STATI UNITI
19.07.2012 - 10:450

Coccole a pagamento, per i bisognosi d'affetto

NEW YORK - Un'idea quanto meno originale quella avuta da Jackie Samuel, 29enne newyorkese che da un mese ha aperto nel cuore di Rochester la prima "coccoleria" (in americano 'the snuggery'). E gli affari già vanno a gonfie vele: il nuovo business sta dando frutti insperati.

Nel piccolo ma accogliente negozio la neolaureata, agente immobiliare in cerca di arrotondare le entrate, sta ccogliendo in molti: per 60 dollari l'ora Jackie li abbraccia in un letto comodo al centro del negozio, li tiene stretti con gesti assolutamenti casti.

Solo coccole insomma, con una intimità che - come sottolinea la donna stessa - non hanno nulla a che vedere con il sesso.

"Fare le coccole è qualcosa che mi piace fare - dice Jackie - la nudità non è permessa. Penso che ci sia moltissima gente che non ha nessuno nella vita che gli dia un tocco rassicurante, gli abbracci fanno bene".  

Jackie d'altra parte non è una sprovveduta, ha studiato un libro chiamato il "sutra delle coccole" in cui si illustrano 100 diverse posizioni di coccole e afferma di essere pronta a farle tutte. E già pensa di farne un business da esportare.

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
coccole
jackie
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 02:06:33 | 91.208.130.87