Keystone
SERIE A
06.11.2017 - 14:430

«Meglio non dire perché sono andato via dalla Juve. Gli equilibri? Non sono riuscito a spostarli...»

Il difensore del Milan Leonardo Bonucci: «Se sono arrivate le critiche è perché non sono stato all’altezza del mio passato alla Juve e in Nazionale»

MILANO (Italia) - «Credo che certe cose si debbano dire in privato, c'è un grande rapporto con il direttore Marotta, c'è sempre stata massima disponibilità, massima schiettezza in quello che è successo nei sette anni passati insieme, quindi si è conclusa una parte della mia carriera per cose che sarebbe poco carino e poco signore dire in diretta, ma io non ho nessun tipo di problema né nei confronti della Juventus né tantomeno del direttore».

In collegamento con Marotta, ospite della Domenica Sportiva, il difensore del Milan Leo Bonucci ha evitato ogni polemica sul suo passato juventino: «Non posso far altro che ringraziare la Juventus, perchè grazie alla Juventus sono diventato il giocatore ammirato e che due lunedì fa è stato a Londra per ritirare un premio tanto prestigioso che è per il singolo ma anche per merito della squadra. Il passato è chiuso e quello che c'è stato è una normale conseguenza di quello che è successo, ma non ho voglia di ritornarci sopra. Ho trovato grande disponibilità nella società e la società ha trovato disponibilità da parte mia sia nei sette anni che nell'ultimo mese che siamo stati insieme. Rifarei tutto dopo Cardiff. Se l'ho fatto è perchè è stato pensato e maturato».

Poi il difensore ha analizzato il successo sul Sassuolo: «Abbiamo iniziato a difendere meglio: quando si gioca da tanto tempo con gli stessi compagni di reparto è tutto più facile. Ora stiamo migliorando l'intesa, ma dovevamo migliorare come singoli per poi fare la differenza come squadra. Suso come Dybala? Jesus per noi è fondamentale in entrambe le fasi, anche quando c’è da recuperare palla: un talento unico, lo avevo già studiato da avversario, ma da compagno vedo anche i minimi dettagli che fanno la differenza. Con Dybala invece ho fatto tante partite, sono entrambi molto forti e col sinistro fanno ciò che vogliono. Paulo è un passo avanti perché ha giocato più partite a livello europeo, ma Suso ha tempo di recuperare, ne farà molte anche lui e crescerà ancora tanto...». 

Poi una sorta di mea-culpa: «Se sono arrivate le critiche è perché non sono stato all’altezza del mio passato alla Juve e in Nazionale: mea culpa. Adesso non sono due partite fatte bene a fare la differenza: devo continuare così e dimostrare tutti i giorni di essere tornato per ripagare la fiducia della società e del mister che mi hanno voluto. L’espulsione e le due giornate mi hanno permesso di lavorare, di mettere benzina e di togliermi un po’ di pressioni che avevo addosso, sia per prestazioni non all’altezza sia per il passaggio estivo. La squadra ha fatto due buone partite nonostante la sconfitta con la Juventus e io ho avuto la possibilità di migliorarmi. Mi ero creato troppe aspettative, ho fatto un passo indietro, forse all’inizio la mia presenza era stata presa come un peso: ora devo essere aiutato dalla squadra, in un gioco collettivo come il calcio è fondamentale fare gruppo e le prestazioni sono sotto l’occhio di tutti. Equilibri? Dovevo spostarli e per ora non ci sono riuscito...».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
partite
juve
squadra
passato
juventus
altezza
difensore
differenza
equilibri
società
Risultati
11.12.2017
Challenge League
2. tempo
Sciaffusa
Wil
2-1
(2-1)
17.12.2017
Super League
2. tempo
Grasshopper
Basilea
0-2
(0-1)
2. tempo
Losanna
Zurigo
5-1
(4-0)
2. tempo
Lucerna
Young Boys
2-4
(0-2)
06.01.2018
Serie A
2. tempo
Torino
Bologna
3-0
(1-0)
2. tempo
Milan
Crotone
1-0
(0-0)
2. tempo
Napoli
Verona
2-0
(0-0)
2. tempo
SPAL
Lazio
2-5
(2-4)
2. tempo
Benevento
Sampdoria
3-2
(0-1)
2. tempo
Genoa
Sassuolo
1-0
(0-0)
2. tempo
Roma
Atalanta
1-2
(0-2)
2. tempo
Cagliari
Juventus
0-1
(0-0)
21.01.2018
15:00
Bologna
Benevento
15:00
Lazio
Chievo
15:00
Verona
Crotone
15:00
Sampdoria
Fiorentina
15:00
Juventus
Genoa
15:00
Cagliari
Milan
15:00
Atalanta
Napoli
15:00
Inter
Roma
15:00
Udinese
SPAL
15:00
Sassuolo
Torino
02.02.2018
Challenge League
20:00
Aarau
Sciaffusa
20:00
Servette
Chiasso
20:00
Vaduz
Xamax
20:00
Wil
Wohlen
20:00
Winterthur
Rapperswil
03.02.2018
Super League
20:00
Basilea
Lugano
20:00
Lucerna
Losanna
20:00
Sion
Grasshopper
20:00
Young Boys
S.Gallo
20:00
Zurigo
Thun
Ultimo aggiornamento:06.01.2018 22:59
Classifiche
Super L.
1
Young Boys
19
40
2
Basilea
19
38
3
Zurigo
19
28
4
S.Gallo
19
27
5
Losanna
19
25
6
Grasshopper
19
24
7
Lugano
19
22
8
Thun
19
21
9
Lucerna
19
20
10
Sion
19
17
Ultimo aggiornamento:18.12.2017 23:47
Challenge L.
1
Xamax
18
46
2
Sciaffusa
18
36
3
Servette
17
35
4
Vaduz
18
26
5
Rapperswil
17
23
6
Chiasso
18
20
7
Aarau
17
18
8
Wohlen
17
13
9
Winterthur
18
12
10
Wil
18
11
Ultimo aggiornamento:12.12.2017 23:50
Serie A
1
Napoli
20
51
2
Juventus
20
50
3
Inter
20
42
4
Lazio
19
40
5
Roma
19
39
6
Sampdoria
19
30
7
Atalanta
20
30
8
Udinese
19
28
9
Fiorentina
20
28
10
Torino
20
28
11
Milan
20
28
12
Bologna
20
24
13
Chievo
20
22
14
Genoa
20
21
15
Sassuolo
20
21
16
Cagliari
20
20
17
SPAL
20
15
18
Crotone
20
15
19
Verona
20
13
20
Benevento
20
7
Ultimo aggiornamento:07.01.2018 23:48
ULTIME NOTIZIE Sport
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 04:16:27 | 91.208.130.86