SEGNALACI mobile report
focus
Tipress
OSPITE
05.12.2017 - 15:530

I Verdi (voltamarsina) votano i preventivi in Gestione per salvare il Centro Giovani

Massimiliano Robbiani, Capo Gruppo Lega dei ticinesi, UDC e Indipendenti a Mendrisio

I Verdi di Mendrisio sono in pole position per scrivere un libro sulla coerenza nella politica. Questa volta si sono superati perché nel giro di sei giorni hanno cambiato idea sul centro giovanile dopo che da tre anni dicono che bisogna chiuderlo, che è un ghetto e che neanche si doveva costruirlo.  Invece adesso hanno deciso di difenderlo. Cosa sarà successo di così importante da convincerli che è da tenere aperto? Qualche sospetto ce l’ho, altro che dire che tutto d’un tratto si vuol dare fiducia agli animatori e altre storielle del genere… Una settimana fa in commissione della gestione hanno detto chiaramente che sono sempre stati contrari al Centro e che la politica giovanile deve essere fatta fuori dal centro. Nel 2014 hanno votato contro i preventivi del Comune perché volevano delle misure di risparmio più forti di quelle proposte dal Municipio e guarda caso chiedevano la chiusura del centro giovanile. Basta andare a leggere sul sito della signora Crivelli Barella per capire che coerenza hanno: “Un terzo risparmio che auspichiamo è quello di chiudere e vendere lo stabile del Centro giovani: gli anni di esperienza non hanno dato i risultati sperati, dando ragione a quanto andavamo dicendo anni fa quando eravamo avversi anche a questo investimento milionario in una visione di grandeur che ha caratterizzato le scelte del Municipio per troppi anni: i dati che ci ha fornito l’onorevole Comi venerdì purtroppo confermano l’utilizzo molto ridotto aldilà dei giorni di concerti o feste, che si potrebbero organizzare nei quartieri, per non diventare borgo-centrici. Il centro è frequentato giornalmente da 4-5 ragazzi… praticamente, ce ne sono di più a casa mia, con gli amici delle mie tre figlie, e nelle case di molti momò: non si giustifica un investimento di questa portata! Per i giovani, invece di un ghetto, pensiamo piuttosto alla creazione di un centro intergenerazionale e culturale.”

Probabilmente in questi ultimi sei giorni tutti gli amici delle sue tre figlie devono essersi spostati da casa sua al centro giovani riempiendolo in ogni angolo. Difatti se si passa fuori ci sono ragazzi seduti anche in mezzo al piazzale e ai bambù (pianta verde tipica del Mendrisiotto). Sarà per quello i verdi adesso vogliono tenerlo aperto? O forse c’è un qualche dietro le quinte? Ma che serietà è per tre anni dire una cosa e poi quando si tratta di metterla in pratica prima sono d’accordo e poi cambiano idea? La signora psicologa Crivelli Barella legge i verbali delle cose che dice in commissione? Legge il suo sito? Oppure magari crede sul serio alle visioni per migliorare il mondo dei giovani
 
del borgo sognate dal capo dicastero compagno Comi? La signora Crivelli Barella dice su facebook che ne è passata di acqua sotto i ponti dal 2014…però non sembrava visto che una settimana fa diceva le stesse cose. Va là, va, cari Verdi, l’abbiamo capita tutti: vedremo cosa ci avrete guadagnato con questo voltamarsina!

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
centro
giovani
verdi
centro giovani
preventivi
gestione
crivelli
voltamarsina
signora
barella
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-12-11 08:23:22 | 91.208.130.87