SEGNALACI mobile report
focus
Tipress
L'OSPITE
12.07.2017 - 16:290

Festa in Malcantone per l'UDC: «Ecco cosa votare il 24 settembre»

UDC Ticino

Il comitato cantonale di UDC Ticino si è riunito martedì 11 corrente a Rivera, decidendo, fra le altre cose, le parole d’ordine per le votazioni federali del prossimo 24 settembre. Praticamente senza discussione, il comitato ha deciso di sostenere il controprogetto proposto dal Consiglio federale per la sicurezza dell’approvvigionamento alimentare. I due oggetti inerenti all’AVS – il progetto Previdenza vecchiaia 2020 e l’aumento del tasso d’IVA per il suo finanziamento – hanno invece necessitato di una chiara spiegazione da parte del consigliere nazionale Marco Chiesa, il quale ha spiegato, fra altri motivi che ne motivano il rigetto, l’inghippo insito nel presunto aumento di 70 franchi della rendita AVS, al quale si attaccano i sostenitori dell’insano progetto per, una volta di più, additare l’UDC come quel branco di cattivoni socialmente insensibili che rifiutano di dare un piccolo aiuto “ai nos vecc”. In realtà, come bene ha spiegato Chiesa, l’aumento riguarderebbe solo i nuovi pensionati (ossia coloro che raggiungeranno l’età AVS nel 2018-2019 quando entrerà in vigore la nuova legge), mentre tutti gli altri – sebbene colpiti dall’aumento dell’IVA come tutti – non ne beneficeranno. Si tratta dunque di un regalo avvelenato da respingere, per affrontare poi una vera riforma andando a compensare la perdita con le rendite del II° pilastro. Ma se passa questa legge, una nuova riforma sarà solo rimandata di pochi anni, quando le magagne di questo progetto avranno provocato ulteriori danni. Meglio dunque rifiutare la proposta, obbligando Consiglio federale e Parlamento ad affrontare fin da subito il problema dal lato giusto. Le raccomandazioni del comitato cantonale UDC sono pertanto chiare: SÌ alla sicurezza dell’approvvigionamento alimentare, NO alla Previdenza vecchiaia 2020 e NO all’aumento del tasso d’IVA per finanziare la riforma dell’AVS.

Fra i temi toccati nel corso della riunione, il presidente Piero Marchesi ha puntato l’accento su due sfide che attendono il partito nel prossimo futuro: la campagna di voto per l’iniziativa sull’autodeterminazione (verosimilmente a inizio dell’anno prossimo), e la raccolta delle firme che, verosimilmente entro fine 2017, ci vedrà impegnati a favore dell’iniziativa per l’abrogazione della libera circolazione delle persone. Come risaputo, il problema della libera circolazione delle persone colpisce il Ticino più di qualsiasi altro cantone, è quindi fondamentale il nostro massimo impegno a livello locale.

Infine, l’UDC Ticino festeggerà il 1° agosto 2017 a Monteggio (Malcantone), secondo il programma seguente:

Luogo: Azienda agricola e forestale GERMANO FARINA SAGL, Tenuta La Pampa, Via Cassinone 7, a Monteggio

11:00 Apertura festa
11:30 Parte ufficiale
• Saluto del Presidente cantonale Piero Marchesi
• Discorso ufficiale
• Salmo svizzero
12:00 Aperitivo offerto
12:30 Pranzo con affettati e grigliata mista a 25.- per gli adulti e 10.- fino a 18 anni. Vino e bibite offerte.

La giornata sarà allietata dalla Bandella Malcantonese.

Iscrizione obbligatoria entro il 27 luglio al segretario cantonale Eros Mellini: [email protected] 079/620 38 84

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
udc
aumento
avs
ticino
udc ticino
comitato
iva
malcantone
prossimo
settembre
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-16 18:07:49 | 91.208.130.86