno. Dovrebbero permettere delle leggi come vi sono in Svezia e perciò il messaggio dello Stato é: se tu o voi genitori continuate a menare le mai sui vostri figli, i figli sono tenuti a raccontare tutto a scuola e cosa succede? I figli verranno tolti alla famiglia di origine fino al diciottesimo anno di età senza concessione di sconto.
cacos 1 anno fa su tio
cosa è cambiato da quando ero giovane? qualche sberla o sculacciata l`ho presa e solo dopo ho capito il perché e non mi risulta che abbia avuto conseguenze psichiche o altro, semplicemente avevo esagerato e le meritavo. Proteggere i bambini è giusto nel caso di genitori dalle sberle facili ma nella maggior parte dei casi non è cosi.
SosPettOso 1 anno fa su tio
Sono il primo a dire che non bisogna usare violenza in nessun modo con i bambini. Si educa dando l'esempio e non con le punizioni, Chi alza la mano su di un bambino ha già fallito il suo obiettivo educativo. Quest'insistenza nel voler creare leggi su leggi non la sopporto... Se si da' una sberla passa come "vie di fatto" e come tale è perseguibile. Recentemente a Zurigo è stato condannato un anziano che ha minacciato di dare una sberla ad una bambina ( www.20min.ch/ro/news/suisse/story/16002007 ). Andando avanti di questo passo però tra un po' bisognerà fare attenzione a dare una pacca sul sedere per non arrischiare che qualcuno ti denunci...
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
bambini
svizzera
punizioni
fondazione
punizioni corporali
protezione
educazione
infanzia
protezione infanzia
diritto
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-16 08:26:35 | 91.208.130.86