STATI UNITI
20.06.2013 - 17:480

Steve Jobs nel 1994: "Il mondo non si ricorderà di me"

Il padre di Apple era sicuro che il suo lavoro sarebbe stato obsoleto entro una decina di anni

NEW YORK - Il mondo non si ricorderà di me: tutto il lavoro che ho fatto nella mia vita diventerà obsoleto prima che compia 50 anni. Era il 1994, e il fondatore di Apple, Steve Jobs, all'epoca 39enne, non era ancora consapevole delle potenzialità delle sue idee.

 

Le parole del genio della Mela, morto per un tumore nell'ottobre del 2011, vengono da un inedito video trovato dal canale di YouTube 'EverySteveJobsVideo'.

 

"È un po' come uno uno strato di roccia che sedimenta, e che è solo una piccola parte di una montagna alta dalla cui superficie nessuno può vederlo se non ha i raggi X", spiegava Jobs. "L'Apple 2 è ormai obsoleto, l'Apple 1 lo è già da tempo e il Macintosh lo diventerà nei prossimi anni", affermava ancora riferendosi alle sue prime due linee di personal computer.

 

Una previsione decisamente errata, visto che Steve Jobs è oggi considerato un genio visionario e la sua biografia è stata il libro più venduto su Amazon nel 2011.

 

Commenti
 
Tags
jobs
steve jobs
steve
apple
mondo
Copyright © 1997-2017 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2017-11-24 15:48:17 | 91.208.130.86